Per combattere l'acne, oltre il Topexan.

Mi sono rotta i coglioni che la gente mi consideri ancora piccola o maltrattabile. Ho venticinque anni. Fanculo.

In queste ultime 24 ore tutti se ne sono fottuti dei miei sforzi lavorativi.
Sono incazzata, frustrata, delusa.
Se tutti fossero un 10% seri come me, tutto sarebbe diverso. E il mondo migliore.

Cheppoi sabato l’ha detto anche il cantautore Pacifico, ‘sta cosa dell’acne da anziani. Acne senilis. Poi insomma, a me viene con lo stress. Quindi tipo venerdì mi vedrete tipo la pimpa, piena di robe rosse. Ma peggio di così: mi girano i coglioni, dato che la gente, specie la gente che lavora al comune, non sa leggere quello che le si scrive. Per non parlare della gente in generale che prima di scomodarsi per chiederti spiegazioni ti boccia le cose così, come gli gira.

Sì, ho ancora le cicatrici dell’acne. Ho ancora un po’ di acne. Ma parafrasando Vieri ho più palle di tutti voi, checcazzo.
Scusate, è uno sfogo random.


3 thoughts on “Per combattere l'acne, oltre il Topexan.”

Rispondi