7 idee regalo by LELO per goderti al meglio questo San Valentino

Read More

Nel periodo di San Valentino, i dati registrati su LELO mostrano un interessante aumento delle vendite e che ben il 60% degli acquisti sono stati effettuati da donne.

Ecco quindi alcuni suggerimenti utili di LELO, che vi aiuteranno a trasformare il giorno di San Valentino nel giorno dell’orgasmo, e vi risparmieranno uno scambio di regali banali il 14 febbraio.

 

Subito dopo aver superato lo stress da regali delle ultime feste con corse all’ultimo minuto, mariti disperati, nuove coppie alla ricerca del regalo perfetto… ecco che spunta San Valentino e vi si avvicina come una gigante ombra rossa. Tutto inizia con una semplice domanda: celebreremo la festa di San Valentino quest’anno?

 

Se state insieme da sei mesi, la risposta sarà sicuramente sì!

Se state insieme da più di due anni, probabilmente risponderete no perché, spesso, si diventa pigri nelle relazioni così lunghe.

Se siete single, direte: “è solo un’altra festa commerciale inventata per spendere soldi che non abbiamo o per cose che non ci servono” (grazie Tyler D.).

Se siete esperti del piacere di LELO, farete subito incetta di sex toy e li farete vibrare.

 

Il punto è che, sicuramente ognuno ha i propri gusti e le proprie idee, quando si tratta del giorno di San Valentino anche se il vostro partner dice di no, dovreste prendergli comunque un piccolo pensiero. Sinceramente, noi non sappiamo ancora leggere il futuro, e anche se in tema di consenso no significa SEMPRE no, con i regali per la festa degli innamorati c’è sempre un modo di trasformare un no in un sì. Quindi meglio essere preparati, perché nessuno si è mai arrabbiato per aver ricevuto un regalo.

 

Cosa comprare però?

 

Nel periodo di San Valentino, il sito di LELO ha registrato un aumento interessante aumento delle vendite e la maggior parte degli acquisti sono stati effettuati da donne, ben il 60%.

Finder ha pubblicato alcune interessanti statistiche a proposito di San Valentino 2018, secondo cui il 43% delle donne risultavano contente del regalo che avevano ricevuto mentre solo al 29% degli uomini era piaciuto quello che avevano ricevuto. Quindi cosa impariamo da questo… conservare sempre lo scontrino? No! Ascoltate il vostro partner tutto l’anno. Non ci sono scorciatoie quando si tratta della persona che amate. Come esperto del piacere LELO, ti consiglia di acquistare uno dei suoi bellissimi sex toy (alcuni dei quali hanno il 25% di sconto).

 

Di silicone liscio, placcato in oro, si tratta praticamente di gioielli! Forse San Valentino diventerà più piacevole per entrambi se trasformerete il giorno di San Valentino in un appuntamento “fuori dagli schemi” e vi lascerete andare alle vostre più segrete passioni sessuali. Candele per massaggi, manette di seta, frustini in suede, osate più che potete per trasformare il vostro giorno di San Valentino nel giorno dell’orgasmo.

Ecco quindi per voi un codice sconto: digitate il codice ODAY19* al checkout per ricevere uno sconto del 15% sugli accessori per il sesso LELO e quest’anno, andate oltre il 14 febbraio!

 

Se non sai ancora cosa regalare al tuo lui o alla tua lei, ecco suggerimenti di LELO per una giornata dell’orgasmo memorabile e scopri tutti i prodotti in promozione:

 

Per lei

 

SONA: un sex toy rivoluzionario, utilizza infatti onde sonore e impulsi invece che vibrazioni tradizionali, per stimolare l’intera clitoride, raggiungendone anche la struttura interna. Prezzo consigliato al pubblico 149,00 euro.

 

MIA 2: dal design discreto che permette di tenerlo sempre con sè, in borsa, nel beauty o nel cassetto del comodino. Perfetto a casa o da portare sempre con te nella tua borsa. Prezzo promozionale consigliato al pubblico 59,25 euro.

