Di cosa si può parlare con l'elettricista:

– la dicotomia tra Edison-lamapdina e Westinghouse-corrente alternata. «Bla bla bla, sa che il primo rovinò l’immagine pubblica del secondo dicendo che la corrente alternata uccideva le persone perchè lui era fermo sostenitore della corrente continua? Doh, sbadiglia perchè su in cima alla scala manca l’ossigeno?»
 
– eh, per mettere le forniture non sono più le aziende serie di una volta. Sa che la Telecom si era scordata di farmi la centralina solo qui nella scala dove abito io? Che robe eh.
 
– manca la concorrenza. «Eh, pensi se c’era chi mi faceva meno di le… ehm…»
 
– le mezze stagioni (abusato ma attualissimo): «Eh, un giorno bisogna uscire con la canottiera e il giorno dopo col maglioncino… ed è lì che ci si ammala dico io…»
 
– «porca miseria, sa che lei mi è costato quanto il tris dei libri di anatomia e già bestemmiai l’intero calendario gregoriano per quelli lì? Ora a cosa passo, all’autofustigazione? Perbaccolina.»
 
– «Toh, davvero lei potrebbe morire fulminato? Proviamo?!? Dai dai…»

0 thoughts on “Di cosa si può parlare con l'elettricista:”

  1. Beh io all’idraulico ho chiesto se conosceva Mario e Luigi… (bros…)

    ma mi ha guardato con sguardo enigmatico quindi ho pensato non volesse parlare di colleghi famosi…

  2. Quando a casa mia è venuto l’idraulico, io non ci parlavo perché mi ha sfondato il muro della camera e ho dormito per tre settimane nei calcinacci.

    In più gli idraulici sono troppo loquaci.

    E ora di nuovo non mi viene l’acqua calda in bagno…

    Un saluto. Mi diverte molto questo blog.

    Gab

  3. Pensa che l’idraulico del cantiere mi ha fatto i termosifoni che funzionano anche d’estate perchè “sennò si otturano i tubi”.

    Aggiungendo: “signora, lo vuole il condizionatore?”

    (‘zie)

  4. di qualunque cosa si parli prima il finale è sempre quello: quando ti spara il conto (salato) chiedi la fattura e lui non te la fa, a meno di maggiorazioni esorbitanti della parcella! z

Rispondi