Bollettino.

Ora, che bello. Ho scoperto che diventerò di nuovo zia sebbene stavolta spero di non affezionarmi troppo a un nipote che non supererà i due anni, che il cugino di mia nonna che bestemmiava da sera a mane ha avuto la crisi mistica e s’è fatto diacono, mio padre sbaglia a mandare gli sms alle donne -ormai ne gestisce troppe- e li manda a me, che io non reggo il caldo e se si supera i ventisei gradi non mi reggo proprio in piedi [ergo l’anno prossimo se qualcuno ha un posto in montagna… io non sporco, sono intelligente, so delle lingue straniere e strimpello qualcosa. Insomma, adottatemi basta che sia fresco.] Il mio vicino -il biondo verde- ha grossi problemi: entra in casa, fa una sorta di percorso di guerra: chiude il portoncino, esce dalla finestra, si nasconde dietro il parapetto del balcone, fa cucù per vedere se c’è gente, striscia sugli scalini, prende la bici, raggiunge l’auto parcheggiata dietro l’angolo, fa il giro dell’isolato con essa dopo aver caricato sopra la bici, frena di colpo innanzi al suo cancello, lo apre con circospezione e poi si richiude in casa. Ho paura. L’anno prossimo con lui nei paraggi dormirò con armi da taglio vicino, per sicurezza, sisamai. Sto andando a Chianciano, avverto voi in vece che la Farnesina, ché so che voi mi amate quanto io amo voi [cazzo, quanto volevo usarla questa frase…un po’ quanto le parole desueto ed arrembante in un sms…]

I lavori alla foce del Fiora fanno cagare. Ovvero, prima si poteva arrivare via spiaggia alla Centrale, ora no. Non capisco perché, forse avevano da spendere i fondi e non sapevano cosa farci. Non ne ho idea, ma soldi spesi malissimo, come per la ciclabile arginata tra due marciapiedi di larghezza un metro. Non la usa nessuno, in compenso usano il marciapiedi, ed una bimba di quattro anni mi è franata sulla gamba. Mentre i genitori si lamentavano [la bimba mi ha preso da dietro, cosa che per farvi capire tipo quando parcheggiate la bici nella rastrelliera, e dietro non ci ho ancora gli occhi… uhm, pensandoci non è una bella immagine] ho spiegato loro che alla gamba, anche se non si era fatta nulla e la bimba invece era rantolata a terra da sola, toccata dalla ruota sono state fatte sei operazioni per infortuni e che il tendine di Achille sta su per scommessa ma non è documentato molto clinicamente, e quindi poteva essersi rotto in quel momento. I genitori mi hanno stretto velocemente la mano, preso la bimba alla bell’emeglio sculacciandola e sono fuggiti.

Hanno rubato a uno del vicinato ma io dormivo. Anzi, peggio, ho detto nel dormiveglia "ma chiccazzosono questi dementi che fanno casino alle treemezzodinotte, che io ho sonno… ve se pijasse un colpo maremma cane…" ma la mattina successiva non lo ricordavo. Fico. Ah, comunque mi hanno raccontato che due carabinieri hanno scavalcato il cancello per vedere se un malvivente era nascosto nel giardino del vicino e nel compiere il gesto atletico si è fatto seriamente male. Ora capisco perché esistono i gruppi sportivi nelle principali Armi. I malviventi non si son trovati, ma avendo improvvisato un posto di blocco sempre sotto casa hanno trovato uno che non voleva dar loro i documenti, alché mentre si dileguava il milite intimava a suo modo l’alt: "nooooo, non scappare, dai fermati… cosa c’è che non va?" che è un po’ diverso nell’immaginario collettivo dal polizesco "fermi tutti in nome della legge" o "fermo o sparo". Signora mia.


0 thoughts on “Bollettino.”

Rispondi