Mi sono ricordata di amare Zizou.

Ovvero, il popolo più spocchioso d’Europa, e io stasera che ho gioito al gol di Henry [Fabio, capisci, io che gioisco quando segna Titì, ma non è un bell’uomo, non posso darti ragione… quel cranio oblungo…].
Ma insomma, Zinedine… sniff, quanti ricordi di vedovanza.
[s’è imbruttito e incofanito, ma vederlo giocare mi fa sempre scattare la lacrimuccia, cazzo quanto sono sentimentale ultimamente, uff]

4 thoughts on “Mi sono ricordata di amare Zizou.”

  1. vabbe’, dai, dopotutto giocavano contro il popolo calcistico più spocchioso del mondo (quanto la menano con la storia dei “pentacampeao du mundo”!) – anche io ho gioito. E Zidane è stato gigantesco. Altro che quello spatolone dentale di Ronaldinho.

  2. Concordo. In più ho questo ricordo bimbettistico prozidane che mi offusca i rimanenti sentimenti (del tipo, chi vince tra portogallo e francia me ne può fregare meno di nulla…)

Rispondi