Stolpersteine.

Stolpersteine
pietre d’inciampo a Budapest
per la Giornata della Memoria

www.stolpersteine.com/en.wikipedia.org/wiki/Stolpersteine

Dalla metà degli anni ’90 lo scultore Gunter Demnig ha iniziato a disseminare le città tedesche con i suoi Stolpersteine (letteralmente “ostacoli”, “impaccî”; ma anche, nella fattispecie, “pietre sulle quali inciampare”).
Budapest: StolpersteineLe pietre di Demnig ricordano lo sterminio di ebrei, rom, omosessuali, oppositori politici, testimoni di Geova e portatori di handicap negli anni del nazionalsocialismo. Le prime furono collocate a Colonia e nel quartiere berlinese Kreuzberg. A tutt’ oggi ne sono state collocate ben 11.000, nei selciati di fronte all’ ultimo domicilio civile delle vittime. Si tratta di blocchi d’ ottone sul quale sono incisi il nome, l’ anno di nascita ed una concisa nota biografica della vittima. Fuori dalla Germania, alcuni pezzi sono stati collocati anche a Budapest, a Vienna e in alcune località austriache. L’ iniziativa incontra consensi (si vedono spettatori che ornano di fiori le pietre) ma anche perplessità e talvolta persino ostilità.