Poi i gggiovani non si muovono da casa.

Poi dicono i giovani mammoni, pizza, mandolino, mafia e spaghetti.
Cioè, ma dico, voi non sapete e non capite.
Vogliamo parlare delle spese condominiali? Vogliamo parlare che il mio amministratore in un anno tra compenso e spese vuole pupparsi cinquemila euri? Vogliamo parlare che per aver messo quattro specchi e due rastrelliere li abbiam pagati quanto due stipendi?
Parliamone.
Poi dopo dicono che non ci si smolla dai genitori. Voi che siete ancora in casa: fate bene. Non spostatevi. State lì a fare le malmignatte il più possibile. Eccheccazzi. Non basta il mutuo, le bollette, i casini vari. Anche il condominio.
Odio.

0 thoughts on “Poi i gggiovani non si muovono da casa.”

  1. sottoscrivo. io, per di più, c’ho un amministratore che non amministra una ceppa. settimana scorsa la tromba delle scale ce la siamo imbiancata da noi. ora, come consigliere, lo marco un po’ più da vicino: sono tra gli ultimi arrivati e devo capire delle cose.

  2. Quanti condomini siete nel caseggiato? Potreste organizzare una rivolta e cambiare amministratore, oppure esigere da lui fatture che comprovino quelle cifre sino all’ultimo cent (sennò gli spedite la finanza). Nel frattempo puoi usare lo splat! da me ;-**

  3. ecco per me è lo stesso…non ti dico cosa mi succhia l’amministatrice…e il mutuo e la rata del condizionatore e del prestito

    buahbuah mamma voglio tornare a casina mia ( dove c’era anche la cena pronta e i vestiti lavati e stirati) sigh.

    M_L

  4. pure io! pure io!

    inoltre abito in un condominio di stronzi col botto.

    tra l’altro, l’amministratore nano malefico del mio condominio *vive* pure nel mio medesimo palazzo.

    spero sempre che rotoli giù per le scale, un giorno o l’altro. così, giusto per farmi felice.

  5. Io vivo in una palazzina con otto altre famiglie di cui una è la proprietaria di tutta la palazzina: no amministratore e spese abbastanza ridotte (circa 25 euro/mese)…

    [ …e che diamine, non poteva andarmi proprio TUTTO storto, no? :-) ]

  6. Oddio: le riunioni di condomio mi provocano orticaria, l’amministratore spasmi muscolari, i condomini istinto omicida. Per non parlare delle spese, appunto!

    E tutto ciò, mentre vivo ancora con mammà… m’immagino in futuro.

    Bacio.

    Viola-sloggata

  7. Io vivo in un condominio dove uno stordito l’anno scorso ha chiuso in casa la vicina(legandole la maniglia alla ringhiera fronte porta con il filo di ferro), poichè la accusava di fare rumori impensabili e offensivi dalla camera da letto. Tale vicina è single e suora laica.

    Penso di avervi battuti tutti.

    Thus

  8. (ma con otto unità abitative è obbligatorio l’amministratore, abusivi! :P)

    Il problema è che nel mio condominio (due scale) fatichiamo a metterci d’accordo anche sulle lampadine, soprattutto la maggiorparte della gente che ci abita non si sente neppure in dovere di interessarsi (in fin dei conti è il bene della propria proprietà, mah) e non caga neppure le riunioni, costringendoci anche alla terza/quarta convocazione. Fosse per me cambierei quell’arpia di amministratore con uno più economico, ma ehm, stimolare i vicini è complesso.

  9. Ecco, sì, vivendo ancora da malmignatta (be’, insomma, malmignatta contribuente, eh) ogni tanto mi prendo ancora il lusso di considerare irrisorie certe spese :P

  10. Mmhh, oltre a vivere dalla mia mamy adorata, vivo in una villetta e oltre a vicini un pò rumorosi non ho perché non abbiamo mai da fare spese comuni. Considerando anche che non ci salutiamo mai, direi che sto quasi bene qui…

  11. Anch’io, ahimè, appartengo a quella nutrita schiera di giovani (si fa per dire, quest’anno spengo trenta, e dico trenta, candele) costretti a stare sotto lo stesso tetto con mammà perchè senza un euro in tasca per mantenersi; e non è che sia poi una situazione ottimale, dal momento che non sei assolutissimamente libero di farti i cazzi tuoi.

    Se poi torni a vivere alla casa madre dopo che, per ragioni universitarie, hai speso quattro anni fuori, prima in una pensione e poi in appartamento, beh, riorganizzarsi di nuovo è dura, ammazzza se è dura..

Rispondi