Looooove, ouuuusceeean, puccipucci.

Benvenuti all’osservatorio Matthew Bellamy.

Dunque, di cosa parliamo? Ma di Neutron Star Collision (Love is Forever) che è uscita ieri e che la sottoscritta si è ascoltata pedissequamente per voi. Inciso: rispetto all’essere fan o meno della saga le colonne sonore di twilight sono sempre discrete per quel che gira. E poi magari davvero i ragazzini si ascoltassero quella musica ivi contenuta: in Italia stanno ancora a D’Alessio o la cantante Emma, numerosi regazzini. Se con Eclipse mi svoltano a Florence o altri gioisco. Interiormente, ma gioisco.
Dunque, che dire di questa cosa che traina la soundtrack, quindi. Il problema è che a me questa traccia non dispiace. Cioè, non fosse dei Muse sarebbe stata anche ottima, ma ecco, il solito problema bla bla. Non sto dicendo che mi piace ma dico che è un buon prodotto. Non originale.

[a parte che io non capisco ancora perché con chiunque parli tutti mi dicano che The Resistance per loro è inferiore a Black Hole and Revelations. Io sono l’unica assieme a Pitchfork che pensa il contrario?]

Cosa è Neutron Star Collision (Love is Forever): una summa de(lle derive de)gli ultimi due album dei Muse. Un ingorgo di topos musiani (…): batteria galoppante, uso di sintetizzatori a mo’ di space invaders, parte potente di piano/batteria che sembra più epica anche con ‘sta impostazione vocale con una dizione tipo cotonenelleguance nonché questi riff che ti si stampano in capo.

Poi alla luce di quanto ha detto a Zane Lowe ci si aprono innumerevoli scenari:

“”Well actually the song was written, well I don’t wanna bring anyone down, when I broke up with girlfriend about 8 months ago or something, and I pretty much wrote that song immediately after that.

It was like that song was reflecting on that moment when you first get with someone and everything feels like it’s going to go on forever and it’s bit of like uh, bit of like a true love sentiment I suppose, but for me, when I wrote that song, it was quite heavy because it was like a memory of what it used to be like you know?

Like when you used to think that way but now obviously it’s the complete opposite of that when you break up. So when I’m singing that song, I’m kind of coming from that perspective really.

That song was floating around since about 8 months ago and that song was what I thought would probably be on another album in the future, but it’s gonna be a long time until we get to do that, and then obviously these Eclipse, the Twilight people contacted us and um, we were very keen to get a song for the film and I just thought ‘why not?’ you know?

Might as well just bug it out there and get it out there because probably the song is representing a difficult period of my life and by the time we get to the next album it might not be relevant anymore because my life might be changed or moved on or something.”

Cioé: avendo sta pucciataammoremioritornachecomoèinfiore ce la risparmiamo nei prossimi cd? Ha terminato? Ci abbiamo messo una pietra sopra a Gaia? Finalmente dalle pene d’amore ci stiamo risollevando e quindi ci rifai un altro album pieno denso di teorie del complotto, schifo verso alcuni potenti, disagio esistenziale e pippe varie? Davvero? Perché tutta ‘st’ottimismo, ‘sta botta di zuccheri di questa canzone, ‘sta cosa qua tipo orsetti gommosi ecco, ok, però capisci… no?

Matt. Io e lo psicologo Morelli (checculo, dirai) (lo penso anche io) (ma vedi cosa vuol dire avere lo switch del digitale terrestre con solo la vita in diretta a vedersi?) pensiamo che una volta finita una storia d’ammore ecco, lì basta, stop. Cazzo, smettila. Non ti stai sfrangiando i coglioni te, ma anche io. Ok, un po’ va bene, fa tanto sensibboli, tanto romantico. Tanto filmdivampirioddiopucci. Ma se ti azzardi a rimettere ‘ste pucciosità nel prossimo cd te li sfrangio io: con una bottiglia rotta. A Microcuts.


0 thoughts on “Looooove, ouuuusceeean, puccipucci.”

  1. Visto però eh, Fran, hai passato il tempo a sfottere i ragazzini che venivano agli ultimi concerti dei Muse e degli Editors solo perchè avevano sentito qualche traccia dei nostri artisti preferiti nelle colonne sonore della saga di Twilight, ed ecco che alla fine anche tu vieni a quello che io sostenevo qualche commento fa.
    Sfortunatamente ancora non riesco ad ascoltare l'ultima traccia di Bellamy e soci, però però permettimi di fare un appunto sul tuo fastidio circa il tema portante della canzone. Come ho già scritto in qualche commento della Muselogia, è vero che in questo momento Matthew  è sfidanzato, ma non credere che stia facendo salti di gioia, perchè si è ritrovato giocoforza a gettare al vento una storia di otto anni, e  sottolineo otto anni, e non otto mesi, perchè la rottura non l'ha cercata lui, e perchè il nostro comunque ha investito molto in questo amore: per lei, lui è venuto a vivere in un paese straniero di cui conosceva  a malapena la lingua, e con lei stava addirittura progettando un matrimonio. Aggiungi pure il fatto che con i 32 anni ormai alle porte, il leader dei Muse con questo fallimento sentimentale cominci a temere la solitudine, perchè quest'età, lo so per esperienza personale, è una specie di "ultima chiamata"  per sistemarsi e mettere su famiglia,  e la frittata è fatta. Sicuramente Bellamy avrà modo di assorbire questo bruttissimo colpo, ma bisogna comunque dargli tempo.

