Essendoci sei reti wireless tutte chiuse in questo punto probabilmente uno di loro potrebbe leggere questo post: bene!

Io ci ho la vicina che occupa la parte della mia casa sopra bagno-sopra cameradaletto che è da ieri quando io stavo facendomi la doccia, ma probabilmente anche prima, che sta martellicchiando in modo lieve e continuativo senza soluzione di continuità da circa 14 ore, escluse quelle di sonno.
La cosa mi preoccupa. O deve spaccare 3478 gusci di noci o è completamente scema. Vabbè, che il babbonatale rampicante fuori dalla finestra farebbe propendere per la seconda, ma mi inizia a irritare. Anche perché, checcazzo, è un rumore che si cancellerebbe dalle orecchie solo mettendo Novembre di Giusiferreri in cuffia.
E non ce la farei.
Eppoi è la stessa che mi ha fermato dicendo: "io la sera torno tardi, e gira gente strana, e io ho paura".
Esticazzi?

Poi ci sono i vicini di muro della camera che sono la versione trucida di Fosca e Raniero Cotti Borroni di Viaggi di Nozze verdoniani.
Un capitolo a parte.

Poi c’è il vicino da balcone a sinistra. Quello che il fratello fece un anno di università con me e io e la mia migliore amica ce lo ricordiamo come un tumore ai testicoli. Così, in allegria interrompeva ogni lezione per farsi spiegare la prima frase dopo il buongiorno del prof. Ecco, l’altro fratello, il maggiore, è anche meno furbo di lui.
Già.
Mi ha scritto in email dicendo che ora che abbiamo questo nuovo e potente mezzo di comunicazione possiamo tenerci di più in contatto per il bene del condominio.
[e a me è suonata in testa la canzone dei Meganoidi: "supereroi contro la Municipale! supereroi contro le forze del male"]
Poi ti incontra in giro, ti fissa, e non ti saluta.

[Ah, sì, intanto durante la stesura di questo post continua a martellicchiare eh]

Poi c’è la vicina di cucina. L’infermiera. Mi pare sia in quelle specializzazioni soft tipo oculistica (infatti non l’ho mai incontrata: io frequento solo quelle hard) ed oltre a lamentarsi che la sua persona non viene attentata dal macho italico (vedi qui) non mi sembra molto normale. A parte che di infermiere stabili nelle strutture mentali ne debbo ancora trovare, al massimo sono molto estrose. Però ecco, sta in un monolocale con un’unica finestra e sebbene tacchetti dentro casa non apre la finestra.
Ora, che odore ci deve essere?

[continua]