Petrarca, l’amore, la poesia. A Vignola Marco Santagata, Patrizia Cavalli e Riccardo Maffoni insieme per ricordare il “Poeta innamorato”

Il 20 luglio 1304 nasceva Francesco Petrarca. Oltre 700 anni dopo, sabato 20 luglio 2019, uno studioso di letteratura – il maggiore esperto al mondo del poeta – una grande poetessa italiana e un fine musicista si incontrano in Piazza dei Contrari a Vignola (MO) per una serata omaggio all’uomo che con i suoi versi ha segnato l’inizio della civiltà moderna. L’appuntamento – a partire dalle ore 21.00 ad accesso libero e gratuito fino ad esaurimento posti – è un’anteprima della quindicesima edizione di Poesia Festival e si inserisce nell’ambito di Etra Festival 

Fondatore dell’umanesimo, scrittore, poeta e filosofo, è uno dei pilastri della letteratura italiana ed europea. Con la sua opera più celebre, il Canzoniere, ha insegnato a tutti gli amanti d’Occidente a esprimere quello che hanno nel cuore. Francesco Petrarca nasceva ad Arezzo il 20 luglio 1304 e lo stesso giorno, 715 anni più tardi, è il più grande studioso ed esperto al mondo del poeta a rendergli omaggio con una serata rivolta al grande pubblico: sabato 20 luglio a Vignola, in provincia di Modena, a partire dalle ore 21.00Marco Santagata è in Piazza dei Contrari in compagnia della poetessa Patrizia Cavalli e del musicista Riccardo Maffoni.

L’insolito trio propone un incontro nel segno della poesia e della musica, dove il fil rougeè il grande poeta e la sua poesia, per comunicarne a tutti la sensualità, la fisicità, l’immediatezza. Marco Santagata terrà un intervento dal titolo “Pellegrine adescatrici nel Canzoniere di Petrarca”, lettura particolare e sorprendente delle figure femminili nel capolavoro del poeta, mentre Patrizia Cavalli, adorata come un’icona pop, leggerà le sue poesie attraversate da una genialità visionaria e realistica. Maffoni invece, cantautore in proprio di cui colpiscono la classe e misura, oltre che il gusto e lo stile raffinato – straordinario interprete di Bruce Springsteen – canterà le canzoni d’amore del Boss accompagnato da Ottavio Barbieri al pianoforte e da Carlo Gorio alla chitarra.

L’appuntamento – ad accesso libero e gratuito fino ad esaurimento posti – è promosso da Poesia Festival, (Unione Terre di Castelli, Fondazione di Vignola, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Regione Emilia Romagna), con il contributo della ditta Aton Green Storagee si inserisce nell’ambito di Etra Festival.

Petrarca, l’amore, la poesia è infatti un’anteprima della XV edizione di Poesia Festival, che dal 16 al 22 settembre invaderà pacificamente i borghi antichi di nove comuni modenesi. L’iniziativa è la terza tappa di un progetto dedicato a Francesco Petrarca che si svilupperà negli anni in occasione della sua data di nascita.

 

Marco Santagata

Lo studioso di letteratura italiana è il maggiore esperto al mondo di Dante e di Petrarca, oltre ad essere autore di numerosi saggi e apprezzatissimo scrittore, (dal suo primo, fulminante, romanzo d’esordio, “Papà non era comunista” del 2003 fino a “Il movente è sconosciuto”, sempre per l’editore Guanda, romanzo di struggente bellezza), un vero maestro e una presenza familiare del Festival. Vincitore nel 2003 del Premio Campiello con “Il maestro dei santi pallidi” e nel 2006 del Premio Stresa di Narrativa con “L’amore in sé” (entrambi Guanda), tra i suoi numerosi romanzi e le sue opere su Petrarca ricordiamo “Voglio una vita come la mia” (Guanda, 2008), “L’amoroso pensiero. Petrarca e il romanzo di Laura” (Mondadori, 2014) e “Il poeta innamorato. Su Dante, Petrarca e la poesia amorosa” (Guanda, 2017).

 

Patrizia Cavalli

Una delle maggiori poetesse italiane, da molticonsiderata la più importante, è studiatapiù all’estero che in Italia. Le sue poesie sono fatte per illuminare e conoscere, perchèin ogni ansia e ombra, in ogni percezione e passione c’è sempre un enigma da indagare. Ha pubblicato numeroseraccolte di versi: “Le mie poesie non cambieranno il mondo” (1974), “Il cielo” (1981), “Poesie 1974-1992” (Einaudi, 1992), “L’io singolare proprio mio” (Einaudi, 1999), “Sempre aperto teatro” (Einaudi, 1999), “Pigre divinità e pigra sorte” (Einaudi, 2006), “Datura” (Einaudi, 2013). Per le musiche di Diana Tejera ha realizzato i testi di “Al cuore fa bene far le scale” (con CD audio, Dati Voland, 2012). Per Giorgio Agamben, Patrizia Cavalli ha scritto la poesia piùintensamente”etica” della letteratura del Novecento. E’ molto nota e apprezzata anche per le sue traduzioni di Shakespeare.

 

Riccardo Maffoni 

Cantautore classe 1977, nel 2000 vince il Premio Ciampi, Città di Livorno, omaggio a Stefano Ronzani, nel 2001 è finalista del Premio Città di Recanati e nel 2002 partecipa e vince il Festival di Castrocaro. Opening act per vari artisti – tra i quali ricordiamo Van Morrison, Alanis Morissette, Nomadi, PFM e Francesco Renga – nel 2004 pubblica il suo primo album “Storie di chi vince a metà”  per la Warner Music Italia. Nel 2006 vince il Festival di Sanremo sezione Giovani con il brano “Sole negli Occhi” poi incluso nel repackaging di “Storie di chi vince a Metà”.  Nel 2008 il suo secondo lavoro “Ho Preso Uno Spavento”  sotto etichetta Warner Music/Evento Musica. Nel 2011, dopo un lungo tour acustico che lo porta a suonare anche negli Stati Uniti registra un EP in lingua inglese dal titolo “1977” per l’etichetta Evento Musica, composto da sei classici del rock più un inedito. Sempre molto attivo in ambito live, il tour che segue la pubblicazione di “1977” lo vede impegnato in vari club italiani e per la prima volta, nel 2012, in Svezia.  Nel 2018 esce “Faccia”, contenente 14 brani nuovi, prodotto e arrangiato dallo stesso Riccardo insieme a Michele Coratella. Il 22 giugno 2018 con il brano “Provate voi”, contenuto nel nuovo album “Faccia” vince il “Premio Peppino Impastato – Targa 100 Passi”, patrocinato dalla Fitel-Sicilia e dal Ministero della Cultura.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.