Modenantiquaria: si apre lo scrigno delle meraviglie

Si apre lo scrigno modenese delle meraviglie, mai così ricco, bello e accogliente come in questa trentesima edizione di Modenantiquaria. Dal 13 al 21 febbraio, a Modena Fiere.
L’attenzione dei grandi giornali nazionali, il fermento che si è creato nel mondo degli addetti ai lavori, l’impegno mai così stringente degli espositori, sono elementi che consentono di prefigurare una edizione di successo.
“Da tempo non si avvertiva un interesse, anche internazionale, di questo livello, afferma Paolo Fantuzzi, AD di ModenaFiere. “Se il buongiorno si vede dal mattino, si può già dire che Modenantiquaria 30 sarà una edizione da ricordare con emozione”.
Negli stand dei settanta espositori, stanno per essere collocate opere che non sfigurerebbero in alcun grande museo o nella più raffinata delle dimore. Non solo quadri (e sculture) ma mobili di preziosa fattura, di comprovato pedigree, complementi, oggettistica, ceramiche davvero superbe, argenti, gioielli. Compare per la prima volta anche il grande design.
Totalmente rinnovata Petra, la mostra mercato collaterale molto amata dai pollici verdi di tutta Europa. Proposte curiose, arredi originali, marmi e pietre d’epoca, il tutto inserito in una suggestiva brughiera inglese popolata da cavalli.
Un evidente salto di qualità lo sta vivendo anche Excelsior, l’esposizione collaterale dedicata alla pittura dell’Ottocento. Le proposte stupiranno anche i più avvezzi alle grandi fiere internazionali.
Ultimo e non ultimo, il piacere di ammirare, in esclusiva per Modenantiquaria i capolavori mai prima esposti della importantissima Collezione BPER.
Da Guido Reni a Boulanger, da Francesco Bianchi Ferrari a Ortolano, fino a Girolamo da Carpi: la trentesima edizione di Modenantiquaria ospita una selezione delle opere d’arte acquisite da BPER Banca in mezzo secolo di attenzione per il patrimonio artistico del territorio. Accanto ai capolavori di maestri emiliani saranno in mostra alcune opere inedite, mai presentate finora.
E per finire la fotografia d’autore approda per la prima volta a Modenantiquaria attraverso una preziosa selezione di capolavori tratti dalla collezione Fondazione Cassa di risparmio di Modena.
Dal 13 al 21 febbraio i padiglioni della storica manifestazione modenese accoglieranno opere di Ansel Adams, Diane Arbus, Paul Caponigro, Roy DeCarava, Robert Frank, Lee Friedlander, Ralph Eugene Meatyard, Edward Weston, Minor White. Autori amatissimi dal pubblico, che, tra gli anni Quaranta e gli anni Settanta, hanno scritto alcune delle più importanti pagine della fotografia americana.


Organizzazione: ModenaFiere – info@modenantiquaria.it


Rispondi