Stoccolma lancia una nuova celebrazione delle luci durante la settimana del Nobel

Schizzo di illuminazione chiamato “Spazio” sul municipio di Stoccolma, prodotto da Lumination of Sweden, PXLFLD e Creative Technology in collaborazione con l’Agenzia spaziale nazionale svedese e l’Agenzia spaziale europea.
Quando arriva dicembre, abbiamo tutti bisogno di un po ‘di luce nell’oscurità – e quest’anno forse più che mai. Per portare un po ‘più di luce e speranza nelle nostre vite, circa quindici luoghi intorno a Stoccolma saranno illuminati per la Settimana del Nobel Lights Stockholm dal 5 al 13 dicembre come parte della Settimana Nobel 2020. Questa celebrazione delle luci intreccia arte e tecnologia in un modo nuovo e giocoso per celebrare i premi Nobel di quest’anno.

Il municipio di Stoccolma, Sergels Torg, la sala concerti, il teatro drammatico reale, il museo della città di Stoccolma e il museo del premio Nobel sono solo alcuni degli edifici e dei luoghi che fungeranno da palcoscenici per alcune installazioni luminose spettacolari e artistiche. Nobel Week Lights Stockholm si ispira ai festival internazionali della luce come la Fête des Lumières di Lione.

“Questa esperienza culturale è una gradita aggiunta alla Settimana del Nobel di quest’anno, quando celebriamo i premi Nobel dell’anno in vari modi”, afferma Lars Heikensten, direttore esecutivo della Fondazione Nobel. “Quest’anno è anche unico nella storia del Premio Nobel, poiché molte delle attività della settimana si svolgono online. Quindi siamo particolarmente felici di poter invitare il pubblico a vivere un’esperienza in un ambiente esterno che diffonda luce e speranza “.

Il progetto è stato avviato da Lara Szabo Greisman, Annika Levin e Alexandra Manson, e dicono che la loro idea per le installazioni luminose è diffondere la gioia della scoperta, stimolare la curiosità delle persone e sfidare i visitatori a vedere Stoccolma con occhi nuovi. In questa collaborazione tra artisti, lighting designer e industria dell’illuminazione, al pubblico viene offerta un’esperienza innovativa di arte e tecnologia. Sperano che questa versione pilota sarà la prima di altre in arrivo in futuro.

“Per me, è importante che Stoccolma sia un luogo sicuro e accogliente, sia per gli abitanti di Stoccolma che per i visitatori. Questa sarà un’aggiunta spettacolare alla Settimana del Nobel durante un periodo straordinario, con la luce, l’arte e l’innovazione al centro della scena – esperienze che tutti possono condividere insieme nei nostri spazi pubblici comuni. Utilizzare gli edifici più iconici di Stoccolma come sfondo per fantastiche installazioni luminose illuminerà la vita quotidiana di molti abitanti di Stoccolma durante la parte più buia dell’anno “, afferma Anna König Jerlmyr, sindaco di Stoccolma.

Molte delle installazioni luminose sono state ispirate dai premi Nobel di questo e degli anni precedenti. Le immagini provenienti dai confini esterni dello spazio verranno proiettate sulla facciata del municipio di Stoccolma. L’installazione è uno dei più grandi progetti di video mapping mai visti in città, una collaborazione con lo Swedish National Space Board e l’Agenzia spaziale europea. C’è una chiara connessione con il Premio Fisica di quest’anno, che è stato assegnato per la scoperta di uno dei fenomeni più strani dell’universo: i buchi neri.

A Sergels Torg, Helmet Experience Design riempirà la piazza di ombre danzanti in tutti i colori dell’arcobaleno, e sia nel parco Kungsträdgården che nella periferia di Skärholmen, gli abitanti di Stoccolma potranno sperimentare le oscillazioni luminescenti del designer Alexander Lervik. L’artista Aleksandra Stratimirovic farà brillare la facciata del Nationalmuseum e il Museo del Premio Nobel di Stortorget a Gamla Stan riceverà un’installazione di Tobias Rylander e Sahara Widoff che si riferisce alla nuova mostra del museo sul banchetto del Nobel.

Nobel Week Lights Stockholm è creato e prodotto da Annika Levin, Alexandra Manson, Lara Szabo Greisman e Helmet. L’iniziativa fa parte del programma per la Settimana del Nobel ed è stata intrapresa in collaborazione con il Museo del Premio Nobel con il sostegno della Città di Stoccolma, della Camera di Commercio di Stoccolma e dell’Institut Français de Suède, insieme a una serie di altri partner e illuminazione aziende.

Tutte le installazioni luminose possono essere sperimentate all’aperto con una distanza di sicurezza dagli altri. Saranno illuminati dal pomeriggio fino a tarda sera e non devono essere visti in un orario specifico. L’ambizione è anche quella di rendere disponibili le installazioni digitalmente.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.