Dovrei farmi un header con la croce verde (ma anche arancio) tipo farmacia.

Premessa: io mi sento bene, rispetto a tutto quello che è successo negli ultimi venti giorni. Occhio, non sto dicendo che domani vado a correre, non riuscirei neppure a portare l’auto, né che scendo ad aiutare gli uomini dell’est a piantare siepi qui sotto eh.

Credo che la prolungata esposizione all’ossigeno mi sta rendendo una donna migliore.
Già vi vedo a regalarmi bottigliette di ossigeno aromatizzato, altro che bacardi breezer.
L’ho sempre detto che a me l’ossigeno fa sballare, di brutto. E infatti essere in ossigeno terapia mi rende in uno stato mentale tra il nowomannocry e il esistono anche problemi a questo mondo ma per ora sono impegnata a contemplare l’infinito.
Quello e il frequentare da vicino un alcaloide a caso che mi avvicina ai poeti maledetti. Figata eh?
Oggi ho mal di testa, di denti, alla spalla destra (la solita), al polso destro, alle costole, al ginocchio sinistro, un’algia che dalla mandibola si espande al parietale, la diarrea, del vomito, brividi, sudori freddi e crampi allo stomaco che si propagano anche alla flessura sinistra del colon.
Però vi dirò, in confronto agli altri giorni mi sento benissimo e quasi allegra, mi da noia solo che quando mi alzo mi gira la testa e che non mi sia accorta che ieri sera, che non è che il capo era qui con me, mi sia scorticata la porzione di pelle vicino il naso.
Non scherzo, nella media va benone. Davvero eh. Sembro anche contenta nelle 3 ore che ho della residua energia.
Pensa se fossi anche ipocondriaca.

In tutto questo stanotte non è che stavo sì bene. C’era il famoso chest pain ad albergare e a rompere i maroni. E secondo me va meglio eh, finora mi svegliava la voglia di vomitare, perdire. Poi finisce che alle 3, tre e mezza, mi addormento. Ma alle 5 mi han svegliato.
Ché io ci ho sto problema qui, ho il sonno leggero.
Le cronache narrano che io da piccola al minimo rumore saltassi nel carrozzino. Ora, stanotte dicasi che abbia fatto lo stesso appena ho sentito due che ridevano scompostamente fuori in strada. Io, checcazzo avevo lasciato a fare la finestra aperta, che l’acustica lì è un qualcosa di tremendo, in bagno?
La cosa bella è che qui ormai passan tutti: chi cerca del polmone collassato (celoavevo), linfonodi linguine (sì, trenette e piccolini) ingrossato, video drenaggio pneumotorace (ho il dvd dell’operazione, volete?), verruche sul batacchio (mi manca), nimesulide e piorrea (non prendo la nimesulide), peli incarniti nelle gambe uff (a chi lo dici). Mah, ecco, è uno sglaps ormai di utilità sociale. Son cose.

Io oggi pensavo di spiegarvi perché bevendo alcool si piscia di più. Ma dopo temo che studioaperto mi copi. Boh, ve lo dico domani vah.

0 thoughts on “Dovrei farmi un header con la croce verde (ma anche arancio) tipo farmacia.”

  1. Dai, su, chi può vantare chiavi di ricerca simili? Mi dispiace solo per quello delle verruche sul batacchio che non ha trovato risposta. Spero che abbia preso precauzioni, nel frattempo

  2. “Oggi ho mal di testa, di denti, alla spalla destra (la solita), al polso destro, alle costole, al ginocchio sinistro, un’algia che dalla mandibola si espande al parietale, la diarrea, del vomito, brividi, sudori freddi e crampi allo stomaco che si propagano anche alla flessura sinistra del colon”

    bhè direi che va meglio del solito…però ti suggerisco (giusto per ingannare il tempo) di aprire una rubrica tutta tua su studio aperto!!

  3. citando una frase di un mio amico di tanto tempo fa

    “se la birra è di buona qualità la pisci via tutta”

    a me è bastata come spiegazione.. per qualsiasi alcolico

    perchè mica ce n’è un’altra?

    barbara

  4. sempre stare in guardia da studio aperto, sempre.

    Se vuoi medicine di ogni sorta c’è il settimino ( si sette cassetti ) di casa mia. Facciamo schifo.

    Ora leggo il post sotto… non so perché mi attizza il titolo… sarà un transfert…

Rispondi