Fantascienza: un viaggio nell’ignoto 16 marzo – 30 giugno 2019

Read More

È stata inaugurata il 16 marzo, presso la Kunsthal di Rotterdam, la mostra “Fantascienza: un viaggio nell’ignoto”, panoramica affascinante e approfondita di oltre cento anni di fantascienza, in collaborazione con il Barbican Centre di Londra. Il genere creativo della fantascienza ha generato un incredibile numero di film e di opere musicali, di romanzi e di opere d’arte di assoluto valore, in tutto il mondo. Più di 850 oggetti unici mostrano il frutto dell’immaginazione e dell’inventiva della mente umana, quando supera le barriere del tempo e dello spazio. Uno spettacolo imperdibile per gli appassionati di questo genere e per tutti coloro che amano l’universo nel quale fantasia e realtà si fondono.

 

La mostra comprende più di cinquanta film e clip TV dai momenti più memorabili dei film di fantascienza, incluso materiale inedito.  Ci sono anche libri – tra cui manoscritti rari -, riviste pulp, fumetti, pubblicità e cartoline. In più, installazioni video e oggetti di scena, maschere e modelli da film che hanno segnato la storia del cinema. Solo alcuni esempi: l’elmo da guerriero di Darth Vader, la tuta spaziale del dottor Spock, le maschere del film Godzilla, la lanterna magica de Il giro del mondo in ottanta giorni di Jules Verne e l’uovo di dinosauro di Jurassic Park. È possibile immergersi in un’installazione multischermo all’interno di un episodio della serie di successo di Netflix Black Mirror, appositamente adattata per la mostra.

 

Viaggia attraverso quattro temi

La mostra “Science Fiction” spazia sulle regioni sconosciute del nostro pianeta in Extraordinary Voyages, l’universo infinito in Space Odysseys, l’emergere di mondi utopici o distopici in Brave New Worlds e il mondo della tecnologia in Final Frontiers.

 

  1. Viaggi straordinari

La prima sezione della mostra porta i visitatori nei recessi remoti, profondi e oscuri del Pianeta Terra. Il tema getta luce sul fascino umano delle regioni sconosciute e inaccessibili del nostro pianeta – isole misteriose, mondi e viaggi perduti nel profondo del mare e nell’aria – dove sono nate le storie di fantascienza.

La sezione include:

– Modelli di dinosauri dei film di Ray Harryhausen;

– la serie di Dinotopia di James Gurney;

– Modelli originali e oggetti di scena di film come Godzilla e Jurassic Park;

– Manoscritti originali e disegni di Jules Verne;

– Alcune delle opere più influenti della letteratura, come New Atlantis di Francis Bacon, Robinson Crusoe di Daniel Defoe, Herland di Gilman di Charlotte Perkins, Utopia di Thomas More, Gulliver’s Travels di Gulliver e Tarzan e The Lost Empire di Edgar Rice Burrough;

– Clip da 20.000 leghe sotto i mari, Viaggio al centro della Terra, Thunderbirds e molti altri film.

 

  1. Odissea nello spazio

Space Odysseys – la più grande sezione della mostra – copre ciò che è considerata l’Età d’Oro della fantascienza. Questa sezione esplora le storie più comunemente associate alla fantascienza: il cosmo, i viaggi spaziali e gli incontri con gli alieni.

 

  1. Brave New Worlds

Brave New Worlds introduce i visitatori alle tante società immaginarie che l’umanità ha creato per sé: mondi che ci spaventano e affascinano allo stesso tempo, città future con giganteschi grattacieli, enormi reti di trasporto sotterranee e iper-organizzati mondi distopici, compresi disastri, guerre e l’immancabile fine del mondo.

 

  1. Final Frontiers

L’ultima sezione si concentra sul futuro della tecnologia e il nostro posto nell’universo. Viviamo in un momento in cui i confini della scienza e della tecnologia vengono spinti sempre più in là. Cosa significa questo per le nostre vite? Final Frontiers esplora l’intelligenza artificiale, l’identità, la trasformazione e la mutazione del nostro corpo – insieme a cyborg, cloni e robot – e descrive i viaggi nel tempo e nello spazio, verso mondi paralleli e nuove dimensioni.

 

Campagna internazionale della memoria e un itinerario a piedi

Read More
File name :BDR_4013.JPG File size :3.4MB(3559436Bytes) Date taken :2010/03/10 10:28:02 Image size :4288 x 2848 Resolution :300 x 300 dpi Number of bits :8bit/channel Protection attribute :Off Hide Attribute :Off Camera ID :FOTO: BERRY DE REUS @ú Camera :NIKON D2Xs Quality mode :N/A Metering mode :Matrix Exposure mode :Shutter priority Speed light :No Focal length :12 mm Shutter speed :3.0second Aperture :F13.0 Exposure compensation :-0.7 EV White Balance :N/A Lens :N/A Flash sync mode :N/A Exposure difference :N/A Flexible program :N/A Sensitivity :N/A Sharpening :N/A Image Type :Color Color Mode :N/A Hue adjustment :N/A Saturation Control :N/A Tone compensation :N/A Latitude(GPS) :N/A Longitude(GPS) :N/A Altitude(GPS) :N/A

Liberation Route Europe lancia il programma 2019/2020 per commemorare e celebrare 75 anni di libertà

 

 

Bruxelles, Belgio: Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale offre un momento unico per onorare i veterani. È più importante che mai mantenere vivo il retaggio della Seconda Guerra Mondiale e il suo significato per l’Europa di oggi: è l’ultimo invito per le giovani generazioni a ricevere storie di prima mano dai veterani di guerra e per tutti a vivere questa importante occasione. La campagna internazionale Europe Remembers (www.europeremembers.com) rende onore ai loro sacrifici e invita le persone a viaggiare in Europa per ricordare e sperimentare ciò che è accaduto durante la guerra.

 

Aumentando la consapevolezza del pubblico, la campagna incoraggia le persone a riflettere e a apprezzare la libertà per cui i veterani hanno combattuto. Durante il 2019 e il 2020 numerose commemorazioni e eventi si svolgeranno in diversi Paesi, per celebrare i 75 anni trascorsi dal 1945. Europe Remembers mira a raggiungere almeno 25 milioni di potenziali visitatori per questi eventi. Unisciti a noi in questo viaggio, per onorare e ricordare insieme.

 

 

Martin Schulz

L’inizio del programma Liberation Route Europe 2019/2020 è stato ufficialmente annunciato durante la Conferenza annuale della Fondazione Liberation Route Europe a Bruxelles. Di fronte a centinaia di persone, Martin Schulz, membro del Bundestag tedesco, ex presidente del Parlamento europeo e patrono della Liberation Route Europe, ha dichiarato che “La memoria del nostro passato modella il modo in cui vediamo il nostro presente e lavoriamo verso il nostro futuro. Con i progetti 2019/2020 la Liberation Route Europe ha un programma che sostengo volentieri e che spero contribuirà a mantenere viva e viva la memoria del nostro continente”.