  2. Oddio che gossip!! Matt e Kate Hudson?!?!
    Comunque devo dire che neanche a me fa impazzire "Neutron Star etc etc…", più che altro speravo che non cedessero così ai vampiri :)

    Sere

    P.S. quattro per The Resistance VS Black Holes….

  3. Giusto un'oretta fa ho sentito per la seconda volta "Neutron Star.." su Virgin (lo danno come novità della settimana) e purtroppo la mia opinione non è tanto diversa da quelle di cui sopra. Non c'entra il fatto che il terzetto del Devon presti la propria arte per quello che secondo l'opinione di è il prodotto cinematografico più brutto in circolazione e nemmeno il fatto che il pezzo sia un'esaltazione tardiva di quella che ad oggi è la storia d'amore più lunga ed importante che Bellamy abbia mai avuto. Il più grande difetto di questa canzone, secondo me, sta nel fatto che tecnicamente contiene troppa roba condensata in troppo poco tempo per poter essere colta ed apprezzata, tanto che non si capisce dove vada a parare: dall'intro classicheggiante, passando per la batteria marziale ed il  synth fino all'assolo di chitarra sparato sul finale degno delle peggiori hair metal band anni '80, ho contato quattro cambi di stile, a cui corrispondono diversi modi di cantare da parte di Matthew Bellamy, diaframmatico nelle prime due parti e sparato di testa nelle restanti due, concedendosi qualche nasalizzazione qua e là. Non solo, ma avverto quasi la sensazione che il tutto sia stato eseguito in maniera fredda, senza passione, senza entrare mai veramente nel cuore di chi ascolta. Mah, speriamo che i muse facciano meglio in un prossimo futuro.
    P.S. Anch'io preferisco "Resistance " a "Black Holes" ma non perchè il primo sia un capolavoro ed il secondo una ciofeca, sempilcemente perchè nel primo ci sono meno momenti imbarazzanti; il capolavoro dei Muse per me al momento è e resterà "Origin of simmetry"

  4. P.P.S : Vabbè che Kate Hudson non è proprio il massimo dell'avvenenza, però è pure vero che, d'altro canto, Mr Bellamy non è neanche la quintessenza della bellezza…….( e comunque, sulla Polloni, ho sempre nutrito qualche "sospettuccio" che a farla così ci abbia pensato, oltre Madre Natura, anche Madre Chirurgia Plastica)

  5. scusate l'intromissione, volevo chiedere un chiarimento a fra1977: che cosa intendi tu per "canto diaframmatico" e "canto sparato di testa"?

  6. Dunque, partendo dal presupposto che quando si canta si mettono in moto muscoli e parti del corpo diverse dalle semplici cordi vocali, a seconda delle parti che si usano si hanno tanti diversi modi di far uscire la voce, e quest'ultima a sua volta può avere suoni differenti.
    Chiarito questo, per voce diaframmatica (il termine potrebbe anche non esistere in italiano, comunque controllerò) intendo la voce fatta uscire nel modo più classico, ovvero attraverso la respirazione polmonare ed il diaframma teso, mentre per voce di testa si intende la voce fatta uscire facendo vibrare la parte alta della testa, quella dove ci sono le tempie.
     

  7. Mmmh non credo di aver capitoXD
    Io studio canto da tre anni, ma il mio insegnante non ha mai usato l'espressione "canto di testa"…al massimo "registro di testa" (che equivale al falsetto femminile). Magari sono io che sono scema (il che, dopo una giornata intera passata in un laboratorio di analisi dei farmaci, è altamente plausibile, abbiate pietà di me), ma è proprio la frase "far vibrarte la parte della testa dove ci sono le tempie" che mi è ostica. Nel canto di diaframma, che è quello che fanno usare anche a me, si utilizza il diaframma per far sì che il suono non venga bloccato in gola, ma utilizza quest'ultima solo come punto di passaggio e si incanala la voce nei risuonatori naturali (cavità orale, naso) per ottenere la cosiddetta "messa in maschera", per cui la voce "risuona" nella zona attorno al naso e sotto agli occhi, in modo da non andare in tensione e non avere il "suono ingolato".  Tra l'altro nella tecnica in cui si usa il diaframma si va a riempire la parte che si trova sotto il diaframma stesso, non il torace (infatti si vede che chi usa la diaframmatica quando canta ha la pancia che si gonfia, non la parte superiore del corpo), per avere in questo modo più aria a disposizione: è un pò come se si volesse riempire una bottiglia fino in fondo invece che a metà, avendo così una flusso d'aria maggiore e più duraturo. Matt, per quanto ho visto io, non usa la diaframmatica,  ma la toracica, quindi è possibile che il meccanismo con il quale canta sia diverso da quello che uso io, non so. Per dire, se io canto alto, a me vibra il naso, ed è solo quando faccio determinate note, abbastanza alte, prese di falsetto, che ottengo un suono tale che sembra vada verso l'alto e sento vibrare anche le tempie…non è che voglio andarti contro, ci mancherebbe altro, è che i meccanismi usati per cantare sono abbastanza complessi, per tanti versi, quindi quando c'è qualcuno che dice qualcosa che io non so mi interessa tantissimo discuterne per saperne di più; c'è così tanto da imparare, ed è una faccenda che mi interessa moltissimo, anche perchè è raro trovare persone con cui potersi confrontare *__*
    Per questo mi sono permessa di chiederti un chiarimento…

    Kira

  8. Per Fra1977:
    solo per informazione….Gaia non è rifatta… garantisco visto che la conosco molto bene…. è semplicemente bella di natura!

Rispondi