Non ditemi poi di propendere per Trenitalia o Alitalia, tutti così sono.

Viaggio molto in auto, utilizzo molto l’auto. Dovete sapere che per noi che siamo nati e abbiamo abitato in zone ove la stazione più vicina era a una ventina di chilometri tutti con una curva ogni cento metri e dove i bus cittadini passano pochi e nulla perché a volte è impossibile passare in stradine così piccole, o dove per fare 80km scarsi di via ferrata ci vogliono due ore piene beh, ecco, se non hai l’auto hai un grosso handicap. O diventi lo Zen personificato o ti prendi un’auto, anche scassona: anche una cinquecento del 1965 va bene. Ma non puoi affidarti al mezzo pubblico. Ad esempio un po’ viaggio della speranza è dalla bassissima senese andare al capoluogo, ma già in auto, figurarsi quindi in bus.

Voi milanesi non ci capirete mai. Altro che car sharing o mezzi pubblici. Queste cose ho iniziato a contemplarle quassù in Emilia e secondo me funzionano benissimo solo in zone come Monaco, Vienna e Berlino. A Milano fanno ancora cagare, dai.
Ma parliamone: siccome non posso più inventarsi gabelle fantasiose per poi poterci dire "ma io vi ho tolto le tasse" si inventano le più belle tassazioni indirette. Ci sfracellano sul pedaggio autostradale.

Un passo indietro.

A me scassa il belino già normalmente pagare il pedaggio. Dicono che te paghi per un servizio e le migliorie. Ma allora perché da Reggio Emilia a Modena sud c’è un manto autostradale che sembra che ci siano collassate sopra tante navicelle aliene? Dei crateri. Dei cantieri che durano millenni. Per non parlare delle volte in cui ha fatto du’ fiocchi di neve o ha piovuto di brutto e la strada era inservibile.
E voi, brutti stronzi, mi avete fatto pagare il pedaggio.
Spero vi serva tutto in preparazione H.

Io ero già per un simpatico modello austroungaricoflat delle Autostrade. Che ne so: pago 300 euro semestrali e la prendo quanto voglio. Non dico di fare come i tedeschi che addirittura è gratis eh, facciamo una flat di 50 euro al mese, dai. Risparmierei, almeno io, qualcosa come 150 euro al mese.

Invece:
"Tra Firenze Certosa (stazione affluente per la Firenze-Siena) e Bologna Casalecchio il pedaggio passa da 7,10 euro a 8,40: trenta centesimi per il sovracanone generalizzato, un euro per il sostituto del pedaggio Anas. Risultato: +18,3 per cento."

Per. Farci. Cosa.
Come minimo voglio aree sosta con panchine di design e autogrill che mi vendono l’hummus.
O perlomeno nessuna buca. Ah, o anche il casellante che saluta. Così. Minime cose eh.