 

L’Amministratore delegato Rémi Praud della Liberation Route Europe Foundation ha sottolineato che, con la campagna “Europe Remembers”, s’intende attirare l’attenzione su questi due importanti anni e creare la consapevolezza che la libertà non dovrebbe mai essere data per scontata. Il progetto ispirerà i visitatori a conoscere la nostra storia e li incoraggerà a mettersi in cammino e ad affrontare i ricordi di guerra“.

 

Itinerario internazionale che si estende per quasi 3000 km

Un’iniziativa unica in un momento in cui l’Europa celebra 75 anni dopo la Seconda Guerra Mondiale è la realizzazione di un percorso internazionale di lunga percorrenza. Un itinerario con “vettori”, creati da Daniel Libeskind, che segnano un monumento transfrontaliero di libertà, armonia e pace. Sarà inaugurato nel 2020 e si estenderà per quasi 3.000 km da Londra a Berlino, passando per centinaia di punti di interesse. Il percorso è il culmine di anni di lavoro e pianificazione e unirà, per la prima volta, Paesi, Regioni, siti importanti: pietre miliari e storie nell’ultima fase della Seconda Guerra Mondiale. Utilizzando una serie di marker denominati “Vettori”, questo percorso conferisce una dimensione tangibile alla Rotta per la Liberazione e combina la cultura architettonica di Daniel Libeskind, famosa in tutto il mondo e innovativa, con la rete di partner impegnati di Liberation Route Europe in tutta Europa.

 

“I vettori sono una topografia della memoria. Funzionano come punti nello spazio e nel tempo, si collegano alla storia della liberazione “, ha detto Daniel Libeskind al lancio del progetto. “Era importante che i vettori comunicassero un messaggio molto chiaro e audace, in modo che quando se ne incontra uno sia immediatamente chiara la vastità della catastrofe e il trionfo finale della liberazione”, ha aggiunto.

 

“Europe Remembers” e l’itinerario internazionale sono iniziative della Fondazione Liberation Route Europe (LREF). La fondazione promuove la Strada europea della liberazione (che attualmente attraversa nove Paesi) che illustra le prospettive nazionali sulla liberazione dell’Europa. L’obiettivo è insegnare, condividere esperienze, incoraggiare la comprensione e creare una consapevolezza unificata dell’importanza della libertà. La Fondazione Liberation Route Europe commemora gli eventi della Seconda Guerra Mondiale e incoraggia i cittadini dell’Europa a celebrarli e ad averne cura per il futuro.

 

Per saperne di più su Liberation Route Europe e i suoi obiettivi, www.liberationroute.com

 

Una gita in barca all’avventura alla ricerca di foche e altri animali marini

Read More

Den Oever è un autentico villaggio di pescatori poco prima della diga dell’Afsluitdijk, nell’ Olanda Settentrionale: un paradiso per gli amanti della natura. Il posto di vedetta nel porto offre una splendida vista sul Mare di Wadden e sulla diga. Le barche da pesca della corporazione “Waddengild” si riparano nel porto stesso e pescatori esperti organizzano escursioni in barca alla scoperta dei posti più belli del Mare di Wadden, altrimenti impossibili da vedere dalla diga. Del mare conoscono ogni flusso, banco di sabbia e movimento e mostrano ciò che vive sopra e sotto l’acqua. Se avrete fortuna, si potranno avvistare foche e altri animali marini, oltre a vedere da vicino granchi e gamberetti vitrei. Dal ponte della nave è visibile un’ulteriore vita marina, migliaia di uccelli marini di ogni tipo e dimensione. Con la bassa marea si possono avvistare foche che si rilassano sui banchi di sabbia. Scoprire il mare con il binocolo, annusare l’aria salmastra, godersi il sole: ecco cosa offre l’escursione con le barche della “Wadvissersgilde”, nel mare di Wadden.

Sono almeno 10.000 le specie diverse di animali e vegetali che vivono nella regione del Wadden. Per questa straordinaria flora e fauna il mare di Wadden è entrato a far parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 2009.

 

La durata della gita è di 2 ore

Il costo è di 13,50 € per gli adulti

Bambini fino a 7 anni 10 €

 

http://www.dezeeleeft.nl/

 

Nuovo Sondaggio by LELO: stress e smartphone rovinano l’atmosfera in camera da letto

Read More

LELO ha condotto un sondaggio su vari aspetti della vita sessuale, a cui hanno risposto più di 10.000 partecipanti, e ha svelato alcuni risultati interessanti: la media di partner sessuali è tra i 10 e i 20 partner mentre stress e smartphone rovinano l’atmosfera in camera da letto.

 

Gli esperti del piacere di LELO sono stati occupati per tutto il mese di Dicembre a cercare le notizie e le curiosità più succose sulla vita sessuale delle persone e a trovare nuove emozionanti idee per fare del buon sesso nel 2019. Gli esperti di LELO hanno intervistato e raccolto le risposte di più di 10.000 partecipanti. Curioso di sapere cosa hanno scoperto?

 

Chi fa più sesso?

 

Quando si parla di quantità, le persone tra i 31 e i 40 anni, seguiti da chi ha 25-30 anni, hanno il maggior numero di rapporti. Certo, il sesso non è una questione di quando e quanto, ma di quanto ti fa stare bene. Eppure, i dati e le percentuali riescono sempre a stuzzicare la nostra curiosità.

 

Geograficamente, la Svizzera, la Grecia e il Brasile sono le nazioni che si aggiudicano i primi posti per il numero di partner, con una media di 15-20 partner all’anno. Gli Stati Uniti, come l’Italia e la Spagna si attestano tra 1 e 3 partner, mentre l’Inghilterra tra 4 e 8. È importante notare che, a livello mondiale, la media è tra i 10 e i 20 partner. La domanda quindi sorge spontanea – perché il sesso è ancora un tabù? È evidente che ne stiamo facendo tanto.

 

Qual è la posizione preferita?

 

La Doggy Style ha ottenuto il 50,41% dei voti, possiamo quindi dire che vince il premio Posizione dell’Anno ancora una volta. La cowgirl ha ottenuto il 38,24% dei voti, seguita dalla classica posizione del missionario, scelta dal 34,66% dei partecipanti come la loro posizione preferita. La 69 è stata scelta dal 17,69% (una buffa coincidenza).

 

Parlando invece di atteggiamento, la sicurezza è la chiave di tutto, secondo il 52,15% dei partecipanti – questo significa niente inibizioni e un aumento dell’intensità dopo un inizio più soft. Il 32,46% dei partecipanti preferisce un partner dominante, qualcuno che prenda il controllo della situazione, forte e deciso. Circa il 17% invece cerca un partner dolce e comprensivo.

 

Trovare un partner che condivide e capisce completamente i tuoi bisogni sessuali non è così comune, quindi se hai una persona così speciale al tuo fianco, non lasciartela scappare. Trovare un punto d’incontro in camera da letto non è impossibile, anzi, è un passo fondamentale per avere una relazione sana.

 

E per quanto riguarda la qualità della nostra vita sessuale?

