TRI-WEEK LAVARONE: 27-28 agosto 2016

Alpe Cimbra di Folgaria-Lavarone-Lusérn (Trentino)

TRI-WEEK LAVARONE

Lago di Lavarone, 27-28 agosto 2016

 

L’Alpe Cimbra torna ad essere protagonista in quest’estate 2016 con un altro grande evento sportivo: il Triathlon. E questa volta saranno degli ironman a tutti gli effetti a contendersi la vittoria.

Per la 4^ edizione del Tri-Week Lavarone la 33 Trentini Triathlon ASD, storica Società di Rovereto organizzatrice dell’evento, conferma la formula del 2015 con le due gare in MTB del sabato – lo Sprint e l’apprezzatissimo X-33KMAN – e l’ormai storico Olimpico alla domenica.
Nel weekend del 27-28 agosto 2016 nella splendida cornice del Lago di Lavaronesull’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone Lusérn – nel cuore del Trentino – i triatleti s’immergeranno in una scoppiettante due giorni di triathlon che quest’anno presenterà non poche novità.
Novità che permettono di aumentare la spettacolarità della manifestazione e che sono comunque una risposta che la 33TT vuole dare alle esigenze e ai bisogni dell’atleta nonché degli accompagnatori e degli spettatori. La modifica principale sarà, infatti, lo spostamento dell’arrivo in zona lago. Grazie a questo i supporters dei nostri atleti non avranno bisogno di muoversi per godersi tutti i momenti caldi tipici di una gara di triathlon. Partenza, nuoto, uscita acqua, zona cambio e arrivo tutto concentrato attorno alle meravigliose acque del Lago di Lavarone. Con questa nuova logistica abbiamo dovuto mettere mano ai tracciati della frazione run di tutte e tre le gare. La soluzione scelta è quella del multilap con passaggio adiacente alla transition zone. Spettacolo nello spettacolo.

Sabato 27 agosto la gara clou in MTB sarà il già leggendario X-33KMAN. Con il perfetto equilibrio tra frazione Mtb e Trail Run la nostra gara Cross Country ha conquistato il cuore dei coraggiosi che nel 2015 si sono messi alla prova con quei “terribili” trentatre km. In realtà i percorsi, pur essendo certamente impegnativi, sono talmente belli e spettacolari che il tempo sembra volare mentre si sfreccia tra i lussureggianti boschi dell’altipiano. Puro spirito 33TT!
Confermata anche la prova a staffetta sulla distanza Cross Country. Dopo l’ottimo debutto dell’anno scorso siamo certi di avere contagiato a sufficienza gli specialisti delle singole discipline, i quali potranno far valere tutta la loro tecnica e preparazione buttandosi a capofitto sugli avvincenti percorsi dell’X-33KMAN.
Per coloro invece che non si sentono pronti ad affrontare una gara così lunga proponiamo anche quest’anno la gara sulla distanza Sprint in MTB. Inalterato il percorso bike ci si dovrà misurare sul nuovo percorso run. Il nostro Sprint rappresenta sempre un’ottima opportunità anche per chi dovesse decidere di debuttare nel suo primo triathlon.

Ovviamente confermatissima la gara della domenica 28 agosto sulla distanza Olimpica in BDC. Nessuna modifica sul percorso ciclistico: panoramico, vario e fondamentalmente veloce ma soprattutto apprezzatissimo dai numerosissimi atleti accorsi sull’altipiano nelle scorse edizioni. Riveduta come detto la frazione run che limita gli strappi brutali delle prime edizioni, rendendo la corsa più continua e veloce.

L’hospitality dell’evento sarà organizzata sulle sponde del Lago di Lavarone.

Numerose e qualificate le già garantite presenze di atleti blasonati molti dei quali, per il quarto anno consecutivo, vogliono presenziare a questa gara divenuta ormai una classica della “triplice disciplina”.

Il Triathlon per chi lo pratica è un’esperienza fortissima che porta a superare in ogni gara i propri limiti se si vuole arrivare al traguardo e queste emozioni meritano di essere raccontate con la storia di uno dei suoi partecipanti:

“È UNA BELLA GIORNATA DI SOLE IN CUI TI SEMBRA DI STARE IN PARADISO.
Infatti ti trovi sulla spiaggetta orientale del Lago di Lavarone in uno stato di quiete assoluta. Non sai ancora se sia giunto il momento di concederti un tuffo nelle cristalline acque o cedere all’invitante sguardo ricevuto poco più in là. Ma nello stesso istante, sulla sponda opposta, sta per accadere qualcosa di anomalo: delle figure aliene si stanno radunando sotto un gigantesco gonfiabile con due tori disegnati sopra. Cosa sarà mai, un attacco dalla galassia? Non perdo tempo e faccio subito il giro del lago. Incontro una di queste persone dalle sembianze anfibie, il quale mi spiega che si tratta di una gara di triathlon, un appuntamento sportivo a cui non bisogna mancare, sia come atleta che come spettatore: la soddisfazione è assicurata. Inoltre apprendo che è una disciplina olimpica basata su 3 prove senza soluzione di continuità: una dinuoto, una di ciclismo e un’ultima di run.
Uno sparo dà il via alla competizione, gli uomini rana entrano in acqua tutti assieme in un travolgente ribollio di schizzi e bracciate. 1500 sono i metri da fare a nuoto fra le boe.
Come l’altra gente corro anch’io per arrivare nella zona cambio, dove gli atleti si tolgono la muta e saltano in sella alla propria bicicletta. È un momento clou: il fragore del tifo ti coinvolge oltremodo. Il pit-stop è veloce e anche i 40 km di strade che percorrono passano in fretta.
C’è solo un’ultima prova, i 10 km di corsa suddivisi in due giri. Si corre nuovamente nei pressi del lago, oggi protagonista e ombelico del mondo, gli atleti sfilano uno ad uno davanti agli occhi.
Non c’è che dire; sto assistendo ad uno spettacolo nello spettacolo, è un evento fantastico… mi piacerebbe raccontarlo agli amici”.
Maggiori info e dettagli su alpecimbra.it
Iscrizioni su http://www.33trentinitriathlon.com

 


Rispondi