Interdit.

Sede della BNL di Parma, zona arco di San Lazzaro, strada Quarta, accanto all’Esselunga. Per andare a ritirare (sic) gli assegni di pagamento devo recarmi lì. Ieri, nel vicolo tra strada Quarta e la catena di supermercati c’era un po’ di casino con un camion di un noto corriere espresso. Mia madre parcheggia l’auto in retromarcia cercando di schiacciarla il più possibile prossima alla siepe in modo da non ritrovarsi con pezzi di carrozzeria in meno. Scende anche lei, ma mi aspetta fuori della banca. D’un tratto, mentre io stavo terminando le operazioni e me ne uscivo da quelle porte tipo oblò sento un poliziotto municipale che le dice:

"Ma lei ha parcheggiato col muso opposto al senso di marcia"
"…"
"Chiaramente quindi lei è entrata contromano…"
"Chiaramente?"
"Eh, non vedo altre soluzioni."
"Veramente qui c’era un camion in mezzoo ed ho usato la retromarcia perché mica potevo parcheggiare lontano, che mia figlia doveva andare in banca."

Il vigile guarda il braccio di mia madre indirizzato verso me e poi guarda me.

"Ah, beh, se accompagnava lei capisco… vada vada…. ma cosa fa, faccia manovra eh!"
"Guardi, se mi fa salire almeno…"

[cioè, capisco di non essere in forma, ma mi sento tanto profuga curda]