 

La maggior parte dei partecipanti ha giudicato la propria vita sessuale “buona” (29,26%), altri “molto buona” e il 18,57% “non esistente”! Solo il 17,89% ha definito la sua vita sessuale “avventurosa”, mentre il 4,95% ha descritto la sua vita sessuale “incredibile” – applausi.

 

Quando abbiamo chiesto cosa rovina maggiormente l’atmosfera in camera da letto, la risposta è stata… lo stress, con il 57,46% del totale dei voti. Ci sono diversi modi di combattere lo stress, ma devi assolutamente dedicarti al tuo benessere e mettere te stesso al primo posto, per una volta. Dopo lo stress, al secondo posto troviamo problemi legati al proprio aspetto (29,49%). Ma devi conoscerti e amarti! Questo è il corpo che hai e il tuo partner lo ama così com’è. Se sei in una relazione in cui sei criticato per il tuo aspetto (o per qualsiasi altro motivo), è ora di rompere. È interessante che il 20,86% dei partecipanti pensi che siano gli smartphone a rovinare l’atmosfera. Ora, se stai usando il telefono per le giuste ragioni, la tua vita sessuale può solo migliorare, ma se alla sera dai più attenzioni al tuo telefono invece che al tuo partner, è arrivato il momento di allontanare lo sguardo dallo schermo e concentrarti di più sul tuo partner.

 

Cosa fare per farlo meglio?

 

Dagli esercizi di Kegel al massaggio alla prostata, sono stati menzionati anche l’edging, la meditazione, gli esercizi respiratori e gli stimolatori sessuali. La maggior parte dei voti, comunque, è stata attribuita all’uso di sex toy e alla masturbazione – rispettivamente il 70,27% e il 62,85%. I partecipanti combinano maggiormente l’uso dei sex toy, l’edging e la masturbazione. LELO è un brand di sex toy quindi nessuna sorpresa qui, ma è bello vedere che molti di voi scelgono di investire nel proprio piacere.

 

Parlando di masturbazione, il 59,20% dei partecipanti afferma di masturbarsi due volte a settimana, seguito due volte al mese (19,54%) e da più volte al giorno (12,37%) – bel lavoro ragazzi. Oltre che aiutarti a raggiungere il climax e a conoscere di più il tuo corpo – scoprendo cosa funziona o non funziona per te – la masturbazione può essere un valido metodo per ridurre lo stress. La prossima volta, se ti senti molto stressato e non sei decisamente dell’umore di fare sesso, prova a prenderti del tempo per te stesso. Potrebbe addirittura farti cambiare idea.

 

Infine, raggiungiamo l’orgasmo?

 

Il 59,26% afferma di raggiungere l’orgasmo qualche volta a settimana, il 18,23% circa una volta a settimana, il 12,43% più volte al giorno. Solo lo 0.99% riporta di non aver mai raggiunto l’orgasmo. Forse potresti metterlo nella lista dei buoni propositi per il 2019? Non troverai mai una soluzione se prima non scopri il motivo alla base di questo. È fisiologico o psicologico? Ti vergogni, o la sensazione è troppo forte da gestire? Ci sono moltissimi consigli in internet, tra cui il blog di LELO Volonté.

 

Scopri il mondo LELO su >> https://www.lelo.com/it

>> https://www.instagram.com/lelo_official/

>> https://www.facebook.com/LELO.Official/

Praga, Brno e Ostrava: Happening Cities

Read More

Le città-palcoscenico dove vivere il cambiamento

Sono le grandi città che pulsano di vita, sempre al passo coi tempi. Ospitano grandi eventi, tengono a battesimo le nuove mode e riconvertono quartieri interi al servizio dei giovani e della loro creatività.
Vetrine e fucine al tempo stesso, paradiso pulsante per un pubblico giovane, e non solo all’anagrafe. Un tris perfetto, alla scoperta di Boemia, Moravia e Slesia up-to-date.
Sono le Happening Cities della Repubblica Ceca, le “nuove” destinazioni di un turismo fresco, curioso, partecipe cui testimonianze e cimeli del passato non bastano più. Un turismo giovane dentro, che cerca una cultura a tutto tondo, non solo relegata al passato, ma specchio del presente, alternativa e coraggiosa. Praga, Brno e Ostrava offrono luoghi dove restare sempre connessi, e non solo grazie al wi-fi, con eventi e performance estemporanee di giorno come di notte. Sono qui, accanto a un patrimonio storico indiscutibile e dal fascino intramontabile, le nuove piattaforme della creatività, dalla street art al design di ultima generazione, dall’anima locale a quella multiculturale, dall’espressione individuale al co-working.

Praga

Al di là del Castello, del gotico Ponte Carlo, delle chiese e cattedrali, delle tracce dell’era imperiale di Carlo IV e di quella asburgica, ma anche del regime e del post-comunismo c’è un’altra Praga, in continua evoluzione, dove tutto accade, nasce e si trasforma.  Vedere per credere all’Art District 7, moderno polo culturale e artistico disseminato di gallerie, musei, teatri, cinema, club, laboratori, studi multimediali e spazi creativi per ogni espressione artistica, soprattutto quelle alternative e anticonformiste. Tra i suoi fiori all’occhiello, il Metronomo, il centro d’arte moderna DOX, il Mercato di Praga con il Porto di Holesovice, il Palazzo Fieristico con la Galleria Nazionale, il polo creativo Vnitroblock e il cinema OKO.

Brno

Storia ma anche arte ed estro sono le carte vincenti di Brno, capoluogo della Moravia, tra le Città Creative selezionate dall’Unesco. Qui è fervida la produzione moderna in architettura, arte e design. Tra le meraviglie da non perdere in città, l’ineguagliabile Villa Tugendhat, capolavoro funzionalista dell’architetto tedesco Ludwig Miese van der Rohe, che –seguita da altre opere nello stesso stile- all’epoca segnò un salto in avanti nel tempo.
Oggi la città è costantemente un passo avanti, almeno nella zona chill-out di piazza Jakubske, popolata di caffè, bar e locali dallo stile e dalle atmosfere originali. Anche dal punto di vista gastronomico, Brno è considerata un tempio delle sperimentazioni, con una scelta vastissima di ristoranti, bistrot, taverne ed enoteche moderni e curiosi.

Ostrava

Terza città per grandezza del Paese, dopo Praga e Brno appunto, Ostrava è la capitale dell’archeologia industriale ceca, candidata all’iscrizione nella lista dell’UNESCO. I siti minerari e metallurgici del XIX secolo sono stati riconvertiti nell’ottica del design e della didattica, conferendo alla città un volto moderno. Ostrava, un tempo grigia (per le ciminiere) e oggi decisamente cool, vanta un centro piacevole, con una piccola ma vivace movida, locali alla moda, indirizzi di tendenza, festival musicali e culturali di respiro internazionale. Anche i siti minerari Landek Park e Dolni Vitkoviche non sono semplici musei, ma centri pulsanti di musica, creatività e divertimento. La Bolt Tower, che sorge là dove c’era una fornace, svetta su un vasto sito metallurgico dismesso e dietro la sua teoria di luci al neon,  nel punto più alto ospita un design caffè panoramico.

