Del perché BH&R non è l'album peggiore e le bonus track.

Non seguiamo, cari amici carampani, il solito schema. Ma dopo la lettura della recensione di Disorder su Black Holes and Revelations è bello scrivere cosa si pensa anche qui su questi lidi della opera omnia dei Muse partorita sinora da Bellamy e soci.
Matthew Bellamy pianoDunque, BH&R non è il lavoro più brutto dei Muse. Io seriamente i primi mesi di ascolto di Absolution rimasi un po’ di merda. Uscire da Origin of Symmetry e sentire Absolution e gli arrangiamenti di Absolution è stato un colpo al cuore. Mi si prese malissimo, come rimasi felice come un bambino a cui si era appena spiaccicato il gelato a terra. Tipo come quando sentii per la prima volta dal video Hysteria. Non so, ma a me Black Holes and revelations, sarà stata per l’attesa, sarà stato perché dopo Absolution ero parata ad omnia ma a me al primo ascolto il cd piacque. Forse proprio perché si dava quell’idea unitaria di lavoro e non di raccolta di canzoni. E mi esaltò Knights of Cydonia forse perché dopo Supermassive black hole [che a me comunque dal vivo piace di più, perché perde il Do Something alla Britney e va a inserirsi in quello schitarramento che veniva fatto tra il bliss/plug in baby dei precedenti tour. Insomma, diventa molto più Muse di quanto non sia la canzone stessa, che però, attenzione, da un’assurda dipendenza. Un po’ come tutto l’album (colpa di Costey?)]
Diciamo che se c’è un problema in BH&R esso consiste nella gestione scriteriata del lancio dei singoli. Alla cazzo. Pezzi migliori son stati relegati indietro o deturpati in editing.

Se vogliamo fare un giochino (difficile) oggi proporrei quello che salvo io da ogni cd dei Muse, in ordine di preferenza, talvolta sacrificando qualcosa e mettendovi a disposizione le bonus track che sono sulle versioni giapponesi. Crudele, perché amando OOS ci ho messo due ore a scegliere, e perdonate la botta di paraculismo su Hullabaloo. Devo ammetterlo, non è per niente facile. Sob.
Beh, sulle bonus track… in alcuni casi queste bonus track sono meglio delle tracce del cd stesso. Prendiamo ad esempio Fury. Fury (che ne parleremo presto anche in modo completo) sarebbe stata preferita dallo stesso Bellamy come traccia di Absolution al posto di The Small Print. Ma Howard e Wolstenholme votarono contro, e sul cd finì ad esserci proprio TSP, che se guardate… se sentite, non c’entra un cazzo col "progetto Absolution". Piuttosto è un satellite dei lavori precedenti. Ma che ci vogliamo fare, è uscito così.
Delle altre penso che parleremo ampiamente in futuro, però tra parentesi due parole ve le dico. Sono tutte versioni studio.

– Sunburn
– Showbiz
– Muscle Museum
– Hate this I’ll love you
[bonus track: Spiral Static, molto "dark". Un crescendo, non toglie nulla e non mette nulla all’album ma bellina]

– New Born
– Bliss
– Citizen Erased
– Plug in Baby
[bonus track: Futurism, anche qui, venne usata anche come b-side. Non so, non mi ha mai entusiasmato.]

– Dead Star
– Hyper Chondriac Music
– Nature_1
– Microcuts (live)
[Bonus track: Sunburn piano, di cui già parlammo qua]

– Time is running out
– Butterflies and Hurricanes
– Sing for Absolution
– Stockholm Syndrome
[bonus track: Fury; che vi devo dire… la amo. Una traccia superiore ad alcune veramente aberranti dell’album (tipo, Endessly grida vendetta)]

– Map of the problematique
– Assassin
– Exo politics
– City of delusion
[bonus track: Glorious; bellissima. In crescendo anche questa. E anche qui ne parleremo ampiamente più avanti, ecco se pensiamo le cose più belle di BH&R potrebbero essere lei e Assassin gob edit, e fa triste in fondo]

0 thoughts on “Del perché BH&R non è l'album peggiore e le bonus track.”

