Ossimori.

[peccato non poter riportare commenti su accadimenti fisici. Son troppo crudi e volgari, non capireste]

In realtà oggi non sapevo cosa postare. Avrei potuto dire che Fiorello poteva risparmiarsi il "gettate la tessera elettorale dalla finestra", dacché sia al mio certificato elettorale ci tengo (sapete, ci ho ancora ‘sti valori tipo votare, anche apponendo sulla scheda una ceppa ma votare, la patria… l’inno compreso il poropompompompompò nel ritornello che non c’è scritto ma si canta…) sia che insomma, se li gettassimo tutti in strada, i certificati, si sporcherebbe.

In realtà davvero sono rimasta ammirata difronte all’ultimo videopost di Zoro. E un po’anche esterrefatta, visto di quel che tratta.
Eppure vi dirò, sebbene la donna lì (non mettiamo nomi, ma è una di Cuneo, amica di uno di Cuneo che non scrive libri) sia tremendamente brutta di struttura c’è da dire che l’ex marito e il maquillage han fatto miracoli eh. Ho anche io la speranza di divenire incommensurabilmente figa.

Io volevo anche scrivere che ‘sta fiction su Caravaggio è una cagata pazzesca, ma Boni è un bel vedere, ecco. Poi il riassunto ve lo faccio domani eh. Ché ora sto seguendo le prove radio e mi sento tanto pippobaudo, ecco.