Art attack: sopravvivenza comunale.

Con l’appropin… ehm, siccome si avvicina il raduno degli Alpini (Parma, 15 maggio) la città tenta di ornarsi a festa.

Il comune, scaltro come una faina, ha deciso già di mettere i primi abbellimenti per salutare le penne nere quando arriveranno negli stradoni della città: tanti tricolore ad ogni lampione della città. Bellini eh. Ci son solo due problemi:

1) col vento che è tirato ieri (cosa inusuale) mezze bandiere sono quasi uscite dalla loro asta.

2) come sono state fissate le aste ai lampioni? Su, non temete… sì, quello che avete pensato. Con lo scotch. Se ora adoprano anche la colla vinilica posso essere certa che il comitato di accoglienza è capitanato da Muciaccia.

[per coloro i quali arrivassero da google qui e si volessero accampare, le aree dedicate sono:

CITTADELLA, Via Passo Buole ( da Viale delle Rimembranze), Via Italo Pizzi,
PARCO FERRARI,  Via Zarotto, Via Scarlatti e Via Pomponio Torelli, Via Bandini,
PARCO PELLEGRINI, Viale Mentana,
AREA BIZZOZERO,  Via Montebello, Via Bizzozzero,
MOLETOLO campi sportivi, Via Rastelli, Via Europa, Via San Leonardo,

Una delle aree è in fronte casa di Fran, bello eh…]


0 thoughts on “Art attack: sopravvivenza comunale.”

  1. L’ultima conferma è data dall’uso delle forbici dalla punta arrotondata per tagliare lo scotch. Una volta avuta questa certezza puoi partire a cercare mucciaccia lì vicino casa tua.

    See ya!

  2. Rigagnolo suggerisce, già che fanno dei lavori da stra-ffffatti davanti casa di Fran, di suggerire di attaccare con lo scotch anche una centralina telefonica…

Rispondi