  1. Bellissssssssima Fury!!!

    Di Black Holes etc.. etc…salverei anche Take a bow, ha un non so che che mi fa sballare!;)

    Ah, quanto mi piacciono i tuoi post sui Muse…

    Sere

  2. “il Do Something alla Britney”

    ossignore è vero, è la stessa canzone! :D

    Knights of Cydonia è una canzone fatta per esaltare più che per piacere, davvero ipervitaminizzata oserei dire :)

    Per il resto d’accordo su tutto, più o meno.

    Vero che Absolution, specie dopo le prime 3-4 tracce, è più una raccolta di canzoni. BH&R forse meno, boh. Sarà che è la qualità dei pezzi che mi piace meno rispetto a quelli di A., quindi io non ho colto granchè nemmeno il senso unitario dell’album.

    Insomma, il vero salto scioccante come suono è stato da OOS ad Absolution, ed è quindi normalissimo che chi ha avuto un attaccamento più viscerale ai primi Muse ritenga quell’album lì il peggiore.

    PS. mentre io ti ringrazio per la citazione, il mio fido animale da soma agita lo zoccolo nell’aria e ti manda sentiti ringraziamenti per avergli tolto il peso di alcune cosette che stava già cercando per il suo padrone ;)

  3. Sere: sei al solito un tesoro :)

    Disorder: orcavacca, devo passarti allora lo smash tra smbh e do something, non so dove ma te lo passo ecco :)

    Al solito se avete bisogno di quaRcosa sui Muse qui si hanno abbastanza cose in cui rovistare :)

  4. Grazie…(oddio, adesso mi commuovo!) :)

    no, ecco, di OOS mi distrugge anche Megalomania, il violoncello che fa da sottofondo alla seconda strofa mi fa venire i brividi!

    Sere

  5. Fermo restando che per me il disco migliore mai fatto dai Muse fino ad ora sia OOS ( non escluderei nessuna traccia, in tutto l’album non si registra nessuna caduta di tensione, neanche un minuto di noia, negli invece altri un pò sì), non mi pare che “Black holes….”sia da buttare;certo, come ha detto Disorder, ci sono delle “pacchianate” pazzesche, tipo “COD” ed “Hoodoo” ( una specie di “sceneggiata napoletana” in chiave anglosassone??? Non so perchè ma all’entrata del ritornello mi aspettavo il vocalizzo alla “torn a Surrrient!!” del povero Merola), però si possono trovare anche dei buoni spunti (su tutti “Take a Bow”, “Assassin” e “MOTP”) su cui Bellamy e soci possono sviluppare la loro via futura, forse ancora più cupa, dance, ed elettronica molto vicina, più che ai Radiohead di KID-A, agli u2 di “Pop” (pure quello un cd ingiustamente bistrattato; non era forse meglio “Discoteque” che l’insulsa marcetta di “WITS”??).

    D’accordissimo sulla politica scriteriata dell’uscita dei pezzi: a giudicare dai milioni di volte che “Starlight” (che a me non piace), passa da mesi e mesi in radio e TV rispetto a tutti gli altri estratti, non sarebbe stato meglio scegliere quello come singolo pilota invece che il simil- “The fly” SMBH??

  6. Dunque, parecchie parti “restacunmenummelassà” sono proprio ispirate dalla canzone napoletana ante d’alessio cantantis. Del resto dice di aver ascoltato Massimo Ranieri (suvvia, Erba di casa mia è meno stracciapalle eh)…

    … ehi Matt, io sono nata lo stesso giorno di Ranieri, vale??

    (no eh?)

    Il casino è che secondo me da dopo OOS si è perso moooolto anche dal vivo.

  7. Probabilmente,in quanto neofita(sono stata folgorata dai Muse esattamente un mese fa!),la mia opinione è di poco conto,ma a me “SMBH” e “Starlight” sembrano fantastiche…In generale di “BH&R” abbandonerei “Invincible”,”Soldier’s poem” e “Hoodoo”,che mi piace solo per il testo…

Rispondi