Your time is now.

Muse reading
Li si è visti al festivalbar, con Matthew Bellamy che pareva vestito da Oviesse moda mare [dai, la marinaretta rossa ‘un si poleva vede]. Che poi, adesso c’è dal vivo Morgan Nicholls dei The Streets a supportarli con la tastiera, visto che ci sono molte canzoni in BH&R che prevedono chitarra e tastiera assieme. Però ecco, credo che il concerto dell’anno sia già stato fatto.
Al Reading festival le canzoni hanno suonato molto meglio rispetto alle altre volte, speriamo che sia solo un incipit e non il miglior concerto della stagione [ehm ehm, coff coff perdire, a Milano…], comprese due bellissime versioni di Knights of Cydonia e Butterflies and Hurricanes. Specie la seconda, sebbene del precedente album.  Le scene sul palco si dividono tra quei grossi tubi luminosi che vedete sopra e degli schermi in cui scorrono le parole del ritornello di Knights of Cydonia. Un passo avanti agli "omini-alieni" del precedente tour [che mettevano ansia, lo dico]
Allegavvobi all’ascolto anche due piccole perle. La versione per la radio di Butterflies and hurricanes, meno ampollosa del disco perché esclude la parte di piano e i cori e la hidden track del singolo Starlight. Ehm, ecco, il titolo vi spiega molto, credo. Volete anche il testo? Perché Matt gridacchia molto e non si capisce, vero. ;)


0 thoughts on “Your time is now.”

Rispondi