Roma Fringe: cosa vedere dal 3 al 9 settembre. Perfomance e proiezioni, Risate e Miti, tra Oscar Wilde, Shakespeare e Ovidio

Roma Fringe Festival 2017
Il Teatro InFesta
Il programma dal 3 al 9 settembre
Giocando con il corpo e le proiezioni, tra Shakespeare, i social network, Oscar Wilde e Ovidio, risate e miti
… e poi sorprese con il cinema e proiezioni con grandi ospiti…
Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115. Dalle 19.30 a mezzanotte
Tra grandi classici rivisitati e nuove drammaturgie, giocando con il corpo e le proiezioni, tra Shakespearei social network, Oscar Wilde e Ovidioprovocatorie perfomance e testi ineditirisate e mitologia greca, dal 3 al 9 settembre prosegue il Roma Fringe Festival con gli spettacoli in concorso per la seconda settimana.
Come sempre all’insegna delle proposte alternative, mai banali e per tutti i gusti, sono in arrivo al Roma Fringe anchesorprese il sabato con grandi ospiti dalla scena cinematografica e non solo.
Tutto nel fresco della scenografia ottocentesca di Villa Mercede, un’isola felice da vivere 7 giorni su 7, dalle 19.30 alle 2 di notte, in cui respirare arte e cultura con 8 spettacoli a sera, insieme a un’area food e mescita con Birra Artigianale. Inoltre, per il pubblico più affezionato è possibile trovare al botteghino biglietti omaggio, e sconti per i possessori di Bibliocard.

