Una bella tazza fumante di camomilla per voi

dav

Buzzoole
Questo è un post di nostalgia: ricordo che quando ero piccola a casa di nonna si prendeva la camomilla quella buona (Ed era la Bonomelli) e dopo cena ce la bevevamo tutti. Cane compreso! Certo, la disputa era solo se zuccherarla o meno, ma quello era il nostro momento di relax che ci riconciliava con la natura sebbene abitassimo in città col grande traffico a scorrere sotto casa.

Bonomelli una lunga e ricca storia che inizia nel 1908 quando l’appena ventenne e intraprendente Luigi Amedeo Bonomelli dà vita alla produzione di liquori e sciroppi nei laboratori di Viale Piceno a Milano.

E a voi? Cosa ricorda il profumo e il gusto della camomilla.


Rispondi