Cose da fare in Gran Bretagna per Pasqua

Read More

La Pasqua si avvicina rapidamente portando con sé molte cose da fare in ogni angolo della Gran Bretagna. Dalle gigantesche cacce all’uovo alle fiere primaverili, dai quiz e alle spettacolari esibizioni all’aperto, il weekend pasquale dal 19 al 22 aprile sarà sicuramente ricco di divertimento per tutta la famiglia.
Metti un tocco di Medioevo nella tua Pasqua

Concediti un po’ di atmosfera medievale in quel del  Royal Armouries Museum di Leeds, un luogo che saprà dare un tocco unico alle celebrazioni pasquali. Tuffati indietro nel tempo grazie ai laboratori e alle attività fatte per scoprire com’era la vita dei cavalieri e delle famiglie del Medioevo,  prima di ammirare spettacolari spettacoli di falconeria.

Quando? Dal 30 marzo al 14 aprile.
Vai in cerca di anatre di celebre origine

Unisciti a uno stormo di anatre molto particolare. Lo troverai al WWT Slimbridge Wetland Centre durante la Pasqua. Qui 14 Dusty Ducks illumineranno la meravigliosa zona naturale. Amorevolmente disegnate da una serie di celebrità diverse, tra cui Joanna Lumley e Steve Backshall, ciascuna anatra dai colori brillanti è alta 6 piedi e formerà il Celebrity Dusty Duck Trail prima di essere messa all’asta dopo Pasqua.

Quando? Dal 30 marzo al 6 maggio.
Incontra Bobtail Bunny e I suoi amici al Paultons Park

Incontra di persona Bobtail Bunny e i suoi amici della foresta al Paultons Park, non solo a Pasqua, la casa del Peppa Pig World ai margini del New Forest National Park. Oltre alla possibilità di incontrare i simpatici personaggi, ci saranno entusiasmanti workshop in tema con la primavera. Le attività includeranno l’opportunità di creare cartoline pasquali, magneti con i conigli, coniglietti di ogni tipo e addirittura un mulino a vento con i narcisi.

Quanto? Dal 5 al 23 aprile.
Vai in cerca di uova che brillano nelle Cheddar Gorge and Caves

Per Pasqua avventurati nelle Cheddar Gorge and Caves e vai in cerca del bagliore delle uova nelle molte misteriose aperture della Gough’s Cave. Dopo aver scoperto tutte le uova splendenti, adulti e bambini di età superiore a 8 anni potranno intraprendere un’esperienza esilarante presso la Black Cat Free Fall, saltando nell’oscurità da poco più 9 metri. In alternativa, chi ha più di 12 anni può testare la propria potenza in una corsa contro il tempo per uscire dalle Escape Rooms di Cheddar: The Vault o Caved In.

Quando? Dal 6 al 22 aprile
(The Free Fall experience è disponibile tutto l’anno, a seconda delle condizioni metereologiche.

 

 

 

Lascia che la curiosità corra libera

Segui il curioso sentiero della caccia di Pasqua intorno al porto e al villaggio di  St Michael’s Mount, l’isola tidale che si trova nel sud-ovest dell’Inghilterra. Cerca le risposte sul modo di vivere degli abitanti dell’isola, potrai anche vincere una deliziosa sorpresa al cioccolato.

Quando?  Dal 7 al 22 aprile, sabato escluso.
Crea dei copricapi fatti a mano al Palazzo di Holyroodhouse

Crea uno stravagante copricapo pasquale nel Palace of Holyroodhouse  e poi indossalo per partecipare a una fantastica parata di Pasqua. Vai alla ricerca di altri copricapi strani e stravaganti indossati nel corso dei secoli: parrucche, corone e altri meravigliosi cappelli saranno nascosti nel palazzo di Edimburgo e diventeranno gli obiettivi della tua caccia sull’Easter trail .

Quando? Dal 8 al 21 aprile ( la parata sarà il 21 aprile)
Osserva la costa sud dall’alto di una torre

Goditi la vista mozzafiato su Portsmouth e sulla costa meridionale dalla cima della Emirates Spinnaker Tower prima di incontrare le star dello show CBeebies Bing: Bing e Flop. Abbi il coraggio di camminare sul pavimento di vetro mentre osservi la totale altezza di 100 metri o di rilassati nel bellissimo giardino pensile, mentre I primi fiori della stagione iniziano a sbocciare. Il tutto circondato da uno dei paesaggi più belli della zona.

Quando? Dal 13 al 20 aprile (Bing e Flop si potranno incontrare solo in determinati giorni)
Goditi il divertimento della fiera di Pasqua di Manchester

Esplora la fiera di Pasqua presso l’iconico Manchester Central, nel cuore della città. I visitatori potranno salire su di una serie di giostre, provare la fortuna ai classici giochi di fiera e gustare una cucina deliziosa dalle tante bancarelle di street food presenti all’evento. Aperto per due sessioni al giorno, i biglietti per il parco divertimenti offrono corse illimitate su tutte le giostre – e, soprattutto, tutto il divertimento che si trova all’interno!

Quando? Dal 13 al 22 aprile (due sessioni al giorno: alle ore 10 e alle 14)
Prendi parte all’Easter Eggstravaganza presso la Royal Windsor Racecourse

Porta I bambini al primo Easter Eggstravaganza Raceday del Royal Windsor Racecourse, dove si terrà una esilarante caccia all’uovo di Pasqua. All’evento ci saranno una truccabimbi e una serie di altre cose da fare sempre molto esilaranti. Tutto è gratuito per i minori di 18 anni se accompagnati da un adulto pagante.

Quando? Il 15 aprile.

 

Dedicati al Pace Egging, la tradizione che arriva dal Lancashire

I bambini possono portare un uovo sodo da decorare e prendere parte alla raffinata tradizione del Lancashire chiamata Pace Egging. Si terrà a Gawthorpe Hall, dove le molte creazioni spettacolari verranno poi fatte rotolare su un bancone, in una sorta di gara per vedere qual è l’uovo più veloce. Esplora le case di epoca Elisabettiana e le fantastiche tenute, o vai a in cerca di narcisi per i conigli sull’Easter Bunny Trail .

Quando? Il Pace Egging si terrà il 17 aprile. Easter Bunny Trail 21-22 aprile.
Ascolta le storie sugli ultimi giorni di Gesù in Trafalgar Square, Londra

Immergiti in un commovente ritratto degli ultimi giorni di Gesù nel cuore di Trafalgar Square, mentre 100 attori del Wintershall mettono in scena un’esibizione pubblica gratuita della Passione di Gesù. La produzione open air di 90 minuti utilizza enormi schermi per massimizzare il suo impatto visivo e offre un’interpretazione sorprendente della crocifissione.

