Vi amo ma vi sputo però.

Wien: HofburgIn realtà non so ben spiegare se Vienna mi piace o meno.
Dovremmo fare una classifica ragionata di quelle che si danno i punti come quelle serie: del tipo che tu hai 5 punti per ogni qualità che si va a investigare nella città e ci dovresti tirar fuori una classifica che però -come si direbbe in Venturese- non è molto di pancia.

Quindi Vienna non è che è proprio non so, una cosa riconducibile a un rapporto di lavoro gradevole.
Una che una volta ti è completamente estranea e una volta ti da noia. E volte che come questa te ci hai freddo, ma di un freddo però ti escono foto fighe così.

E poi ti vai a ingozzare la Demel (che è uno dei motivi per cui andare a Vienna, diciamocelo, anche se la Esterházy a me garba di più quella ungherese con le mandorle)

[però ad esempio il trasporto pubblico nel Viennese è una cosa fighissima, magari ci fosse da noi, e invece. E anche tante altre cose, tipo i locali. Però boh. La pancia]


0 thoughts on “Vi amo ma vi sputo però.”

Rispondi