Sparami addosso bersaglio mancato.

I cugini delle voci di corridoio hanno detto che l’Italia è a rischio attentati?
Ma no? Lo ricordo solo io che nei mesi successivi all’undicisettembre si ventilava un attentato addirittura in una delle gallerie appenniniche dell’a1?
Lo ricordo benissimo perchè causa angoscia di mia nonna iniziai a fare la Cisa abbandonando l’autosole, e ora devo dire che ringrazio quella scelta.
 
Corsi e ricorsi storici, Templari vs Kamikaze. Non solo ora dovremmo essere sotto allarme, ma dovrebbe essere così ormai da anni. Solo che ora stiamo disegnandoci addosso un grosso puntino rosso.
[Yuuuhuuuu, siam qui! Perchè avete colpito gli spagnoli che fino a due-tre anni fa eran più merdosi di noi e gli inglesi… eccheccavoli: NOI siamo amici di giorgdaboliu!]
Ma quello che mi fa ridere è la gestione televisiva della cosa: programmi televisivi che anzichè il mille e non più mille cavano dal cilindro le profezie di Malachia, di Celestino, dei Maya, dei Sarcazzi e anche di nonna Pina che dicono che nel 2012 si chiude bottega e chi si è visto si è visto. In voga anche il sempreverde Nostrasfigamus, uno che era capace di mettere in versetti cose non univoche… quindi lì dentro posso vederci che anche oggi aveva previsto che mi avrebbero consegnato il divano. Nostradamus era medico, cazzo, che categoria di merda eh….
Il falisco Brachino poi ci sguazza in queste cose come un’anguilla nella vernaccia: da Lady Diana che muore e il complotto alle pippe mentali di Dan Brown che ha amabilmente preso per il culo sette milioni di persone in america e mezzo milione in Italia (quanto aveva venduto Melissa P?) con un insieme di idee che non mi sovvengono neppure quando studio, e dire (e ne siete testimoni) che di cazzate ne penso parecchie.
Insomma, a noi italiani non ce ne frega nulla della religione poi appena muore un papa e ne eleggono un altro carampanizziamo come se fosse un Costantino qualunque. E quelli che invece dovrebbero essere cattolicissimi promulgano le nozze omosessuali… Però noi per bilanciare compriamo il Codice da Vinci, pensiamo che Maria Maddalena avesse fatto cose con Gesù e siamo tranquilli. Massì. Sant’iddio, è come pensare che Harry Potter sia il mio vicino di casa perchè tiene la scopa sul balcone. È finzione letteraria, prendendola in quel modo saremmo tutti più felici. Anche se il pensiero di vedere il film al cinema… mmm, manco se ci fosse Adrien Brody, per dire.
Spero che sia solo il panem et circenses attuato dalla tivvù per non farci vedere che noi al 2012 non ci si arriva. Economicamente già siamo con le pezzuole al deretano.
 

0 thoughts on “Sparami addosso bersaglio mancato.”

  1. Dove c’è più “finzione letteraria”?

    Nel “CodiceDaVinci” o nel “Sacro Libro” e in tutte le sue interpretazioni utilitaristiche?

    Quale ha fatto più morti?

    E chi può battere in fantasia e ridicolo questi tg gossippari?

    D.

  2. Il sacro libro dei colpi di spazzola?

    Il fanatismo c’è in entrambi, tolti gli scherzi. Ed è quello il pericolo, i morti ci sono per l’omeostasi della Terra… pensa che casino se superassimo gli 8 miliardi.

Rispondi