“Voglio Morire” “Consulenze aiuti e scambi”

Pensa che esista ‘sto negozio con la vetrina, su cui campeggia la scritta. Una roba vecchia, è in cristallo fumè, la scritta argentea che spicca come un epitaffio su di una tomba e, in fondo, forse è il risultato che il proprietario vuole ottenere.

Voglio morire”

Perché? È la domanda più scontata. Ti viene passandoci. Ed entri perché. Un po’ ti interessa.

Non importa il perché,devo decidere come farlo, niente altro.

Morire.
Sembra facile,ma se non si abita a Falluja e dintorni o altri posti ameni nel mondo,non è così, come dire, di semplice realizzazione.

Ad esempio: Morire avvelenati.

Provate voi a comprare il comune veleno per topi e poi?

Che ci fai,un panino? Un tramezzino, un cucchiaino di thè o un cucchiaio da minestra o sciolto nel caffè o nel latte? Va bene, ok ok, ho capito, con il veleno per topi le soluzioni sono molteplici.

Però, anche molto dolorose.

Troppo dolorose

Mmf, scartato!.

-Il Gas.

-Dicono che il gas non porti dolore.

Va bene, ma,adesso, i forni son tutti elettrici, i piani cottura valvolati..come cavolo si fa a morire col gas?

Scartato

-Non mi pare tu abbia particolarmente voglia di morire-

Sbagli, se sapessi quanto voglio morire,faresti testamento.

-Continuiamo

-Gas.

Già detto.

-No, gas si scarico, seduto in macchina, accesa,la macchina, un bel tubo di gomma,nell’abitacolo con i finestrini chiusi, e gas di scarico..puoi anche sentire un cd mentre muori

Che Cd?

-Quello che vuoi.

Mmph, ci devo pensare, mi sembra macchinoso, qualcosa di più semplice, più romantico, più, come dire..”glamour”

-Perché hai detto che vuoi morire?-

Non l’ho detto

-Beh, non per malattia di sicuro-

continuiamo

-Pistola?Un bel colpo e via?-

Oh per essere glamour è glamour, ma non ho il porto d’armi a soldato mi han scartato per insufficienza toracica e poi, dove mi procuro una pistola?

-Ho certi amici che non fan domande, tranquillo-

Mmf..mi sembra un po’, come dire, violento e sanguinolento…imbratterei tutta casa,chi la sente poi la donna delle pulizie?

-E che ti frega, saresti morto-

Altra opzione dai.

-Ok continuiamo

-Caduta dal balcone?-

Soffro di vertigini e abito a piano terra

-Ok altra opzione-

-Barbiturici…e non dirmi che non è glamour, pensa a Marylin Monroe e schiatta d’invidia-

Mmf…non male,ci avviciniamo all’idea.

Ma, chi mi prescriverebbe i barbiturici?

E se poi mi salvano in tempo,dio tutto quel vomitare l’anima..no, non lo reggerei, mi fa star male solo il pensiero.

Dammi un’altra opzione

-Ok,Morso letale di serpente velenosissimo?

Dove,qui in città, in piena pianura padana? Siamo realisti dai

-Ok ,scorpione?

Mi prendi in giro?

-Arsenico come nel film arsenico e merletti?

-Cianuro?

Sto perdendo il mio tempo

-Pesce palla?

Ma falla finita! Son queste le opzioni che proponete?

Uccidete di noia la gente che entra?

Questo fate?

-Calma, calma, finora abbiamo accontentato tutti, nessuno si è mai lamentato del risultato.-

Sarà, ma io non sono per nulla soddisfatto delle scelte offerte.

-Dunque,una morte glamour, un poco d’altri tempi,un poco romantica, di sicuro effetto e indolore.

-Inseriamo i dati nel sistema e vediamo che dice-

Cioè voi avete un programma che consiglia il modo di morire in base alle richieste?

Figo!

-Si siamo specializzati nel settore, non troverà nessuno migliore di noi,forse anche perché siamo i soli ad offrire questo.

-Ma ecco la risposta che attendeva, il modo per lasciare questa vale di lacrime senza soffrire troppo.

Si?

-Tagliarsi le vene dei polsi-

Miii iii….chissà che dolore..

-No guardi, ci sono spiegazioni dettagliate sul come fare e sul come non sentire alcun male.

-Lei si prepari un bel bagno caldo..

Con il bagno schiuma?

-Se vuole,ma non è necessario

Odio sciupare l’acqua almeno così mi lavo

-Ma vuole morire o farsi un bagno?

Ok tutti e due, prima il bagno poi le vene

-Meglio così,così la pelle è morbida e il coltello o la forbice o la lametta da barba o

.va bene ho capito un oggetto tagliente

-Ecco bravo, un oggetto tagliente, prima la destra e poi la sinistra

Perché?

-Allora facciamo prima la sinistra e poi la destra,faccia come vuole, basta che si taglia le vene ai polsi

E poi?

-E poi nulla, aspetta con le braccia immerse nell’acqua calda.

Tutto qui?

-Si, tutto qui.

Va bene, mi piace, lo faccio

-Ero sicuro che avremmo trovato il sistema che la soddisfaceva, lo troviamo SEMPRE

Grazie ,allora,e arrivederci

-Non credo

Sulla soglia del negozio, con ancora il cicalino che suona mi viene una domanda, come dire, sciocca:

Senta,

-Si dica-

Mi è venuto in mente che a casa non ho il bagno, ho la doccia,ma se metto le mani in un catino d’acqua va bene lo stesso?

-Beh,era meglio la vasca,ma visti i tempi di crisi, direi che un catino d’acqua assolve perfettamente allo scopo.

Oh Grazie di nuovo e, arrivederci

Prego e non CREDO


Rispondi