Senti come viene giù.

Oggi ho fatto un salto all’università per vedere come fosse un esame. Ho riflettuto su 40 crocette da mettere a caso, visto che le altre 20 le sapevo. Ma non avevo studiato, anzi… non avrò tempo per studiarlo quell’esame circa fino a metà settembre.
 
«Voglio, in fin dei conti, vedere quanto il fattore K influisce sui miei esami….»
 
Questa è stata la mia scusante di fronte a due mie colleghi [o si dice compagni?] d’università.
È bellissimo vedere una cosa in queste occasioni: il completo rimbicillimento che ti porta a stringere amicizie futili o a riavvicinarti a gente che non hai cagato per un anno. Di cui uno di questi era un certo interista con il quale neppure ci salutavamo da mesi e invece siamo stati dieci minuti manina-manina e domanl’altro si va a ballare in comitiva. Bah…
 
Poi esce, parli con un’altra, le estorci gli appunti raccontandole un po’ di sfighe (ergo la tua vita quotidiana) pur di intenerirla per farti dare una mano per l’esame. Inizia a piovere, capisci che il tuo bonus odierno è già andato in fumo [anche se due ore prima stavi per ammazzarti sul selciato di via D’Azeglio, ma son bazzecole…]
 
«Dai, aspetta che ti presto l’ombrello…»
«No, dai, mi da noia l’ombrello in bici, grazie lo stesso…»
«Su, almeno un kway…»
«No, guarda, tanto verso là è chiaro… ci si sente.»
 
Minchia il diluvio.

0 thoughts on “Senti come viene giù.”

  1. ARGH! qui fare un esame a culo vuol dire non studiare e compilare le crocette tipo sistemone del superenalotto.

    Mmm, però nella vecchia facoltà mi preparai un doppio esame in 10 giorni e presi 25, ma erano altri tempi.

  2. Mamma mia mi piace tropo come scrivi.. eh eh eh…

    ti ho commentato il post precedente (da rinko quale sono, poi mi sono accorta che l’ultimo era questo – rinko people, everytime togheder, “entra anche tu nei rinko boys” .

    Chi ha capito che gingle ho storpiato è un genio golosone ;P

    Ornellina

  3. I sintomi sono quelli del post sbornia… solo che io la sbornia non l’ho presa…

    Mal di testa…

    tempie pulsanti…

    squarauzzz (diciamo evacuazioni repentine/multiple/molto idratate)

    poi mi si sono gonfiati i linfonodi ascellari… un doloreeeeee….

    sigh…

    E non mi dire malattie veneree perchè io a “signorine” non ci sono ancora (mai mettere freno alla vita) mai andato!

    Con affetto

    Stef :(

Rispondi