Baglioni è il nostro Bruce, diciamolo.

Una mia amica mentre commentavamo questo mi ha detto che non sapeva se suonasse più tipo una tortura o una cosa figa. Ma devo dirvi che invece ClaudioBaglioni regge tre ore di concerto, tre ore sioreesiori (quando ormai porci e cani ci fanno tutti un’ora e mezza e io sono tarata su quello) nonostante ci abbia un’età.

Devo confessare che il mio feticismo baglioniano (!) nasce un po’ qui:

In questi versi da canzoni tristi un po’ da sfigato (sarà che mi ci sento) coi versi “lui non ha una donna perché ha l’alito cattivo”. E Poster ecco, invece è proprio forse tra le canzoni più tristi mai scritte in Italia. Tsk, altro che si lamentavano di Tenco, il vero thristhe è Claudione. Mica è un male, quando sono davvero giù penso a Poster e penso che più in basso non è che si può andare.


Rispondi