 

SIRI 2: per provare un piacere a tempo di musica, scegliendo la miglior playlist di San Valentino. Prezzo consigliato al pubblico 149,00 euro.

 

Per Lui

 

HEX: preservativi caratterizzati dalla rivoluzionaria struttura a esagoni per sensazioni uniche. Prezzo consigliato al pubblico 19,90 euro (12 pack).

 

TUX: l’accessorio perfetto per essere sempre eleganti, anche a San Valentino. Prezzo consigliato al pubblico 25,95 euro.

 

TOR 2: Un anello comodo e adattabile, TOR™ 2 viene indossato da lui durante il rapporto per amplificare le sensazioni di entrambi i partner. Prezzo promozionale consigliato al pubblico 96,75 euro.

 

Per voi

 

Anniversary Line: una raffinata linea BDSM, 12 oggetti unici, diversi da tutto quello che avete provato finora, creati appositamente per esaltare il piacere di coppia e che manderanno letteralmente in visibilio le più intime fantasie. Prezzo consigliato al pubblico 2.500,00 euro.

 

*il codice sconto è valido dal 01.02.2019 al 23.02.2019

 

Scopri il mondo LELO su >> https://www.lelo.com/it

>> https://www.instagram.com/lelo_official/

>> https://www.facebook.com/LELO.Official/

 

 

 

Fetish day – 18 gennaio 2019 | LELO presenta i più comuni feticci

Read More

Secondo il vocabolario, un feticcio è: “un oggetto o parte non genitale del corpo che provoca una risposta o una fissazione erotica abituale”. Quindi, per celebrare la giornata internazionale dei feticci, il 18 gennaio, lascia andare la tua eccentricità e dedicati al tuo oggetto di culto.

 

LELO ti presenta alcuni dei più comuni feticci, fino a quelli meno conosciuti, così da poterti consigliare come godere durante il “fetish day”: un giorno speciale dedicato ad assecondare le tue fantasie.

 

Bondage

 

Anche se il fenomeno di “50 Sfumature di Grigio” ha iniziato a svanire, ciò che ha trasmesso alla cultura popolare e al pubblico è l’aspetto dolce del BDSM di cui puoi godere con il tuo partner. Possiamo anche affermare che è diventato così tanto diffuso che non è quasi più visto come una richiesta insolita, ma come parte della normale routine sessuale. Puoi renderlo più estremo e godertelo in numerose varianti; LELO è qui per aiutarti se sei alla ricerca di  qualcosa di elegante per rendere la situazione più piccante. Con BOA la fascia del piacere, non puoi sbagliare! É consigliata se ti stai affacciando al mondo del light bondage.

 

Foot Fetish

 

Anche il feticismo del piede, una forma di ammirazione che è stata resa popolare in molte sitcom, film e spettacoli, è stata ormai inserita nella categoria “pratiche comuni”. Se non oltrepassi i confini e se hai trovato la giusta via per soddisfare il tuo partner consensualmente, non fermarti e coccola quelle dita meravigliose.

 

Role Playing

 

Chi dice che puoi travestirti solo ad Halloween? Se è nel tuo mood, puoi cambiare il tuo essere in ciò che desideri ogni giorno. “Il gioco di ruolo” può essere un modo per attingere a desideri sessuali che altrimenti non saresti disposto a provare e può essere liberatorio per entrambi i partner. Puoi travestirti ma se non hai tempo, puoi semplicemente giocare creando diversi scenari.

I più popolari includono: Dottore / Paziente, Professore/ Studente.

Ma se lasci perdere l’immaginazione, puoi essere chiunque tu voglia, o qualunque cosa ti ecciti.

 

Objectophilia

 

É una forma di pulsione sessuale che porta alcune persone ad essere attratte da cose o oggetti.

