"Puttantour a Budapest (e altre 99 cose da fare come contorno)"

Ieri sera si parlava (con Davide, demiurgo del titolo) di come ora vadano molto gli istant book, e di come è possibile attirare sparuti lettori con l’arte dell’esca per titoli geniali e mi è stato proposto questo.

Naturalmente qualora avesse successo nelle ricerche gugol potrei anche farlo. Basti vedere i 260 che ogni giorno arrivano qui cercando il numero delle lauree di uno che partecipa all’isola dei famosi (lì poi il post parla di tutt’altro)

[ho tipo delle cose fatte anni fa di diari di viaggio scritte piccine sui ricettari bianchi da medico. Quando non c’erano ancora i blog e cose del genere, pensa te]


Rispondi