Quando? Il 19 aprile (2 spettacoli, a mezzoggiorno e alle 15.30)
Vai ad ascoltare la Junk Orchestra al Leeds Castle

Le jam session musicali quotidiane della Junk Orchestra, durente le quali gl spettatori possono tenere il ritmo usando strumenti fatti con pezzi riciclati, si svolgeranno nel Pavilion Lawn al Leeds Castle nel Kent. Ogni creazione di strumenti contribuirà a formare un’incredibile scultura, sviluppata dalla pluripremiata eco-artista Sarah Turner.

Quando? Dal 19 all 22 aprile.
Immergiti nel paesaggio dell’isola di Wight con la ferrovia a vapore

Goditi lo spettacolare scenario dell’Isola di Wight da bordo della steam railway prima di intraprendere la Desmond Duck Treasure Hunt in cerca di prelibatezze pasquali. Una parata del copricapo pasquale (in inglese: Easter Bonnet) si svolgerà ogni giorno, insieme a regolari esibizioni di Haven Falconry.

Quando? Dal 19 al 22 aprile
Vai a caccia di cioccolato a Coughton Court

Intraprendi una spedizione sui pittoreschi terreni di Coughton Court per cercare le uova di Pasqua Cadbury, prima di goderti una serie di giochi tradizionali e eventi familiari in un sito del National Trust. Packwood House, nel Warwickshire, Newark Park nel Gloucestershire e A La Ronde nel Devon sono tra gli altri siti del National Trust che ospiteranno queste dolci battute di caccia per trovare le uova Cadbury.

Quando? Dal 19 al 22 aprile (A La Ronde, 6-22 aprile)
Goditi la scena musicale di Manchester

Vivi 3 giorni di  musica con e più di 130 band pronte a suonare i loro migliori brani al Manchester Punk Festival. Distribuito su otto luoghi in città, tutti a breve distanza l’uno dall’altro, il festival comprende anche un palcoscenico di commedia e poesia e un negozio di dischi temporaneo. Sta per tornare anche il festival When in Manchester Festival per la sua quinta edizione, proprio per questa Pasqua, con 19 dei migliori artisti emergenti della regione in 3 sedi nel Northern Quarter della città.

Quanto? Dal 19 al 21 aprile /When in Manchester, 20 aprile

 

Circo e divertimento per supereroi

Vivi una Pasqua in pieno stile presso lo Yorkshire’s Thornton Hall Country Park, con una serie di attività che faranno divertire tutta la famiglia. Goditi spettacoli circensi e i workshop  parte del Great Show Spectacular del Venerdì Santo, prima di unirti al Coniglio di Pasqua per un’avvincente Caccia alle Uova.  Termina il weekend alla grande travestendoti per il Superhero and Princess Party.
Quando? 19, 21 e 22 aprile (Great Show Spectacular, 19 aprile; Caccia alle uova, 21 aprile; Superhero and Princess Party, 22 aprile)

A Bastiglia al via le “notti jazz”: il ristorante Le Cardinal è il palcoscenico di una rassegna black e fusion

Read More

Dal 9 aprile al 17 maggio Bastiglia (MO) propone la rassegna “Le Cardinal Jazz Nights”: quattro concerti ospitati dallo storico hotel ristorante Le Cardinal, dove il pubblico potrà anche cenare o gustare un drink mentre assiste alle performance dal vivo. Si comincia martedì 9 aprile con il quartetto fusion Venture – tra i suoi componenti anche il figlio del mitico Jaco Pastorius – e si prosegue con la ERJ Orchestra diretta del maestro Roberto Rossi (30 aprile), il Roberto Gatto Quartet (10 maggio), per finire con il supergruppo Black Art Jazz Collective (17 maggio)

E’ un “menù musicale” di alto livello quello che viene servito dal 9 aprile fino al 17 maggio all’hotel ristorante Le Cardinal di Bastiglia (MO), che ospita la rassegna “Le Cardinal Jazz Nights”.
Il progetto, curato dall’Associazione Amici del Jazz, ha come traccia musicale un mix tra il jazz più Black e la fusion, e come location la sala dove una volta c’era la discoteca: qui il pubblico a partire dalle 19.30 può scegliere se cenare o soreseggiare un drink mentre assiste ai concerti (che cominciano alle 21.30). Ogni appuntamento, infatti, è accompagnato dalle cene dell’executive chef del ristorante che realizza per ogni serata un menù unico, interpretando i piatti della cucina tradizionale emiliana.

Inaugura la rassegna con il primo appuntamento di martedì 9 aprile il quartetto dei Venture, capitanati da uno dei più grandi vibrafonisti al mondo: Mark Sherman ha lavorato con Frank Sinatra, Tony Bennet, Liza Minelli, Aretha Franklin, Chick Corea e lo si può sentire spesso a Broadway. Quando si assiste ad una performance dei Venture, si è catturati dall’incredibile potenza groove di questa squadra multigenerazionale; la loro musica è energetica e fiorisce in incredibili improvvisazioni possibili grazie all’esperienza dei musicisti. I membri dei Venture hanno registrato più di 200 album come sideman, 30 album come leaders.
Compongono il quartetto anche Felix Pistorius (el. bass), per il quale la musica è una tradizione di famiglia: suo nonno Jack Pastorius è stato un batterista jazz che cantava e suonava stando in piedi, mentre il padre era il famigerato bassista Jaco Pastorius. Mike Clark (drums), ambasciatore del ritmo, è conosciuto nel mondo per il suo modo innovativo di suonare; la sua versatilità l’ha portato a trovare un posto nei Brand X, la band inglese jazz-rock fondata da Phil Collins inoltre importante la collaborazione con Herbie Hancock con la band  Headhunters. Chase Baird (sax) ha lavorato con artisti jazz come  Brad Mehldau, Antonio Sánchez, Nir Felder e Thana Alexa, così come con artisti pop e rock come Chaka Khan e Matthew Morrison.

Si prosegue martedì 30 aprile con un omaggio all’International Jazz Day, in collaborazione con l’UNESCO e la Regione Emilia-Romagna: è infatti la ERJ Orchestra a esibirsi, composta da 16 elementi e diretta dal trombonista e docente Roberto Rossi; l’ensemble è formata da noti musicisti professionisti jazz dell’Emilia Romagna come Barend Middelhoff, Piero Odorici, Michele Vignali, Diego Frabetti e integrata con alcuni dei migliori giovani talenti e studenti della regione.

Venerdì 10 maggio è la volta del Roberto Gatto Quartet. Gatto è uno dei pochi musicisti italiani che non ha bisogno di molte presentazioni: “batterista” di jazz per antonomasia, con un trascorso che lo ha visto ambasciatore del jazz italiano nel mondo sin dai suoi esordi; anche quest’anno si è aggiudicato il titolo di miglior batterista secondo il mensile Jazz it. Gatto ritorna alla dimensione prettamente acustica grazie all’ausilio di tre compagni di palco che rappresentano una parte del meglio del panorama jazzistico italiano attuale: Alessandro Lanzoni al pianoforte, Matteo Bortone e Alessandro Presti alla tromba.