La gente adora ascoltare le storie bizzarre di persone che si innamorano della Torre Eiffel, di un ponte o della loro macchina. Ma questa è una visione limitata. Se applichiamo questa definizione a tutti quelli che provano attrazione per tacchi, lingerie, ecc, la maggior parte delle persone potrebbe essere catalogata come “persona strana”, quindi senza far vergognare nessuno, ricordati che non sai mai quando potrebbe essere il tuo turno!

 

Spectrophilia

 

Se non ne hai mai sentito parlare, è un’attrazione sessuale nei confronti di un fantasma. Hai mai visto il film del 1990 “Ghost”? Quindi la possibilità di avere rapporti sessuali con un’apparizione non è nuova come idea. Anche se possiamo sicuramente discutere sull’esistenza reale dei fantasmi, esistono molte persone che sono attratte da queste forme spettrali, tra cui molte star di Hollywood. Può darsi che il tuo “amico speciale” abbia bisogno di aiuto, quindi proponigli INA Wave™  che si ispira alla carezza delle dita di un amante per donare una notte di grande  orgasmo.

 

Potremmo andare avanti e contare la lista dei desideri più intimi e nascosti fino alla prossima giornata internazionale del fetish, ma termina la lettura e dai spazio alle tue fantasie.

 

A Venezia la grande mostra su Alberto Burri

L’isola di San Giorgio Maggiore a Venezia presenterà dal 10 maggio al 28 luglio 2019 BURRI la pittura, irriducibile presenza, ampia e importante retrospettiva antologica dedicata ad Alberto Burri, a coronamento di una stagione di grande celebrazione dell’artista umbro sia in Italia che all’estero.

La mostra, curata da Bruno Corà, Presidente della Fondazione Burri, e organizzata dalla Fondazione Giorgio Cini e dalla Fondazione Burri in collaborazione con Tornabuoni Art e Paola Sapone MCIA, è un progetto concepito appositamente per Venezia che ripercorre cronologicamente le più significative tappe del percorso del Maestro della ‘materia’ attraverso molti dei suoi più importanti capolavori. Dai rarissimi Catrami (1948) agli ultimi e monumentali Cellotex (1994), BURRI la pittura, irriducibile presenza con circa 50 opere provenienti da importanti musei italiani e stranieri, dalla Fondazione Burri e da prestigiose collezioni private, ricostruisce nella sua interezza la parabola storica di uno dei più grandi protagonisti dell’arte italiana ed europea del XX secolo e riporta Burri a Venezia dopo la memorabile personale che nel 1983 vide protagoniste 18 opere del ciclo Sestante nel suggestivo edificio degli ex Cantieri Navali alla Giudecca, segnando una tappa fondamentale nella carriera dell’artista.

Il percorso espositivo offrirà al visitatore l’opportunità unica di ammirare una selezione inedita di opere che rappresentano tutti i più famosi cicli realizzati da Burri: dai primi e rari Catrami (1948) e dalle Muffe (1948), presentati in stretto confronto con gli iconici Sacchi (1949-50), ai Gobbi (1950), per arrivare alle affascinanti Combustioni (1953), i Legni (1955), i Ferri (1958), le contorte Plastiche (1960) e l’evoluzione straordinaria dei Cretti (1970), divenuti uno dei temi di ricerca più iconici di Burri, fino ai grandi Cellotex, realizzati fino a metà degli anni Novanta. La mostra veneziana – il cui titolo si rifà alla celebre definizione data dallo stesso artista alla sua opera, e alla difficoltà di tradurla in parole – offrirà così una lettura penetrante del modo in cui questo pioniere della nuova pittura del secondo Novecento ha affrontato il tema centrale del suo tempo: quello dell’utilizzo e della trasformazione della materia in opera d’arte.

