Passoparola (6-6-2011)

Camminare in questi tempi frenetici rappresenta un’azione lenta, che permette di osservare anche le piccole cose; silenziosa, ritmica, che non disturba il pensiero ma anzi stimola la riflessione, faticosa ma non estenuante che quindi consente di sentire il proprio corpo e di apprezzare le distanze guadagnate un passo alla volta portando benefici psicofisici. In tempi di stress dunque, ricollegare il ritmo dei passi a quello del pensiero può essere una rinascita. Nella nostra provincia siamo attraversati in buona parte dalla via Francigena, antico cammino che da Canterbury portava i pellegrini fino a Roma. E in alcuni di questi luoghi, ossia Berceto, Cassio e Corchia, segnati dall’antico percorso si terrà l’11 e il 12 giugno PassoParola, appuntamento che per il quinto anno consecutivo anima l’Appennino parmense con passeggiate, incontri con autori, musica, seminari filosofici e attività per bambini. Il primo festival italiano del cammino vede la collaborazione dei Comuni di Berceto e Terenzo, della Sezione di Parma del Club Alpino; gli eventi del Festival sono a partecipazione gratuita .

Oltre a una ricca sezione di passeggiate ed escursioni dedicate sia ad adulti che ragazzi, pregevole su tutti una “Camminata della memoria” legata agli eventi della Resistenza locale, ci saranno molti momenti dedicati all’argomento nuovo dell’anno: “La salute vien camminando”.

La nuova iniziativa, ideata con il contributo del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, è volta ad affrontare in modo “leggero” il primo nemico della nostra salute: la sedentarietà, non solo fisica ma anche mentale. Ci saranno quindi quattro appuntamenti in tutto suddivisi tra sabato e domenica nello spazio incontri della piazza del mercato di Berceto volti a far capire ad ogni fascia di età, attraverso le parole di professionisti medici dell’ASL locale, i benefici della deambulazione attraverso percorsi non sportivi ma quotidiani.

Fisso invece ormai dalla fondazione di PassoParola il seminario filosofico “Pensieri viandanti” , quest’anno in un unico appuntamento dal titolo “Ambiente, giardino e paesaggio”, curato dal professore Italo Testa dell’Università di Parma, che si svolgerà in forma itinerante sperimentando una forma di interrogazione in cammino.

Per quanto riguarda gli allestimenti permanenti a Berceto nel weekend dalle 10 alle 19 sarà predisposta una mostra mercato del cammino dedicata al trekking e al viaggio, e l’esposizione “Da Canterbury a Roma: 1800 km attraverso l’Europa” a cura  dell’Associazione Europea delle Vie Francigene.

(la sera di Parma)


Rispondi