La rassegna si chiude venerdì 17 maggio con la Black Art Jazz Collective e i suoi sei musicisti. Negli Stati Uniti c’è stato chi è rimasto perplesso dal nome scelto da questo supergruppo, in quanto il jazz non andrebbe considerato secondo categorie etniche, mentre sia le note di copertina sia la citazione di Langston Hughes rimarcano l’orgoglio nero. Va detto, però, che non c’è musica che possa fregiarsi a buon diritto di blackness più di quella proposta da questo gruppo: cioè lo hard bop, corrente nella quale la presenza di “caucasici” e asiatici è stata scarsa e comunque ininfluente.

Info e prenotazioni: tel. 059.815460, info@lecardinal.it  15 € ingresso + drink; 30 € ingresso + cena

Viaggio on the road nel nord ovest dell’Inghilterra

Read More

La primavera è alle porte anche in Gran Bretagna. Qual è il modo migliore per godersi I giadini che si risvegliano, le distese infinite di narcisi gialli pronti a danzare nel vento, le giornate che si allungano e la campagna al suo meglio? Sicuramente organizzare un bel viaggio on the road.  È facile viaggiare in auto in giro per le regioni della Gran Bretagna, poiché i brevi tempi di percorrenza tra paesaggi urbani e rurali si possono coprire in pochi giorni, senza che si debba pensare a un viaggio molto lungo. Siamo pronti a raccontarti un viaggio on the road attraverso la regione nord-occidentale dell’Inghilterra, partendo dalla vibrante città di Manchester, attraverso i paesaggi spettacolari del Lake District e dei parchi nazionali degli Yorkshire Dale, terminando il tutto nella storica città di Carlisle.
Distanza da percorrere: circa 200 chilometri

GIORNO UNO

Prenditi del tempo per esplorare Manchester prima di metterti in viaggio verso il nord ovest dell’Inghilterra. Ti piace il calcio? Questa città è la casa di due delle squadre di calcio più famose del mondo; Manchester United e Manchester City. Prenota un tour per conoscere I due stadi della città e poi vai a visitare il National Football Museum per saperne di più sulla storia del gioco più bello del mondo.  Manchester è anche un rinomato centro culturale; recati nel Northern Quarter, il centro creativo della città, per ammirare murales e visitare boutique, bar e ristoranti indipendenti. Ami i musei e le gallerie d’arte? Scopri la Whitworth Art Gallery e The Lowry, nonché l’I Imperial War Museum North e HOME, un centro appositamente costruito per l’arte contemporanea internazionale, il cinema e il teatro.
Parti da Manchester e guida per 45 minuti fino a …Samlesbury Hall

Ora ti trovi nella splendida campagna del Lancashire, regione dove troverai una delle più belle dimore di campagna inglesi:  Samlesbury Hall. Si tratta di una casa medievale, con il classico intreccio a graticcio nero sull’intonaco esterno bianco. Scopri secoli di storia mentre esplori la cucina di epoca vittoriana e la scuola e prenditi del tempo per goderti i colori  nei suoi splendidi giardini.
Guida per  30 minuti fino al villaggio storico di Downham

Downham is one of the north-west’s most picturesque villages and sits in an Area of Outstanding Natural Beauty. Its main charm is the gorgeous views from the village, unencumbered by apparent signs of modern life (satellite dishes, overhead wires, road signs). Downham has regularly featured as a filming location for period pieces.

Dove dormire : Se ti piacciono le dimore storiche, scegli l’Assheton Arms , un gastro pub con camere. Troverai un listed building dove vengono serviti piatti prodotti con ingredienti locali.
GIORNO DUE

Mettiti in strada e guida per 45 minuti fino a Haworth

Lo sapevi che stai attraversando in auto la nella più grande dell’Inghilterra? Il Lancashire ti avrà conquistato con I suoi paesaggi e, in men che non si dica, sarai arrivato nello Yorkshire, dove rimarrai affascinato dai luoghi che hanno ispirato i classici letterari Wuthering Heights e Jane Eyre. Raggiungi l’incantevole villaggio di Haworth, sede del famoso Brontë Parsonage Museum, luogo che offre uno sguardo affascinante sulla vita di Charlotte, Emily e Anne Brontë.
Raggiungi il villaggio di Malham nello Yorkshire Dales National Park.

Un grazioso villaggio che vale la pena esplorare, Malham è anche a pochi passi dall’incredibile Malham Cove, un tempo ghiacciaio e ora un gigantesco anfiteatro roccioso con pareti alte 80 metri. Passeggia in questo luogo di bellezza naturale: ti sentirai ricompensato dalla splendida vista.

Dove dormire: a 30 minuti da Malham troverai il villaggio di Austwick. Lì potrai alloggiare al  The Traddock, un hotel situato in una bella casa di campagna del XVIII Secolo. Da qui potrai ammirare un gran bel panorama sul Yorkshire Dales National Park.
GIORNO TRE

Guida per altri 45 minuti da Austwick fino alla città di Lancaster.

Stai tornando nella contea del Lancashire per raggiungere la città di Lancaster. Esplora il Lancaster Castle, i vicoli segreti della città, i pub storici e I luoghi dell’architettura georgiana, prima di fare shopping nelle sue varie boutique e nelle gallerie d’arte indipendenti. Mentre sei in città, attraversa il Trail of the Pendle Witches, una percorso  di 45 miglia che le famigerate streghe di Pendle hanno seguito mentre erano dirette al castello di Lancaster per quello che è stato il processo per stregoneria più famoso di Gran Bretagna. Svoltosi nel XVII Secolo.
Guida 45 minuti circa per raggiungere Cartmel

In meno di un’ora di macchina da Lancaster troverai il famoso Lake District, dove una delle tue prime fermate potrebbe essere l’antico villaggio di Cartmel. Non solo è famoso per il Cartmel Priory del XII secolo, ma anche per un delizioso dolce inglese, budino al caramello. Nel villaggio troverai il Cartmel Village Shop  dove poter comprare qualcosa di delizione da portare con te.
Dove dormire: Cartmel è la casa di un ristorante con stelle Michelin dove è anche possibile soggiornare.  L’Enclume, ti regalerà una splendida esperienza gastronomica grazie allo chef Simon Rogan. Le sue 16 camere sono dislocate nel villaggio.
GIORNO QUATTRO

A mezz’ora da Carmel troverai Bowness on Windermere

Sei nel cuore di Lake District National Park, nelle città di Bowness e Windermere. Cattura I colori della primavera e fai una piccolo crociera con Windermere Lake Cruises. Beatrix Potter, autrice e illustratrice di libri per bambini, è stata una delle persone più famose legate al Lake District. Proprio qui potrai visitare il World of Beatrix Potter Attraction.
Guida per 45 minuti fino a raggiungere Keswick

Keswick è una graziosa e raccolta market town vicino ai laghi di Ullswater, Derwentwater e Bassenthwaite; sali a bordo dell’ Ullswater Steamers per godere del risveglio della natura attorno a questi affascinanti laghi. Sei in vena di provare una vera e propria scarica di adrenalina? Dai un’occhiata a Honister , un’innovativa attrazione per gli amanti della natura (anche l’ultima miniera di Inghilterra). Arrampicati sull’originaria via dei minatori (la Via Ferrata Classic), un percorso avventura arrampicata esposto a 1.200 piedi / 366 metri sopra il fondovalle o accetta la sfida più grande salendo la Via Ferrata Extreme!
Dove dormire : A 10 minuti dal centro di Keswick trovera Whinlatter, l’unica foresta d’Inghilterra e casa del Cottage in the Wood, un ristorante con camere risalente al XVII Secolo
.

