Boh, ma insomma.

Ho ascoltato i finalisti di Sanremo Lab e uno è la orrenda copia di Povia incidentata con Pacifico e l’altro nel ritornello gli piacerebbe essere Benvegnù ma con qualche mortaletto ar culo.
Questi ce li ritroveremo assieme al principe Saclà sul palco.
Per dire.

[meglio sto video dei Muse che è stato molto tanto filmato a Torino (ed io c’ero), signora mia. Resistance]


0 thoughts on “Boh, ma insomma.”

  1. Palacio de los Deportes proprio per essere pignoli..peccato non sia il Palaisozaki per davvero (comunque direi che mi accontento del christmas gift con Mk Ultra girato in quel di Torino).

    Sara (ho dimenticato di firmarmi prima)

  2. Ah beh tranquilla anch’io son andata lì a vedere i dettagli, mi sento poco normale pure io!Effettivamente ad un certo punto si vede Matt vestito come a Torino e in un frangente mi sembra di vedere Chris senza baffi (quando durante tutto il video è in versione Pedro). Comunque al Palaisozaki c’erano quelle lucine lungo le corsie di fuga che lì non mi pare di vedere..

    Comunque riguardo Sanremo gggiovani ho visto che hanno lasciato fuori gente con brani interessanti (vedi Fabio Cinti) per prendere altri che..vabbè meglio che non mi esprimo..alle solite!

    Sara

  3. (sì, ma l’elenco degli scartati da Sanremo decenti è lungo, potrei farci campare Radionation per mesi)

    Ma infatti secondo me è un collage. La folla no, non è Torino. A Torino c’era spazio nel parterre. Qui no, erano belli compressi.
    Ma proprio alcune inquadrature su loro, se guardi infatti son vestiti anche diversi e cose così.
    (ok, siamo ufficialmente fuori come balconi)

  4. Ahah leggermente fuori sì ;D ma in ogni caso mi fa piacere non essere l’unica fissata ;) ( e mi fa pure piacere leggere di qualcuno che,come me, si rifiuta di andarli a vedere a san siro)

    Per Sanremo non dubito abbiano lasciato fuori altra gente in gamba..ne avevo ascoltati solo alcuni e tra quei pochi..devo dire che a sentire certe cose mi si erano rizzati i capelli (da notare che li ho belli ricci). Robe anche al limite di violazione dei diritti d’autore.

    Sara

Rispondi