La siccità, l'etna, il traffico

Non ricordo quando andai l’ultima volta in Sicilia. Credo 2002-3. Non so, quegli anni lì, non c’era ancora lo sglaps. E mi divertii un casino. Ci ho tanti amici giù a cui voglio un bene dell’anima.
Stamani mi arriva questo.

CIMG9681
E mi pare che non lo raccontai: ma all’incrocio di via Maqqueda un lavavetri, che lo vedemmo circa 3 volte nell’arco di due ore per manifesta scarsa perizia del mio amico al volante della sua panda. Poi accadde quello che vedemmo lì sopra: una persona che voleva limonarci tutti per il pagamento della pulizia del vetro.

La mia risposta è stata: "che memoria. Meno male che l’avevi pagato"


0 thoughts on “La siccità, l'etna, il traffico”

  1. Ma è una storia meravigluosa!!
    L'altro giorno ho rivisto un pizzettaro da cui andavo quando ero piccola e mi ha riconosciuta con entusiasmo ed io ero incredula. Ma la tua storia merita di più, perché parte da un incontro più "fuggevole"!!

  2. tu… tu sei troppo brava! Sono capitata nel tuo blog per caso, googolando "mathew bellamy fidanzata lasciato" e mi sono innamorata prima dell' "Osservatorio", poi di tutto il resto. Ogni tanto torno e leggo. Tu davvero sai scrivere :)

    Pamela

Rispondi