GIORNO CINQUE

Mettiti in viaggio per circa 45 minuti fino a Carlisle

Conosciuta come la “Città di confine”, per la sua posizione a soli 15 minuti dal confine inglese con la Scozia, Carlisle è una città vivace con una storia leggendaria. I Romani si stabilirono qui per servire i forti del Hadrian’s Wall (a soli 30 minuti d’auto). La città è piena di resti di quell’occupazione e influenza, che possono essere ammirati al Tullie House Museum & Art Gallery. . Per nove secoli, il Carlisle Castle ha protetto maestosamente la città. Visitalo per conoscere il turbolento passato medievale di Carlisle.
 

 

I migliori eco-lodge dove alloggiare per celebrare il World Earth Day

Read More

La Giornata Mondiale della Terra (22 aprile) sarà celebrata da oltre un miliardo di persone in tutto il mondo. Particolare attenzione sarà data alla lotta al cambiamento climatico, alla fine dell’inquinamento dato dalla plastica e alla protezione delle specie in via di estinzione. Abbracciare la natura è una parte fondamentale della più importante giornata ambientalista del mondo, e la Gran Bretagna non è carente di incredibili località eco-compatibili dove l’occasione può essere vissuta con rispetto per l’ambiente e con stile.

 

Tom’s Eco Lodge, Isola di Wight

Il Tom’s Eco Lodge sull’isola di Wight rappresenta un’esperienza glamping da fare nel Regno Unito tutto l’anno, grazie alla sua serie di deliziosi alloggi in legno, Eco Pod e ModuloG che mirano tutti ad avere il minimo impatto ambientale possibile. Rilassati in una vasca idromassaggio sulla terrazza esterna di una delle Wood Cabins presso Tapnell Farm, o vivi un’esperienza di soggiorno in uno dei ModuloG appositamente costruiti con tutto il necessario. Per una fuga romantica, prova gli Eco Pod che offrendo splendide viste sulla parte occidentale dell’isola, oppure scegli una tenda Safari, completa di cucina rustica e stufa a legna, per un’esperienza di glamping da sogno.
Asheston Eco Barns, Pembrokeshire, Galles

Pieno di carattere, l’ Asheston Eco Barns nel cuore del Pembrokeshire, è un alloggio ecosostenibile che conserva molte delle caratteristiche originali degli edifici rurali in pietra della zona. Accanto al riscaldamento a pavimento e ai bagni Swish, aspettati edifici in pietra pieni delle ultime tecnologie rinnovabili, alloggi che offrono una vita lussuosa ma senza colpire l’ambiente. I visitatori ricevono un cesto di benvenuto all’arrivo, ricco di prodotti stagionali provenienti da tutta la regione.
Rosehill Lodges, Cornovaglia

Con i tetti d’erba e le vasche idromassaggio, il Rosehill Lodges offre un’esperienza di lusso ecosostenibile, in un luogo pittoresco sulla costa settentrionale della Cornovaglia. La spiaggia di Porthtowan, ideale per i surfisti, si trova a pochi minuti di distanza, Newquay, St Ives, Land’s End e Falmouth sono tutti facilmente raggiungibili in auto, e ci sono chilometri di sentieri costieri da esplorare in ogni direzione. Ogni lodge è stato costruito utilizzando materiali rispettosi dell’ambiente, come parte di un approccio vincente in ambito di turismo sostenibile.
Waterhouse, Scozia

Rilassati al Waterhouse, nel sud ovest della Scozia, un set di 3 lussuosi lodge situati in 1,5 acri di splendidi giardini. A breve distanza dal porto di pescatori di Kirkcudbright, l’ambiente pittoresco è perfetto, tanto da farti innamorare della regione e di tutto ciò che ha da offrire. Accanto al Waterhouse Lodge, completo di una vasca idromassaggio all’aperto, troverai The Boathouse, alloggio che fornisce ulteriori posti letto, se necessario. In alternativa, il Westwater Lodge comprende un ampio solarium e una stufa a legna al suo interno, caratterische che lo rendono ideale in tutte le stagioni.
Wheatland Farm, Devon, Inghilterra

Un’oasi di pace di 21 ettari con 5 posti in cui soggiornare, Wheatland Farm può ospitare fino a 26 ospiti alla volta. I lodge in legno sono alimentati al 100% da energia rinnovabile, grazie ai pannelli solari e una turbina eolica in loco. L’eco lodge Balebarn utilizza balle di paglia provenienti dai campi circostanti, il che spiega perché il sito ha conquistato il massimo riconoscimento di Visit England per il turismo sostenibile per ben due volte.
Bryn Elltyd Eco Guest House, Snowdonia, Galles

Situato alla base delle montagne Moelwyn, nei pressi di una curva della spettacolare Ffestiniog Steam Railway, il Bryn Elltyd Eco Guest House è alimentato esclusivamente da energia rinnovabile. Esplora i magici paesaggi della Snowdonia e del Galles del Nord direttamente dal tuo alloggio, dato che si trova in posizione perfetta. In zona potrai godere di attività avventurose tra cui Zip World Bounce Below e Zip World Titan, così come le Slech Caverns di Slechwedd e Go Below at Cwmorthin Slate Mine.
Wrostler’s Barn, Cumbria, Inghilterra

Nascosto in boschi appartati vicino al Coniston Water, sul lato orientale del lago,  il Wrostler’s Barn è una struttura di 3 piani che può ospitare fino a 12 persone. Essendo un servizio di back-to-basics, il sito non ha elettricità e i due servizi igienici sono situati all’esterno.L’edificio vanta un uso delle tegole del tetto tipico del Lake District, nel quale le tegole che si intersecano, formando quello che viene localmete chiamato “wrostler”. L’edificio è circondato da terreni agricoli, aree protette per la fauna selvatica e un bosco di interesse scientifico speciale.
Crai Valley Eco Lodges, Brecon Beacons, Galles

Situato in una fattoria attiva nel cuore dei Brecon Beacons, il Crai Valley Eco Lodges offre alloggi spaziosi, viste panoramiche e ampie opportunità per osservare le stelle. Ammirate la Via Lattea dal Dark Sky Discovery Site alla Glwydcaenewydd Farm e godetevi le viste spettacolari del Llyn-yr-Fan Lake dalle grandi finestre francesi dei lodge.
Cotna Eco Retreat, Cornovaglia

Dal eco glamping alle yurte in stile boutique, il Cotna Eco Retreat offre una meravigliosa visione della vita organica e sostenibile. Circondato dalla pittoresca campagna della Cornovaglia, si trova a breve distanza da Gorran Haven; Anche i Lost Gardens of Heligan e il villaggio di pescatori di Mevagissey non sono lontani. Le 3 Yurta – Gilliflower, Tregonna King e Fern Pippin – sono situate in frutteti circondati da mura in pietra e antichi boschi: Questi tre alloggi prendono il nome dalle 3 varietà di mele che crescono nelle vicinanze.

