Son cose (cit.).

Sono allergica a scrivere post trionfalistici sulle cose che mi accadono. Chi mi circonda nella vita di tutti giorni anzi bacchetta il mio eccesso di “piedi per terra” e il mio pessimismo-cinismo su tutto quello che mi accade.
Non sentirete mai un “mi sento figa” uscire dalla mia bocca alle 7 di mattina ma piuttosto un “mi sento rincoglionita”. Sì, sprizzo allegria alle sette di mattina.

Martedì mattina sono andata a firmare il compromesso per la nuova casa.
Finalmente mi affranco dalla vicina rompicoglioni [muahawahahaha, ghigno lievemente satanico].
Finalmente non devo più trasportare la bici in ascensore, abbracciandola come se fossi una tanghera e tirarla fuori dalla cabina come se eseguissi un caschè.
Spero che la qualità dei post da maggio in poi non ne risenta. Tanto mi sposto solo di ottocento metri. Se vorrete ogni tanto vengo ad osservare e ne traggo ispirazione eh… anche se avrò un giardinetto con laghetto [no, non mi sto imborghesendo…] di fronte alla mia nuova casa che spero possa ispirarmi lo stesso [magari partorisco un post bucolico… si sa mai..].
Quindici firme per affermare “ora che ho trovato una cuccia guai a chi me la tocca”. Sottotitolo: padrone di casa, vaffanculo te… il tuo armadio con annesse tarme, la non ortopedicità delle tue reti, la stronza che fa casino con orario sei-unadinotte tutti i giorni feste comprese a cui hai affittato la casa sopra di me.

Se i prossimi vicini faranno la stessa quantità di decibel non lo sanno: ma sono già morti.

Sono contenta ma finchè non prendo possesso non festeggio. Aspè, poi se penso al mutuo… ehm, dicevamo?

Dopo ergo aver saltato le lezioni del giorno [qualche anima pia passerà gli appunti] io e il mio cuginetto siamo andati a Turin.
Seconda cosa bella del giorno: la macchina del cugino. Ha una bmw serie uno che ho guidato con un piacere incredibile. Bella bella. E cmq non ho capito perchè se i vigili vedono un’auto con targa straniera sono restii a multarla? No, perchè se l’avessi saputo prima…

Terza cosa positiva: si è vinto. Cioè, ho dovuto festeggiare moderatamente causa cugino. Eravamo d’accordo solo sul risultato delle Aspirine sulla Roma [che adesso avrà un bel mal di testa, suppongo… eeeh…].
La sera, a casa del mio amico con mio cugino mogio mogio… eeeh, son soddisfazioni.

Oggi naturalmente mi metto davanti al mio pc: winamp non trova la scheda audio, non vedo più l’iconcina del controllo volume e se ci accedo nelle impostazioni non posso variare un’acca, la msn toolbar non si vede più sebbene sia installata…

Sono tornata alla normalità, chebbello.

[On air: Gianna Nannini – L’america]


0 thoughts on “Son cose (cit.).”

  1. Anche. Sebbene a Munchen rischio veramente il linciaggio a livello famigliare.
    In caso di risultato a loro sfavorevole:
    a) mi bussano (non nel senso toc toc)
    b) mi menano (non nel senso di condurre)
    c) me le suonano (non nel senso di concertino….).

    Un Bayern cmq catenacciarissimo.

  2. Saiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    Col Luton ho incontrato il Bayern Monaco in champin’s league ieri sera…
    vinto 2-1 in casa e sconfitto 1-0 fuori… che nervi uscire così e pensare che il mio 4-3-3 ha deciso di incepparsi proprio nella vigilia di questa sfida, prima andava che era un gioiellino uff :-(
    vabbè :-D torna a trovarci in chat :-)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.