Battersi il petto (in attesa di batter altro)

Di cappelle espiatorie c'è una grande varietà. Forse non sapete che quella nostrana è a Monza, ed è stata fatta ereggere da Vittorio Emanuele III sul luogo dell'assassinio del padre, Umberto I, ad opera dell'anarchico Bresci. Ma wikipedia vi soddisferà di più. E comunque, la notte di ogni 29 luglio il monumento è illuminato dall'interno attraverso le due croci di alabastro per ricordare l'omicidio.

Paris: Cappella Espiatoria
In Francia la cappella espiatoria parigina è più propriamente un ex cimitero. Del resto sarebbe bello una volta mappare i luoghi dove adesso si abita e invece una volta erano terra di sepolture: uscirebbe fuori che la storia dei cimiteri indiani sopra cui si costruiscono le case, così cara ai film horror, nel vecchio continente gli farebbe un baffo, diciamo.
A Parigi in una delle zone più belle e lussuose, quella dei grandi Boulevards, c'è la piazza Luigi XVI, che, oltre ad avere un tenero giardinetto per bimbi e due panchine da ummarell,  ospita una cappella espiatoria costruita su un cimitero in cui furono sotterrati i ghigliottinati di place de la Concorde, tra cui le spoglie di Luigi XVI e di Maria-Antonietta insieme a molti altri decapitati tra cui Georges Jacques Danton, uno dei protagonisti della Rivoluzione Francese.

Paris: Cappella Espiatoria
Nel 1794 il cimitero fu chiuso ed un sostenitore della monarchia che aveva individuato le sepolture reali, lo ricomprò a bassissimo prezzo e l'offrì a Luigi XVIII. I resti del re furono riesumati come anche quelli di Maria-Antonietta, identificata grazie ai brandelli delle calze che indossava il giorno della sua esecuzione, e trasportati nella cripta di Saint Deins. Chateaubriand, macabro, pretese che la regina fosse stata riconosciuta dal suo sorriso, anche se poi inventarierà il monumento come tra i più belli di Parigi.

Tra il 1816 e 1826 l'architetto Fontaine innalzò quest'edificio neoclassico, recintando con delle mura il cimitero.
La cappella è ornata di sculture decorative e bassorilievi. Potete raggiungere facilmente la cappella espiatoria utilizzando la metropolitana di Parigi e scendere alla fermata di Saint-Augustin oppure Saint-Lazare


Rispondi