Visto che cercate "Kasabian 14 Luglio Gazzetta di Parma" ora vi copincollo il pezzo.

[e vi dico che mi sa che sono a vederli anche a Milano. Se il pezzo sulla Gazza era differente beh: qualcuno l’ha cambiato]

Non è una novità vedere ormai i Kasabian in Italia. Dallo scorso settembre la band di Leicester è già approdata in Italia tre volte per presentare il loro nuovo disco Velociraptor!, registrando sempre il tutto esaurito in ogni data che diventava quindi un vero e proprio evento per gli appassionati.
Il disco ora si presenta per il mercato italiano in una nuova edizione deluxe, con la scelta di creare in studio a distanza un’ospitata vocale di J-Ax sull’ultimo singolo Man of Simple Pleasure.
Velociraptor è uscito per Sony Music il 20 settembre 2011, nel disco troviamo il ritmo robotico e claustrofobico del kraut rock, gli anni ’70 con la loro psichedelia, il rock degli anni 90, lo stile british delle melodie accattivanti anche quando si fanno più aggressive e soprattutto una ricerca attraverso il pop, l’elettronica ed anche l’hip-hop. “Il nostro album è pensato per essere futuristico, qualcosa che può però rimanere nel tempo. Ci sono ancora molti momenti melodici. Credo che sia un disco bellissimo da ascoltare mentre si cammina per la strada e lo si tiene come colonna sonora nelle cuffie…”
Ma il vero punto di forza della band è nei live, e il pubblico italiano ha imparato a conoscerla per bene dapprima con i suoi concerti sold out di Milano, Bologna e Treviso, poi con i concerti a supporto di Muse (a San Siro davanti a 62mila persone) e poi ancora con gli U2 a Torino nel 2009 per poi approdare a Settembre 2010 all’I-day Festival di Bologna, con una esibizione di fronte ad oltre 12mila persone.
Sin da prima della pubblicazione del loro quarto disco Sergio Pizzorno, ci aveva detto, appena dopo la sua performance all’Iday festival di Bologna, che era stupito da come il pubblico italiano si comportasse con loro “qui davanti le persone sembrava quasi che stessero in guerra, erano completamente trascinate verso la nostra musica. Ci hanno dato un’energia incredibile. E’ questo che vogliamo trasmettere mentre suoniamo dal vivo: dare a chi è presente il regalo di un momento indimenticabile, di qualcosa che ti rimanga nella memoria come una delle cose più belle della tua vita”
Rispetto alla programmazione iniziale le date di Milano e Ferrara del 19 e 14 luglio sono state spostate ai rispettivi ippodromi. E si aggiungono ad Udine il 20 Luglio al No Borders Festival, e al 18 luglio al Rock in Roma. La tappa di Milano sarà impreziosita da una sessione acustica e un incontro con i fan alla FNAC.


Rispondi