La Norvegia ottiene quattro nuove destinazioni sostenibili

Questa allegra pecorella di lnderøy è pronta ad accogliere più turisti che hanno a cuore l’ambiente. Foto: Magnar Kirknes

La Norvegia sta lavorando per creare più posti di lavoro “green”. Un numero crescente di destinazioni norvegesi sta ponendo l’attenzione sulla sostenibilità che ora contano quattro nuove destinazioni sostenibili.

Nel 2013, la Norvegia è stata il primo paese a introdurre una certificazione nazionale per il turismo sostenibile. Trysil, Vega, Røros e Lærdal sono state le prime quattro destinazioni a ottenere il riconoscimento. Giovedì 9 giugno, il Ministro del Commercio e dell’Industria ha conferito la certificazione a quattro nuove destinazioni: Geilo, Svalbard, Setesdal e Inderøy (La Golden Road).

Tutte e quattro le destinazioni hanno svolto un lavoro notevole nell’impegno per la sostenibilità; Svalbard con uno sviluppo responsabile del turismo nella vulnerabile natura artica, Geilo con i suoi parchi nazionali e lo sviluppo lungo la “Route 50”, Setesdal con il suo lavoro sull’identità culturale e i veicoli elettrici che offrono soluzioni di trasporto “eco-friendly” per i visitatori, e Inderøy con il suo focus sui prodotti alimentari e culturali locali, che garantiscono ai turisti le migliori esperienze.

I consumatori si preoccupano sempre più dei cambiamenti climatici, dell’ambiente e di tematiche sociali. Sempre più turisti fanno scelte consapevoli quando pianificano le proprie vacanze, e prediligono destinazioni che dimostrano di avere una responsabilità ambientale. Negli ultimi anni la sostenibilità è divenuta un fattore importante anche per i tour operator che organizzano i viaggi.

Riconoscimento internazionale

Il sistema di certificazione “Destinazione Sostenibile” è sviluppato da Innovation Norway. È basato su criteri internazionali e coordinato con l’UNWTO, l’Unione Europea e il GSTC (Global Sustainable Tourism Council). Molte realtà internazionali, quali Sustainable Travel International, hanno contribuito allo sviluppo del sistema di certificazione.

Le destinazioni che ottengono il riconoscimento hanno lavorato con impegno e costanza per diversi anni. I requisiti sono numerosi; le destinazioni devono essere trasparenti riguardo le loro scelte “green”, creare comunità vivaci e fiorenti, e sviluppare un’industria del turismo sana ed economicamente sostenibile.

Sebbene il sistema di certificazione sia relativamente nuovo, Innovation Norway ha già ricevuto feedback positivi da parte delle destinazioni stesse e dell’industria del turismo in generale. Tra gli altri, Røros ha vinto diversi importanti premi internazionali per il suo lavoro sulla sostenibilità, da quando ha ottenuto il riconoscimento.

Anche altre località stanno lavorando per ottenere il riconoscimento “Destinazione Sostenibile”, fra cui Lyngenfjorden, Femund/Engerdal e Lindesnesregionen.

A proposito di “Destinazione Sostenibile”:

  • La certificazione “Destinazione Sostenibile” è riconosciuta a destinazioni che lavorano sistematicamente per migliorare l’esperienza degli ospiti e ridurre l’impatto negativo del turismo sul clima e l’ambiente.
  • Le destinazioni che hanno ottenuto il riconoscimento hanno soddisfatto numerosi requisiti relativi alla riduzione del loro impatto ambientale e climatico. Si impegnano per la conservazione della natura e della cultura, in stretta collaborazione con la comunità locale e una sana economia del turismo.
  • I requisiti sono di rilevanza internazionale e sono sviluppati in stretta collaborazione con importanti organizzazioni internazionali.
  • La certificazione deve essere rinnovata ogni tre anni.

Scopri di più sulle otto Destinazioni Sostenibili, su Visit Norway:Geilo https://www.visitnorway.com/places-to-go/eastern-norway/geilo/

Inderøy (La Golden Road) https://www.visitnorway.com/listings/the-golden-road/88853/

Setesdalhttps://www.visitnorway.com/places-to-go/southern-norway/setesdal/

Svalbard https://www.visitnorway.it/dove-andare/isole-svalbard/

Trysil https://www.visitnorway.it/dove-andare/norvegia-orientale/trysil/

Vega https://www.visitnorway.com/places-to-go/trondelag/kystriksveien/places-along-kystriksveien/vega/

Røros https://www.visitnorway.it/dove-andare/trondelag/roros/

Lærdal https://www.visitnorway.it/dove-andare/norvegia-dei-fiordi/larea-del-sognefjord/laerdal/


Rispondi