BlueCity Rotterdam, l’avanguardia olandese dell’economia circolare nell’ex complesso di piscine tropicali

Rotterdam, la seconda città olandese e il porto più grande d’Europa, è considerata una delle metropoli più all’avanguardia dell’emisfero occidentale: del climate change e dell’innalzamento dei mari, della scarsità delle risorse e dell’economia circolare” ha fatto le proprie bandiere. Lo testimonia il futuristico progetto BlueCity, incubatore riservato a startup “circolari”, sorto grazie alla radicale ristrutturazione dell’iconico Tropicana, ex complesso di piscine coperte in stile art déco.
Sono oltre una trentina quelle ospitate nel complesso che sorge sul greto della Mosa, tutte coerenti con il rispetto dell’ “economia circolare”, cioè del sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo, senza consumare risorse esterne e garantendo quindi la propria ecosostenibilità. Nell’esperimento BlueCity convergono player rigorosamente locali: imprenditori sociali e semplici cittadini, scienziati e ricercatori, università e istituzioni
Gli imprenditori stabilitisi in BlueCity interpretano l’economia circolare nei modi più svariati: i fondi di caffè dei bar e dei ristoranti di Rotterdam sono un terreno fertile per coltivare i funghi di RotterZwam. La CO2 rilasciata durante questo processo viene utilizzata da Spireaux nella produzione dell’alga azzurra Spirulina. Il micelio (la parte vegetativa dei funghi) viene utilizzato per sviluppare materiali di imballaggio nel BlueCity Lab. La cera d’api di Stadsimker Abderrahim Bouna è sfruttata dal produttore di mobili OKKEHOUT. Gli scarti di frutta dal mercato vengono trasformati da Fruitleather in un materiale simile alla pelle per borse e zaini. I vermi nel seminterrato trattano i rifiuti di cartone per conto di VENDRAAID GOED e KEES trasforma pneumatici per biciclette e auto in accessori di uso comune.
BlueCity Rotterdam rivendica il ruolo di miglior interprete della prima legge dell’elettrodinamica: in natura nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si trasforma.
Una piscina piena di possibilità, questo è BlueCity. Un parco giochi per aziende circolari con un’economia dove i rifiuti non esistono e dove insieme i realizza un mondo in cui i rifiuti diventano preziosi.
Perché, come afferma uno di loro: “L’economia lineare non è in grado di sostenere un pianeta che nel 2050 sarà popolato da 10 miliardi di persone. Non possiamo più accettare il concetto di produrre, consumare e smaltire: in un mondo sempre più povero di materie prime e pieno di rifiuti, il futuro dev’essere la nuova economia circolare”. https://www.bluecity.nl/


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.