Migliaia di pellegrini sono attesi in Israele per le festività Natalizie

Un aumento del 20% dei pellegrini cristiani è previsto per quest’anno.

Il Ministero del turismo mette a disposizione navette gratuite da Gerusalemme a Betlemme per partecipare alle funzioni natalizie.

 

Il ministro del turismo Yariv Levin ha dichiarato:

“Israele invita i fedeli di tutte le religioni a pregare, adorare e visitare tutti i luoghi santi di Israele, in libertà e sicurezza. Sono orgoglioso di cogliere questa opportunità e annunciare che quest’anno abbiamo superato tutti i record precedenti in merito al turismo in arrivo e siamo pronti a concludere il 2017 con un record di 3,5 milioni di turisti, mezzo milione in più rispetto all’anno precedente. Questa crescita è il risultato dei numerosi cambiamenti strategici realizzati dal Ministero del Turismo “.

 

Il Ministero del Turismo sta lavorando per accogliere le decine di migliaia di turisti che hanno programmato di visitare Israele per il periodo natalizio. Dalle 15:00 del 24 dicembre fino alle 03:00 del giorno di Natale, il Ministero del Turismo offrirà un servizio navetta gratuito per i pellegrini che si recheranno da Gerusalemme e Betlemme e viceversa. La partenza degli autobus è programmata ogni 30 minuti all’ora e mezz’ora di ogni ora, dalla fermata dell’autobus vicino al parcheggio della Carta, di fronte alla Porta di Jiaffa e vicino al Mamilla Boulevard.

 

La porta di Jaffa a Gerusalemme

 

L’autobus si fermerà anche vicino all’ingresso del Monastero di Mar Elias e presso l’incrocio Rosmarin prima di proseguire verso Betlemme attraverso l’incrocio di Rachele, per poi tornare a Gerusalemme. Ci possono essere modifiche al programma a seguito della richiesta.

 

Il ministero del turismo ha tenuto la scorsa settimana il tradizionale ricevimento annuale di Natale per i dirigenti della Chiesa e i membri delle comunità cristiane in Israele. Il direttore generale del ministero del turismo, Amir Halevi, ha acceso le candele di Hanuka. Hanno partecipato all’evento, tra gli altri, il nunzio apostolico in Israele. S.E. l’arcivescovo Leopoldo Girelli, il Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton e il dott. Juergen Buhler, direttore dell’Ambasciata cristiana internazionale di Gerusalemme. Tra i diplomatici presenti alla reception c’erano, tra gli altri, l’Ambasciatore italiano Gianluigi Benedetti, l’ambasciatrice francese, signora Hélène Le Gal, l’ambasciatore australiano Chris Cannan, oltre ai rappresentanti del settore del turismo cristiano.

Sua Eminenza l’Arcivescovo Aristarco del Patriarcato Greco Ortodosso di Gerusalemme ha parlato di Gerusalemme come “simbolo universale di pace e la destinazione più importante al mondo per i pellegrini”. L’arcivescovo Aristarco ha sottolineato come ci sia un “numero straordinario di pellegrini in visita alla città, un numero che cresce ogni anno. Padre Koryoun Baghdasaryan del Patriarcato ortodosso armeno e il dott. Juergen Buhler, direttore dell’ambasciata cristiana internazionale di Gerusalemme, hanno entrambi parlato dell’importanza di realizzare un pellegrinaggio a Gerusalemme e nei luoghi santi del Paese, offrendo un’esperienza unica e significativa per i fedeli che camminano sulle orme di Gesù.

 

Vista sulla Città Vecchia di Gerusalemme

 

Ecco i più importanti eventi che avranno luogo in Terra Santa in occasione delle festività natalizie:

Sabato, 23.12.17

Ore15:00. Tradizionale parata attraverso le strade principali di Nazareth fino alla Basilica dell’Annunciazione, con la partecipazione di migliaia di giovani provenienti delle organizzazioni giovanili locali, dei capi delle chiese cristiane e dei dignitari locali.

Ore 18:00.

Spettacolo pirotecnico per aprire i festeggiamenti, per gentile concessione del Ministero del Turismo.

Domenica, 24.12.17

19:30. Messa nella Basilica dell’Annunciazione.

 

Nazareth, Basilica dell’Annunciazione

 

Informazioni dettagliate sui servizi e le festività natalizie sul sito Web del Christian Information Center http://www.cicts.org/default.asp?id=353.

 

Secondo le statistiche diffuse dal Ministero del Turismo oltre la metà di tutti i turisti che hanno visitato Israele nel 2016 erano cristiani. Il ministero stima che 120.000 dei turisti che hanno visitato Israele nel dicembre 2016 fossero pellegrini cristiani. Una crescita di circa il 20% è attesa nel periodo di Natale di quest’anno rispetto allo scorso anno, in linea con l’aumento complessivo previsto del turismo verso Israele. Il 53% dei 2,9 milioni di turisti – così classificati perché hanno soggiornato almeno una notte nel Paese – che hanno visitato Israele nel 2016 erano cristiani. Di questi, il 38% erano cattolici, il 28% protestanti, il 28% ortodossi. Tra i protestanti, il 75% erano evangelici  – che comprendono il 21% di tutti i turisti cristiani e il 13% di tutti i turisti -, mentre il 21% provenivano dalla chiesa tradizionale e da quella afroamericana. Tra gli ortodossi, il 71% appartiene alla Chiesa ortodossa russa e il 29% agli ortodossi greci e ad altre confessioni. Il 23% di tutti i turisti di Israele ha definito lo scopo della loro visita come pellegrinaggio. La stragrande maggioranza di tutti i visitatori cristiani visita Gerusalemme e circa il 40% di questi visita Tel Aviv-Giaffa. I siti più visitati dai cristiani risultano essere la Chiesa del Santo Sepolcro, il Quartiere ebraico, il Muro occidentale,  la Via Dolorosa, il Monte degli Ulivi, Cafarnao, la Chiesa dell’Annunciazione e la Città di David.

“Davvero unica al mondo risulta l’esperienza di un viaggio in Terra Santa e il Natale in Israele regala emozioni insostituibili” ha dichiarato Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo in Italia.

 

Per conoscere tutte le offerte aggiornate e per organizzare il tuo viaggio in Israele clica qui.

 


Rispondi