Eh, no.

A volte passare periodi dove questi dove vorresti dire a chiunque presentandoti "Ciao, sono qui ma sto letteralmente morendo dalla voglia di ammazzarmi" e non è una battuta mi sfianca abbastanza. Una collega medica mi ha detto "lo sai che psichiatria e tutte quelle cose lì col cervello son a tentativi, ma se non tieni duro tu…"
Io, sono le 3.17 e l'unica cosa che sto pensando è "mi fa male il petto, sono a pezzi. Perché non è arrivata questa cazzo di opportunità di finirla?". Serenamente eh, mica piagnucolo.
In realtà l'unica cosa che mi fa mantenere in parte una certa zavorra su questa vita, oltre lo stare le ore a letto sotto farmaci le cui quantità non mi fanno più è che sono totalmente inebetita dal fare altro. L'unica cosa che mi tiene attaccata alla realtà è questo terrore, quest'ansia che non mi fa più correre in palestra, non mi fa più fare una vasca senza bloccarmi in apnea a metà. E non riesco a cambiare di nuovo medico per vedere se a tentativi è bravo, mi sento presa in giro. Non cambia. Questi sono solo i periodi dove vorrei affondare con tutti che si girano a non vedere.


Rispondi