Mmm, no io lo farò da anziana.

Dopo una settimana dove chiunque incontravo mi dava dell’adorabile accentratrice (adoro gli ossimori) vengo a leggere la notizia sul Corriere che un diciottenne ammerrigano è diventato sindaco del suo paesino. Per la carica raggiunta guadagnerà 250 dollari al mese, poco meno di quanto guadagno io di stipendio smazzandomi per trenta giorni in giro…
Sarebbe come se la Fran desistesse dall’avere la residenza parmigiana e si candidasse sindaco di Chianciano, per dire.
Deve conciliare lo studio liceale con la politica. Lui è sicuro che ce la farà, ma la scorsa settimana è già stramazzato all’ospedale per stress e bronchite. Signora mia, sono giovani…
Naturalmente uno dei miei obiettivi per avere una pensione dopo gli ottantanni (se si è medici non ci si pensiona prima…) è scendere in campo politicamente dopo che da giuovane l’ho fatto in uno stadio.
Per placare anche le mie tendenze dittatoriali, ovvio.

0 thoughts on “Mmm, no io lo farò da anziana.”

  1. Io invece vorrei sentirti dire “Tre tremendi dittatori troneggiarono tra tribù eritree”. Comunque hai ragione, bisogna buttarsi in politica. Evitando possibilmente di sputtanarsi un pacco di euri come Scalfarotto.

  2. se ti candidi a sindaco di chianciano, che visto i precedenti si può candidare chiunque, cambio residenza e vengo a votarti. cmq quiin chiana lo stipendio dei sindaci è sui 3.000 euri al mese.

Rispondi