Come celebrare lo Scottish Whisky nel mese di maggio

Read More

Prodotto in Scozia da secoli, il whisky è ampiamente celebrato come bevanda nazionale del paese. I suoi sapori distinti e vari sono fortemente influenzati dalle regioni in cui è prodotto. Maggio è di norma il mese in cui, a livello nazionale, viene celebrato il whisky.

Chiamato uisge beatha in gaelico, tradotto come “acqua della vita”, il whisky viene prodotto in oltre 120 distillerie in tutta la Scozia, ognuna delle quali si distingue per I propri sapori unici. Queste distillerie sono suddivise in 5 principali regioni produttive: Speyside, Islay, Campbeltown, Highland e Lowland. Una visita a ognuna di queste rappresenta un modo memorabile di celebrare il mese del whisky scozzese con stile. In alternativa, ci sono numerosi eventi e festival a tema whisky che possono solleticare le papille gustative.

 

 

Le distillerie

La fonte d’acqua o anche la presenza di torba in una regione ha un’enorme influenza sul gusto del whisky prodotto. Ognuna delle 5 regioni produttrici di whisky ha numerose distillerie da esplorare, dove fare delle ottime degustazioni e, allo stesso tempo, ammirare gli spettacolari punti salienti della campagna scozzese.

  1. Speyside

Sede di 50 distillerie – con la più alta concentrazione delle 5 regioni scozzesi-  la Speyside è rinomata per i suoi pregiati whisky di malto. Questa regione è conosciuta come la parte più secca e calda della Scozia, situata tra le Highlands a ovest, i terreni agricoli dell’Aberdeenshire a est e la bellezza del Cairngorms National Park a nord. Le condizioni sono perfette per la coltivazione dell’ orzo, mentre l’acqua di montagna aiuta a produrre alcuni dei whisky di malto più celebri. Per festeggiare il mese del whisky scozzese, non perderti il famoso Malt Whisky Trail che comprende la visita a 7 distillerie attive, riunite sotto l’unica cooperativa britannica – la Speyside Cooperage – e la distilleria storica Dallas Dhu.

  1. Islay

Islay è una piccola isola nelle Ebridi Interne, appena al largo della costa occidentale della Scozia, con ben 9 distillerie che producono deliziosi whisky single malt. È anche sede di una delle più antiche distillerie del paese, poiché la fondazione della Distilleria Bowmore può essere fatta risalire al 1779. L’isola è coperta di torba, materiale che viene raccolto e utilizzato nel processo di distillazione per creare whisky dai caratteristici sapori torbati e affumicati.

  1. Lowland

Aspettatevi toni più chiari e note floreali nel whisky nella regione delle Lowland, caratteristiche che riflettono i paesaggi ondulati della Scozia meridionale. La più accessibile delle regioni del whisky, data la facilità a raggiungerla sia da Edimburgo sia da Glasgow, è anche sede di un certo numero di nuove distillerie già attive e con altre in cantiere per una prossima apertura.

  1. Campbeltown

Campbeltown potrebbe essere la regione di produzione di whisky più piccola della Scozia, ma tale è la qualità dei single malt creati nelle sue 3 distillerie che è considerata al pari di quelle più grandi. Aiutati dalla posizione costiera della regione – la spettacolare e remota penisola di Kintyre nell’ovest Argyll – la Springbank, le distillerie Glengyle e Glen Scotia producono tutti sapori distinti che hanno raccolto un seguito mondiale.

  1. Highlands

Coprendo una gran parte di Scozia, la regione dei whisky delle Highlands ospita 47 distillerie, la più antica e famosa di tutte è Glenturret, sede della Famous Grouse Experience. La vasta gamma di sapori in questa regione ben riflette le coste frastagliate, i paesaggi mutevoli, le regioni montuose e le condizioni meteorologiche variabili
I festival del whisky di maggio

Oltre alla visita in una distilleria durante il mese del whisky scozzese, perché non frequentare uno dei tanti festival di whisky che si svolgono durante tutto maggio? Il World Whisky Day sarà il 18 maggio e ci sarà un’abbondanza di eventi a tema whisky pronti a svolgersi nelle molte distillerie della Scozia, così come nei bar e nei ristoranti.
Spirit of Speyside Whisky Festival

Scopri la ricca storia del whisky nello Speyside durante lo Spirit of Speyside Whisky Festival, ricco di tour di distillerie, esperienze sensoriali, passeggiate a tema whisky, eventi musicali e altri legati ad arte e mestiere delle distillazione. Parti per un tour del whisky in treno o 4×4, assapora deliziosi piatti e abbinamenti di whisky ed esplora le distillerie più famose della regione.
Quando? 1-6 maggio
Stirling Whisky Festival

Pronto ad accogliere distillatori da tutto il mondo, lo Stirling Highland Hotel sarà la sede dello Stirling Whisky Festival, evento che ritorna per il suo ottavo anno nel 2019. Le masterclass sul whisky saranno accessibili solo con determinati biglietti, consentendo ai visitatori di provare qualcosa di speciale e raro. Un’esclusiva serata di degustazione presso la Stirling Distillery venerdì 10 maggio vedrà la Scotch Malt Whisky Society presentare 6 dei propri single malt, in abbinamento con un piatto di cibo diverso per ognuno di essi.

Quando? 10-12 maggio
Highland Whisky Festival

Assaggia un incredibile whisky dalla regione delle Highlands: Highland Whisky Festival mette in mostra 8 delle migliori distillerie lungo la North Coast 500 route. Oltre a degustazioni e tour esclusivi, i si svolgeranno una serie di eventi anche presso le distillerie Balblair, Glenmorangie, Old Pulteney, Clynelish, The Dalmore, Wolfburn, Tomatin e The Singleton of Glen Ord.

Quando? 10-17 maggio

Edinburgh Whisky Stramash

Ospitando numerose esperienze legate al whisky nella storica Surgeon’s Hall, sulla Nicholson Street di Edimburgo, l’ Edinburgh Whisky Stramash è il luogo giusto per assaggiare e informarsi sul whisky di tutta la Scozia e del resto del mondo. Aspettati sessioni di degustazione bizzarre e circa 200 whisky da tutto il mondo!

Quando? 18-19 maggio
Feis Ile, The Islay Festival of Music and Malt

Scopri i sapori torbati dell’isola di Islay e ammira la sua cultura unica durante il Feis Ile, The Islay Festival of Music and Malt. Con un programma ricco di musica gaelica e tradizionale, ceilidhs ed eventi legati al golf, alla storia e al patrimonio naturale. Il festival è un’occasione per visitare le distillerie dell’isola scoprendo il loro carattere distintivo.

Quando?  24 maggio – 1 giugno