Noi, Premium, non ce la perdiamo.

Credo che una cosa più triste dell'offerta Mediaset Premium non esista. Spiego: non che deliberatamente abbia avuto voglia di prendermi una tessera del digitale terrestre pagato. Avevo, da quando ho comprato il decoder per la tv perché ci hanno obbligato a comprarne uno, questa tessera qui, che ho visto che scadeva a fine mese. Visto che quindi era inutile infilzarla di spilloni prima di non usare qualcosa che sta lì, gratis, ho cercato di valutare come fosse 'sta cosa visto che di pubblicità naturalmente ne fanno tanta.

Ora vi posso dire che son circa sei ore che mi sto puppando il palinsesto a pagamento di Mediaset Premium e direi che è una cagata pazzesca. Molto meglio l'offerta gratuita rai nei canali non base, per dirvi. Ma proprio siamo alla tristezza.

Tra Sky e Mediaset Premium non ci sono paragoni. Non so come cazzo si possa pensare a equipararle per offerta. Ma proprio, davvero.

Anche se Sky non mi ha ancora richiamata per fare l'abbonamento. Io gli ho mandato sei email ma non mi cagano. Per una volta che volevo uscire soldi deliberatamente. Ma che diamine.


6 thoughts on “Noi, Premium, non ce la perdiamo.”

  1. Ohiohiohiohiohi………non mi toccare questo argomento, chè l'unica volta che ho provato ad usare la tessera Mediaset Premuim per vedere un posticipo di serie A (il derby tra la Lazio e la Magica), la mia tv ha dato segni d'instabilità, costringendomi a vedere tutta un partita a singhiozzo….maròòòò, se solo dessero informazioni più dettagliate sulla copertura del segnale, uno non rischia di buttare soldi al vento.:(((

  2. Calcola che disdidire l'abbonamento è facile ed indolore come uscire dalla Yakuza…
    Diffide, avvocati, raccomandate, telefonate minacciose…

    IcoFeder

  3. Sono almeno quattro anni che sul bilancio familiare pesa l'abbonamento a Mediaset Premium (perché, e purtroppo è vero, è il modo più economico che ha mio padre per vedere la serie A; non vederla sarebbe ancora più economico, dico io), e in quasi millecinquecento giorni di zapping ho trovato soddisfazione solo con un ciclo di film di Woody Allen la domenica in seconda serata (l'anno scorso) e con l'intera prima -e ultima- serie di Studio 60 (due/tre anni fa). Il resto è fuffa totale, i canali digitali Rai sono la manna al confronto (già solo per le repliche di Avanzi/Pippo Chennedi/Ottavo Nano…).
    Boycott MP, e non c'è nulla di politico: è solo questione di schifo.

  4. La tv non è il male, è uno strumento. Anche internet è il male per come lo usano i bimbominchia.

    Io vi capisco per il calcio, purtroppo se ne approfittano per quello, temo. Io sto cercando da un paio di giorni dei film decenti, e invece nulla. Bah, che tristezza.

Rispondi