Zin zon plin plong.

– Quanto rappresenta per voi il Blues? Nel senso anche: in Italia abbiamo dei festival di Blues conosciuti più all’estero che da chi ci abita vicino, mentre quanto pare ogni piccolo paesino ha il suo festival Jazz. Eppure il blues tiene le radici del rock in se. Ecco. Come mai secondo voi in Italia c’è questa situazione?

E’ proprio vero!! Non saprei.. in effetti è strano vedere come piccoli paesini delle province turistiche italiane si trasformino in covi di intenditori di jazz. Sarà che l’Italia è un paese abbastanza "fighetto" e si è sparsa la voce che sia figo andare a vedere concerti jazz. Mah.. forse è perchè si vestono più eleganti dei bluesman!
A noi il blues piace tanto!! Sicuramente più quello "scaciato" del Delta più che il blues di Chicago. Bho.. sarà che quando lo suoniamo chiudiamo gli occhi e iniziamo a viaggiare.

(via me e i Bud Spencer blues explosion su Radionation)

[la domanda mi è sovvenuta leggendo lui, l’unico blog di Parma figo]


0 thoughts on “Zin zon plin plong.”

  1. che poi a leggere i programmi dei festival jazz, il 99% delle volte ti chiedi dove sia il jazz…
    sono d'accordo con te riguardo alla motivazione del pullulare dei concerti/festival/manifestazioni di jazz per ogni angolo d'italia (l'ho detto anche ieri in puntata): fa figo. peccato che di intenditori veri… :(
    nicole
    ps: il blues è alla base del jazz anche. le "rivoluzioni" più potenti nel suono jazzistico è stato il ritorno alle origini blueseggianti e afroamericane. finita la lezionicina! ;)

Rispondi