“Dopo un quarto di secolo dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1995, la mostra pone in evidenza la trasformazione recata da Burri nell’arte del XX secolo – spiega Corà – Non è improprio paragonare l’innovazione linguistica introdotta da Burri con la ‘presentazione’ sistematica della materia reale al posto della mimesi rappresentativa, alla rivoluzione giottesca compiuta nel sostituire ai cieli d’oro della pittura medioevale il celeste che si poteva osservare in natura. In entrambe le innovazioni veniva introdotto il ‘vero’ nella pittura al posto della finzione imitativa di esso. Lo shock prodotto da Burri negli anni dell’immediato dopoguerra – continua il curatore – si può misurare solo con l’effetto ottenuto in tutto l’arco di esperienze artistiche da lui influenzate: dal New Dada di Rauschenberg, Jonhs e Dine, al Nouveau Réalisme di Klein, César, Arman e Rotella, dall’Arte Povera di Pistoletto, Kounellis, Pascali e Calzolari all’arte processuale e fino al neominimalismo a base monocroma”.

Nella mostra alla Fondazione Cini saranno ricostruiti alcuni fondamentali passaggi della pittura di Burri quale caposcuola della pittura materica: verranno ad esempio riuniti per l’occasione tre grandi Sacchi del 1952, larghi 2,5 metri ciascuno, che Rauschenberg ebbe l’occasione di osservare l’anno successivo durante la preparazione della propria mostra alla Galleria dell’Obelisco di Gaspero Dal Corso e Irene Brin dal titolo Scatole e feticci, in occasione di una visita compiuta nello studio di Burri, e che lo impressionarono così fortemente da indurlo a cambiare lavoro, giungendo nel 1954 a dipingere i Combine Paintings sotto l’evidente influsso burriano. In esposizione ci sarà anche un nucleo rilevante di Plastiche e un monumentale Cellotex del 1979 di quasi 3 metri per 4.

BURRI la pittura, irriducibile presenza porta inoltre a compimento un percorso di riconoscimenti internazionali che negli ultimi anni ha ulteriormente affermato la grande attualità dell’opera di Alberto Burri, confermandolo tra i grandi maestri dell’arte italiana del Novecento: nel 2015 in occasione delle celebrazioni del Centenario della nascita dell’artista il Solomon R. Guggenheim Museum di New York ha dedicato a Burri una retrospettiva antologica, così come la Kunstsammlung Nordrhein-Westfalen K21 Ständehaus di Düsseldorf, a cui si sono aggiunte manifestazioni in numerose istituzioni italiane, tra cui la grande mostra nella sede della Fondazione Burri a Città di Castello (Perugia) a fine 2016.

La lettura della carriera di Burri sarà resa organica dalla presenza di una sezione documentaria multimediale dell’intera attività dell’artista, in cui sarà possibile vedere anche alcuni rari film che lo ritraggono in azione. Il catalogo bilingue (italiano-inglese), introdotto da un saggio critico del curatore Bruno Corà, Presidente della Fondazione Burri, e di Luca Massimo Barbero, Direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini, conterrà il repertorio di tutte le immagini delle opere e offrirà così rinnovati strumenti di conoscenza del lavoro e del profilo dell’artista stesso, anche grazie a una sezione bibliografica interamente aggiornata. L’allestimento è realizzato da Archea Associati.

Gusto e leggerezza con Philips Air Fryer

Read More

Cosa ci ricordano le Feste Natalizie? Dai: ammettiamolo. In primis quelle abbuffate pantagrueliche con tanto di avanzi che durano fino all’Epifania (e conseguente transumanza di tutti in palestra, pieni di sensi di colpa). E soprattutto la fiera di tutte le salse, dolci, fritti, sughi che dovremmo consumare con moderazione li ritroviamo tutti concentrati in pochi pasti. Bisognerebbe arrivare allenati: intendo col mangiare in leggerezza ma con gusto. Non parlo di insalatine e acai bowl.

Parlo di trovare un modo per cucinare il cibo gustoso ma anche sano, grazie agli strumenti giusti.

