E dire che mi hanno sempre detto che quando mi girano le palle faccio ridere.

Faccio dei titoli troppo wertmulleriani.
Mah, e io che stamani vagando in giro nel tragitto casa-ospedale mentre leggevo l’opuscolo che diceva "vi chiudiamo il ponte, però visto che siete capre vi si fornisce anche di apposito percorso alternativo. Ecco, al ritorno passi in via delle Fonderie di fronte ai Caramba, contento? Dicci di sì, che ho speso a fare stocazzo di volantino, senti la carta come pesa e guarda che belli, i colori gialloblù."
Poi pensavo, ché qui ci si pensa a che post fare…
– Suvvia, facciamo un post ironico su come noi piccoli gobbi viviamo la serie B e su come e quanto i farmacisti guadagneranno di Maalox e antidepressivi quest’anno.
– Che ne so, parliamo di quanto è bello aprire un libro di patologie e far ridere la colleganza producendosi in "celo celo, mi manca"
– Parlo del mio oncologo, che è un burlone. Anche lui ride molto quando parlo, ma lo fa secondo una usanza parmigiana. Del tipo, gli dico: "Dottore, se prendo il farmaco xyzw mi vengono i pallini rossi tipo la Pimpa…". Lui sbianca, sbarra gli occhi, cerca di reperire dalle ghiandole sublinguali della saliva a caso e poi picchiettando le dita tra naso e radice dello stesso ove infissi giacciono gli occhiali fa un grosso sospiro. Ma l’ho capito che è il suo modo di ridere.
– Parliamo della mia famiglia, un episodio a caso.
– Se parlassi che ho scoperto che il mio collega di Parigi è blogger e pure piuttosto famoso? Cioè, tutti blogger qui, a momenti anche il dalmata dei vicini ha un blog.
– Potrei fare un post sui peli incarniti, visto che nelle riviste di riferimento l’argomento è taciuto…

Poi una donnina apre il messenger e:
Anna: ahem
:D
ciao :D
sai che sei nominata per miglior blog umoristico?
Fran: rotfl
Anna: non è male per una che fa la chemio
sei divertentissima!
Fran: cioè, è la nomination che fa ridere, è questo il punto

Eh, fichissimo eh. Sono il Patch Adams di me stessa. Pensate quando lo dirò al mio medico, o a mia nonna che mi dice sempre che possiedo la stessa allegria di Fassino [mmm, Fassino… grissino…. ahia]
Ordunque, sebbene nella stessa categoria ci siano due miei idoli [il Proeta e Chinaski…], ehm… coff coff…

MacchianerAward 2006: Nomination

Io non dico nulla, non dico, cioè… visto che scrivo non dico, ecco.
[Ma io blog umoristico? Che da otto mesi vi parlo di vomito, pastiglie, scagazzi e depressione? Mah]
Qui il post delle nomination con le istruzioni per il voto.

0 thoughts on “E dire che mi hanno sempre detto che quando mi girano le palle faccio ridere.”

  1. in effetti, te l’ho appena detto nei commenti al mio blog, io, il tuo, come blog umoristico, non ci avevo mai pensato.

    Comunque votiamo tutti la fran, son d’accordo, e nelle altre categorie, votiam tutti eiochemipensavo.

    (tanto chi vuoi che se ne accorga, che parlo di me stesso)

    :)

    eio

  2. 1 sacrosanta verità: chiunque ha un blog, ma pure l’uso che ne facciamo è malato.

    Stamattina ho appreso che mia sorella [con la quale vivo]s’è fatta male alla spalla dal suo blog o_O

    2 io attendo fiduciosa il post sui peli incarniti…

    3 essignorebenedetto!La nominee!A quando la campagna elettorale?

    baci baci

    Amaracchia

  3. Non credevo di battibeccare con una blog *star*! Ma certo che ti voto, tesssoro!

    Io è tutto il fine che ascolto la vita sentimentale di un mio amico sebbene io NON DEBBA SAPER NULLA: che ansia! Poi ci sarà un motivo per cui divento completamente idiota e altro…

  4. Malboro: anzitutto grazie, però qui siamo tutti sconvolti dalla categoria. Qua l’unica cosa che fa ridere è il contoinbanca e il libretto universitario, ma temo che il capoccia abbia solo ghignato al titolo, ahinoi..

  5. FRAN FOR PRESIDENT

    Però non t posso votare, Fran, a meno di non votare a caso quasi tutte le categorie…ma se ci tieni lo faccio.

    Sì, è normale che la categoria ti lasci perplessa, in fondo parli di te, non si può non tenerlo presente anche quando si ride delle tue battute. Lo stesso vale per chinaski.

    Baci

    D

  6. A essere sincera è una neo-amica che mi parla degli intrallazzi con un mio amico (sempre stato vigliacco) e che se la giostra come un pupazzetto. Ieri 20 minuti al cell. E avevo già l’orecchio fosforescente! Uff…

  7. Non sono le cose di cui parli ad essere divertenti… è lo stile con cui lo fai…

    esempio: “Sono il Patch Adams di me stessa.”

    che a pensarci è una cosa terribile, ma come immagine è divertente…

    sei una gran donna, Fran…! ;)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.