I'll still feel your glow.

Caro gruppo carampano all’ascolto, prosegue la marcia di avvicinamento all’arena di Verona o quello che vorremo chiamare "breve corso per approcciarvi ai Muse capendoci qualcosa al di là dei falsetti di Matt Bellamy".

Bellamy guitar

Dunque, ci si era lasciati con quella che tutti definiscono the sweet child of Muse. Ora si zompa all’album precedente. Probabilmente la prima traccia di forte impatto populistico, di una bellezza enorme. Adorandola fortemente non so come si potrà parlare degnamente di Sunburn.

Sunburn, tratta dal primo album del terzetto inglese Showbiz, è il quarto singolo dei Muse, pubblicato il 21 febbraio del 2000. Segue, in successione, Uno, Cave e Muscle Museum. Singolo che colpì così tanto i pubblicitari che lo usarono per la colonna sonora dello spot di uno dei prodotti di casa Apple . Pubblicato in due versioni cd (una con Ashamed come b-side e l’altra con Yes Please) e una per il vinile (con l’acustica al KCRW). Le due b-side saranno poi incluse in Hullabaloo cd1.
Vennero creati ben tre Remix della canzone: "Sunburn (Timo Maas Sunstroke Mix)", "Sunburn (Timo Maas Breakz Again Remix)" and "Sunburn (Steven McCreery Remix)".

Per quanto riguarda il significato della canzone ci sono due grandi scuole di pensiero. La prima correla il significato a come doveva trattenersi una gggiovane band dallo sputtanare danari prima di guadagnarli. Quindi gli orizzonti bruciati dovrebbero essere i soldi sprecati. Per altri, visto il filo conduttore amorosoadolescenziale di Showbiz, si riferisce ad una donna. Durante le prime registrazioni diventò subito una delle canzoni preferite dei Muse (e l’amore perdura, visto che è presente anche nelle setlist dell’ultimo tour), ma secondo gli stessi Muse mancava qualcosa. Su idea del produttore quindi la parte introduttiva con la chitarra venne trasformata in una parte di piano.

A livello testo abbiamo qualche cambiamento nelle prime volte che era suonata nei tour. Il terzo verso della prima strofa diventava Just like a virgin blows in vece di Another corporate show. Cambiava solo totalmente nella versione di 2 tracks acetate il testo, che spiegava un po’ meglio le idee messe nella canzone.
A livello personalemozionale non saprei che dire. Ogni volta che viene suonata Sunburn mi regala dei brividi. Credo sia l’unica canzone dei Muse che mi scombina così, non saprei dire se mi piace ma mi incasina totalmente. Sì, è una dichiarazione d’amore, ecco.

Bellamy in Abbey Road

Il video prevede un’idea molto semplice. Diretto da Nick Gordon, inizia con una ragazza che si siede sul sofà con un bimbo che guarda la TV. Poi si alza, sale le scale graffiando tutto il corrimano e arriva alla camera da letto dei padroni di casa. Dentro gli specchi si vede dapprima Matt e poi gli altri due suonare, mentre la ragazza si prova vestiti e gioielli. La ragazza sbrocca, e si agita sempre di più, in un crescendo di paura. Finché getta un vaso in direzione dello specchio e si frantuma. Il bimbo, che intanto era salito (forse sentiva anche lui la musica?) entra nella stanza e guarda lo specchio rotto, vede la ragazza sedersi giù sulla base nello specchio, ma quando osserva intorno, lei non è in nessun posto nella stanza.

Difficile fare una scelta ragionata delle tracce da farvi ascoltare. Ne sto mettendo troppe. Mi dispiace, perché finirete per non ascoltarne neppure una, vi conosco. Ma ognuna ha una particolarità. Dal suonato al testo, a voi scoprire come e quale.


0 thoughts on “I'll still feel your glow.”

  1. Qualcuna di quelle… ehm… due versioni ha la schitarrata all’inizio al posto del piano? Anche se il piano rende molto, era una curiosità :)

    Me piase, a mi (in effetti Showbiz è quello che sto ascoltando di più, al momento – sto anche aspettando che arrivi il cd vero e proprio xD).

  2. senti ma… i posti :P

    cmq io sono stata stra-brava ed ho beccato dei posti sbav…altro che ticketone :P

    M_L

  3. ML: io ricordo fila 15, ma non ricordo dove, chiedo al pusher, mi passò di mente :P

    Bimbo: non seguii, ma se così è… ehm, coff, argh.

    StM: certamente la acetate e glastonbury 99 :P Cmq puoi presentirle in streaming.

  4. Per quanto riguarda la questione per così dire, interpretativa, sono più incline a pensare che “Sunburn” sia riferita ad una donna, come probabilmente la maggior parte delle canzoni di “Showbiz”(una cronistoria a puntate di un amore giovanile dello smilzo Matt andato a puttane???), la cui perla, almeno per me, rimane “Unintended”, il LENTONE STENDIGNOCCA per eccellenza della band del Devon….tutte le volte che la sento piango come una deficiente!!!

  5. Sono contenta di trovare veri fan dei MUse!!!I tuoi interventi in Museologia sono davvero interessanti e il tuo modo di dare informazioni e allo stesso tempo esprimere il tuo parere sarcastico e personale è davvero unico!Ti dispiace se ti linko sul mio blog Msn?

    ps:Sono anch’io a Verona..schifossima 33° fila..ma sto cercando di inculare dei miei amici..hihih!Se ti va di sentirmi anche per il concerto la mia mail è marthy_c@hotmail.it

  6. cioa franfiorini, mi sono ammazzata dalle risate al eggere quello che hai scritto sulle mestruazioni……

    Per quanto riguarda i muse che dire…… nn ci sono parole per esprimere quello che sento quando matt fa uno dei suoi acuti o ci da dentro con la chitarra….. divertitevi anche per me a verona GRANDE FRA

  7. RAGAZZI HELP!!!!!!!!!!! nn ho ancora i biglietti per verona…………………. chissà se li troverò ancora già mi sento male………. ma porca p…….a

    fra sei troppo

    una grande

Rispondi