Programma dettagliato su: www.romafringefestival.it

Spettacoli in scena al Roma Fringe Festival dal 3 al 9 settembre
Real Lear IF Prana, di Caterina Simonelliregia di Marta Richeldi  Teatro Classico / Riscrittura Attraversare la storia del Lear di Shakespeare creando nuove leggende, tutte personali e in cui prepotente appare la Realtà. C’è un re, c’è un vecchio e ci sono le figlie di questo re, di questo vecchio. Poi ci siamo noi, gli eredi bastardi. Noi i figli di un tempo che non è capace di parlare come sente.
Edizione straordinaria Chiara Catalano di Pier Paolo Fioriniregia di Francesca Staasch CommediaUn monologo – esilarante e drammatico allo stesso tempo – dove la protagonista – Marina Maniscalchi – esplode nelle diverse voci di se stessa: stralci della coscienza, deviazioni della psiche, piccole esperienze quotidiane, preoccupazioni, desideri, lutti, ricordi, manie di grandezza, momenti di sconforto, conflitti tra l’io, l’es e il super-io, in una sequenza adrenalinica di capriole e giravolte.
METAMORFOSYSTLAB di Vittoria FaroPerformance art Il mito ovidiano in una mutata forma, in una riscrittura scenica performativa, che racconta una nuova genesi dell’umanità proiettata in una delle possibili dimensione del futuro prossimo, quello in cui la realtà fenomenica soccombe alla sua immagine virtuale affidata alla Rete.
IL CIRCO CAPOVOLTOTeatro delle Temperie di Andrea Luporegia di Andrea Paolucci Teatro Civile Un vortice in cui memoria, appartenenza, famiglia e sangue si mescolano a guerra, deportazioni, tradimenti, fughe e vendette. Un circo costretto in dieci scatoloni in attesa di liberare tutto il suo carico di storie di umanità, di gioia e leggerezza.
InFiamma Compagnia Il Girasole di Simone CastanoDramma Una scrittura scenica collettiva nata dall’incontro di tre testi: il “Don Giovanni” di Molière, il “Caligola” di Camus” e l'”Amleto” di Shakespeare. La storia di un’umanità, di uomini, alla continua ricerca della propria fiamma, fiamma intesa come libertà.
Regine sorelle Teatro dell’Osso di Mirko Di Martino regia di Mirko Di Martino  Monologo storico Maria Antonietta e Maria Carolina: figlie di Maria Teresa d’Austria e spose di Luigi XVI e  Ferdinando di Borbone. Due regine, due figlie, ma forse, soprattutto, due sorelle. Da piccole, Antonietta e Carolina erano fortemente legate l’una all’altra, ma vennero ben presto divise dal corso della storia.
Romeo era grasso e pelatoTitania Teatro di Davide Saccoregia di Daniela CenciottiCommedia Due personaggi presi a pretesto dal fantasmagorico mondo shakespeariano, Lady Macbeth e Giulietta messe insieme in un luogo non luogo con una domanda: come è il vostro uomo? Un’ironica indagine su tutte le “idolizzazioni” che le donne spesso fanno degli uomini.
Le Notti BiancheARTre Produzioni di Gabriele GranitoTeatro Classico Tratto dal romanzo di Fëdor Dostoevskij, lo spettacolo racconta le quattro notti di due giovani pietroburghesi incontratisi, per caso,  in una magica notte assolata dell’estate russa. Lui è un folle sognatore che vive alla ricerca di un amore non onirico, lei è una ragazza che spera che il suo fidanzato torni per sposarla.
Il Laboratorio della Vagina ovvero LOTTO per lei, Commedia Prima di poter parlare di noi dobbiamo poter parlare del nostro organo sessuale. Storie ironiche, incredibili, fantasiose o drammatiche. Parole che in toni e colori diversi vogliono restituire sacralità al corpo della donna, parole per festeggiarci, parole per sdrammatizzare.
AUDIZIONELe Ore Piccole di Chiara Arrigoniregia di Francesco Toto – DrammaIn uno scantinato si sta svolgendo un’audizione per un incarico di una sola sera pagato 100.000 euro. Il requisito fondamentale dei partecipanti è uno: essere sieropositivi.
Maria Padilha rainha do cabaretLa compagnie de l’hydre (Bruxelles)di Federica CastellanoPerformance art “Vero o falso, sono io!”, Maria Padilha avvolta da un tessuto rosso, danzando e volteggiando, danza attraverso i suoi ricordi ricostruendo quello che era il suo cabaret, di cui era la regina.
Oscar W.Virgolatreperiodico di Andrea Onori, Mariagrazia Torbidoni
regia di Andrea OnoriMonologo letterario Partire da Wilde per mettere in scena Wilde, il tutto nelle mani di una sola attrice che, in un susseguirsi di scambi tra persona e personaggio, dà vita a una scena spesso fatta di ribaltamenti e trasformazioni, dove anche il tempo e lo spazio non seguono necessariamente le regole della logica, affidandosi piuttosto al fascino dell’immaginazione e del gioco teatrale.
Club 27-a song for no one-I Cani Sciolti Compagnia Teatrale Artigianale  di Luca Pastoreregia di Luca Pastore Dramma IL CLUB come un limbo in un tempo sospeso che racchiude le maggiori e influenti personalità dell’ultimo secolo d’arte, delimitato dallo spazio bianco, dalla totale mancanza di confini ai quali gli artisti sono tanto legati e sui quali hanno costruito il loro essere “artista” il DOLORE È BIANCO.
OcchioPinRueda Teatro di Laura NardinocchiDramma Una città di provincia. Una società come tante altre. Tutti credono nei medesimi ideali. Nessuno vuole differenziarsi. È troppo rischioso. Ma un giovane adolescente decide di provarci.
La favola di psicheMAG-movimento artistico giovanile  di Flavio Mariglianiregia di Flavio Marigliani. Monologo Dopo una lunga serie di peripezie per trovare marito, Psiche e le sue sorelle si sposano. Psiche è la fortunata scelta direttamente da Amore, il “Signore di tutti”, onnipotente e bellissimo dio, che però mette una condizione molto particolare al suo matrimonio. Psiche non dovrà mai vedere il suo aspetto. Infatti Amore non si mostra mai a nessuno, tantomeno alla moglie, nemmeno nei momenti di maggiore intimità. La curiosità di Psiche di vedere quale sia il vero aspetto di suo marito cresce fino al punto che una notte, approfittando del sonno di Amore, la donna accende la luce e infrange il divieto. Psiche scoprirà così il vero aspetto dell’Amore…
L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e si svolge con il Patrocinio delle Biblioteche di Roma.
Appuntamento con il Roma Fringe Festival dal 30 agosto al 21 settembre a Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo). Ingr. gratuito, spettacoli 6 euro.

Rispondi