Che bello…

Stamattina vegetavo nel letto dopo che ho finito di stare al telefono alle tre inoltrate. O erano le 4? boh, so solo che Teleducato in quel momento trasmettevano Parma-Perugia di campionato.

La postina, con la sua vocina aggraziata tipo la tipa che va dalla Clerici a cucinare ma con un registro linguistico emiliano, mi dice: «Mi apprrre che ha purrrre due pacchètti?»

Scendo (eh, almeno mi sono svegliata anche in tempo e prendo ‘sti due pacchetti: uno da Palermo (sempre FoZZa PaleMMo) e l’altro da Milano…

Ma…. ma……

IL LIBRO DI MELIIIIIIIIIII!!!

Grazie carissima! (ammappa però quanto è intriso di fumo…. ‘sto cugino Salvo più che siculmilanese è turco!)

Ora me lo metto tra i cimeli. Inutile dire che appena ho letto la dedica mi sono seriamente commossa:

“per la mia carissima (ma anche carinissima nel contempo!) amica Fran, con la sinncera speranza che anche tu possa avere presto uno sconvolgente esordio letterario… ed io lo attendo con trepidazione e il cuoricino batte forte forte sai? UN BACIONE la piccola Meli”

Diciamo che sto passando un periodo di caga. Non so a cosa affibbiare la paura, credo che come al solito sia un periodo dove si sommano più cose e la testa fatica a seguirle tutte e a stilare una scala delle priorità. Forse perchè non può esistere una scala.

Non so dove mettere l’esame universitario, non so dove mettere gli esami clinici (perchè anche se un anno fa sono andata da sola a operarmi e a farmi i vari cicli di terapie adesso la paura mi viene al solo pensiero che si possa ripresentare un periodo in quel modo…). Non ce la faccio solo a pensarci. Quindi stasera ho deciso di fare le 3 a studiare e a chiedere alla memoria di fare quello che non ha mai fatto: memorizzare il più possibile concetti di cui non vedo la minima applicazione.

Poi aspettare domani la colon e gastroscopia. Ormai ci sono abituata. Quello che non uccide fortifica (quello che non strozza ingrassa mi sembrava brutto), però inizio ad avere un gran peso sulle spalle.

E poi ci si mette anche l’uni. È davvero incredibile, quando voglio qualcosa con tutte le mie forze non riesco mai ad ottenerlo… fa stare anche peggio. Ma si vede che non ho ancora imparato…