Gusto.

Sto cercando di capire se mi da più noia una televendita di Mastrota o il sommelier Lanciani (Lauciani?) che parla della frizzantezza e dell’autoclave o delle botti in Barrique.
 
Gusto, la rubrica del tg5, è a tratti di un’inutilità estrema.
 
Oggi ad esempio ci hanno insegnato un nuovo piatto.
Allora prendete del pomodoro San Marzano. Tagliatelo, mettetelo in padella con olio e sale. Fatt… ehm… poi mettete gli spaghetti a cuocere. Dopo sei minuti cavateli e aggiungeteli al pomodoro nella padella. Spadellate e aggiungete il basilico.
 
Minchia.
Difficilissimo, pure un minuto di filmato ci devi sprecare? Capisco che in italia adesso senza il cuoco Barilla che prepara il sugo pomodoro e ricotta (traparentesi: il miglior sugo pronto sul mercato perchè non sa di conserva né ha sapori strani) nessuno sa cucinare, ma credo che un piatto di pasta sia nel dna di un italiano e si sappia cucinare anche se si è manifestamente impediti.
 
Cioè, finchè Gusto mi parla della specialità regionale facendomela presentare da quel giornalista con gli occhi storti che prevarica il produttore posso anche sopportarla. Ma se domani mi insegna come si fa l’aglio-olio-peperoncino mi sento mediamente presa per il culo.

0 thoughts on “Gusto.”

  1. Per la ricetta precisa della carbonara ci sono le guerre di religione (io sono un eretico, tra l’altro), comunque l’aglio non ce l’ho mai sentito :D

    Ricordo lo stupore quando mi è capitato occasionalmente di vedere Gusto (poi ho sviluppato la repulsione per la musichetta della sigla, infine per il tg nel complesso, quindi ormai niente più), e ti spiegavano il procedimento:

    -soffriggi questo

    -cuoci quell’altro

    -aggiungi il COMPONENTE SEGRETO, che NON TI SPIEGHIAMO COME SI FA, TI ATTACCHI.

    -è pronto, impiegate 15 minuti per disporre 20 grammi di mangiare in maniera esteticamente gradevole.

    Cioè, utile, davvero.

  2. l’aglio olio e peperoncino l’hanno già fatta, e addirittura hanno spiegato la caprese e poi, dulcis in fundo, anche come si fa l’insalata!!

    al che io e il mi’ babbo ci siamo guardati e in quella fascia si guarda la pubblicità di rai1

  3. Ai voti!

    Cosa volete spiegato nella prossima puntata di Gusto:

    1) Il caffellatte (o, più difficile, il cappuccino!)

    2) Sbucciare una mela

    3) Comprare una brioche in panetteria

    4) Farsi nutrire via flebo

    5) Proprietà organolettiche delle acque del rubinetto di tutta Italia

    6) Prepararsi una nutriente colazione a base di zuccherini

Rispondi