Ad esempio, Philips, (brand a cui sono molto affezionata anche per la linea dedicata alla bellezza e ai più piccoli) ha sviluppato degli elettrodomestici innovativi che ci permettono di mangiare bene senza rinunciare a qualche sfizio. In questo caso specifico, mi riferisco alla friggitrice ad aria calda: nella nostra cucina può aiutarci a preparare pasti e sfizi in modo gustoso e leggero senza danneggiare la nostra salute.

 


Ho scoperto questo tipo di friggitrici (anche se chiamarle così potrebbe risultare riduttivo) su internet e sono rimasta molto incuriosita dal fatto che potessero friggere senza olio o con al massimo un cucchiaio. Devo dire che le aspettative sono state ampiamente ripagate in quanto oltre a cucinare con tempistiche nettamente inferiori rispetto a quelle di un forno tradizionale anche ventilato, quindi con conseguente risparmio di tempo e di energia elettrica, i piatti cucinati risultano croccanti all’esterno e ben cotti al suo interno senza venire bruciati. Una volta in funzione c’è da sottolineare anche il fatto che l’apparecchio non sia per niente rumoroso, si sente solo l’azionamento della ventola che però non arriva mai a livelli eccessivi. La pulizia è molto semplice perché basta estrarre il cestello e il contenitore e procedere alla loro pulizia sotto acqua o addirittura in lavastoviglie. mi sento di consigliare vivamente l’acquisto di questo tipo di prodotti ed in particolar modo questo modello che per il modo in cui è costruito (sembra un piccolo parallelepipedo nero lucido) risulta essere anche un elemento di arredo per la zona cucina.

Tanto gusto e nessuna ansia per la vostra linea e salute fisica.
L’estetica è ottima e in vista su un mobiletto è bella da vedere. Cosa da non sottovalutare visto che ormai le nostre piccole cucine sono pieni di elettrodomestici!

Imperdibili appuntamenti d’Arte a Modenantiquaria

Read More

Importanti incontri a Modenantiquaria
per scandagliare con gli esperti
il complesso mondo dell’arte

Modenantiquaria è, per tradizione consolidata, non solo il luogo dove ammirare e acquistare opere d’arte di grande livello ma anche sede ed occasione per confrontarsi con veri esperti intorno al complesso mondo dell’Arte.
Una scelta, anzi una vocazione, che trova puntualmente conferma nell’ edizione del 2019 della manifestazione modenese (in Modena Fiere dal 9 al 17 febbraio).
Tre le più rilevanti occasioni di confronto tra il pubblico e gli esperti.
La prima, di sabato 9 febbraio, vedrà i protagonisti del sistema dell’arte italiana a confronto: per discutere sulle tendenze, novità museali e legislative, problemi e opportunità di un mondo in continuo cambiamento. Con inizio alle 18.00, nello ‘Spazio Incontri’, intorno al tema “ll magico mondo dell’arte” si confronteranno Martina Bagnoli,  direttrice delle Gallerie Estense, Enrico Frascione,  Presidente della Associazione Antiquari d’Italia, Fabrizio Moretti,  Segretario Generale Biennale di Antiquariato di Firenze (che quest’anno festeggerà i suoi primi 60 anni di storia) e Giulio Volpe  avvocato esperto nella circolazione delle opere d’arte.
Il secondo appuntamento è in calendario per domenica 10 febbraio, con inizio sempre alle 18.00, avrà come tema “Ottocento, che passione! Mostre, libri, collezionismo”.
Se il Novecento è stato il Secolo breve, la modernità dell’Ottocento, con le sue innovazioni sociali, politiche, culturali, artistiche, è di lunghissima durata e ci continua a coinvolgere con numerose mostre, pubblicazioni ed eventi di successo. Il più recente dei quali si sarà appena aperto al San Domenico di Forlì, dove è appunto al suo via la grande rassegna “Ottocento. L’ Arte dell’Italia tra Hayez e Segantini” . Un successo che trova conferma anche a ModenaFiere che, nell’ambito di Modenantiquaria, allestisce una sezione, ‘EXCELSIOR’, dedicata all’arte dell’800-900 felicemente giunta al suo ventennale appuntamento.
Chiamati a confrontarsi in questa tavola rotonda sono Alberto Mattioli, giornalista de “La Stampa”, colto saggista musicale, gran conoscitore dell’Ottocento,Fernando Mazzocca, storico dell’arte tra i più noti e curatore scientifico della grande mostra di Forlì, l’antiquario Marco Voena e Pietro Cantore Presidente della Associazione Antiquari modenesi. Entrambi gli incontri saranno moderati da Leonardo Piccinini.
Notevole interesse desterà anche il terzo dei talk, dall’emblematico titolo “Dalla galleria alle Gallerie”, esplicitato dal sottotitolo che recita: “Le recenti acquisizioni di opere d’arte dal mercato antiquariale alle istituzioni pubbliche” (appuntamento alle ore 18 di sabato 16 febbraio).
Cecilie Hollberg, Direttore delle Gallerie dell’Accademia di Firenze, Paola Marini, già Direttore delle veneziane Gallerie dell’Accademia e ora Presidente della Fondazione Roi, Carlo Orsi, antiquario, moderati da Marco Carminati del Domenicale del Sole 24 Ore, discuteranno intorno alle recenti acquisizioni compiute da musei ed istituzioni italiane attingendo al mercato antiquariale. Un’attività che, nonostante le difficoltà economiche, continua, spesso anche grazie al supporto di privati. Ed è meno marginale di quanto comunemente si pensi.
L’ingresso ai tre incontri è libero per chiunque, antiquario o visitatore, sia presente in Modenantiquaria.

