Le Stolpersteine o pietre di inciampo.

Vienna Ne avevamo parlato ormai due anni fa: dalla metà degli anni ’90 lo scultore Gunter Demnig ha iniziato a disseminare le città tedesche con i suoi Stolpersteine (letteralmente “ostacoli”, “impacci”)

Ora sono state aggiunte 72 nuove pietre in una terza edizione di “Memorie di Inciampo”, quindi si raggiungerà un totale di 150 pietre.  Il numero delle pietre in Europa, in 10 Paesi europei, ha raggiunto quota 33 mila. E’ un progetto che forse – purtroppo – non si esaurirà mai perché è impensabile puntare a collocare 10 milioni di pietre. Quelle pietre sono un po’ contro tutti quelli che fanno revisionismo, tutti quelli che fanno negazionismo, come ad esempio pare che succeda in Danimarca. Queste pietre servono, nell’idea, a riportare a casa persone ridotte ad un semplice numero, a cui è stata tolta ogni dignità di persona”.

(le pietre della foto sono a Vienna in Mariahilferstrasse)


Rispondi