Informazioni: info@modenantiquaria.it;tel +39 059 848380
http://www.modenantiquaria.it

Quest’anno, LELO ha pensato proprio a te e al regalo perfetto da mettere sotto l’albero!

Read More

Il Natale è alle porte e trovare il regalo perfetto per te o per il tuo partner è fondamentale! Hai pensato di optare per un gift piccante, che ti possa soddisfare al 100%? Quest’anno scopri il magico mondo LELO: tra accessori e prodotti per il piacere intimo siamo certi che sarà un caldo Natale. Scopri l’estasi di scartare un pack LELO e parti per un viaggio verso un lusso intimo e discreto.

 

E dopo lo stupore… il desiderio di fare uso del regalo! LELO ti suggerisce tantissimi spunti per trascorrere le feste in modo piccante e romantico.

 

Per massaggi dolci, ma birichini

Crea l’atmosfera giusta, con le candele profumate FLICKERING TOUCH che sciogliendosi diventano un olio setoso per massaggi. Realizzate con ingredienti assolutamente naturali, come cera di soia, burro di Karité e olio di albicocca, sono disponibili in 3 profumazioni: Vaniglia e Crema di Cacao, Pero Alpino e Legno di Cedro, Pepe Nero e Melograno.

 

Per la coppia

In due è meglio: lo sa bene anche LELO che propone accessori sensuali per dare pepe all’intimità.  

Riscopri la magia di una vibrazione intensa con TIANI 2, lo speciale massaggiatore per la coppia, che, grazie alla tecnologia SenseMotion™, permette di modificare le sensazioni durante il rapporto attraverso i movimenti del telecomando.

 

Per lei

Ma se preferisci divertirti in solitaria, dovresti proprio abbandonarti alle languide carezze vibranti di ORA 2, il pluripremiato vibratore per sesso orale, così bello da sembrare un addobbo natalizio.

 

Per lui

Non sarà la classica stellina di Natale, ma saprà accendere anche il desiderio più nascosto. Per un piacere tutto al maschile HUGO è un massaggiatore prostatico dotato di telecomando che rappresenta un modo tutto nuovo di pensare il piacere maschile. Con due potenti motori vibranti, alla base e sulla punta, HUGO ha una forma slanciata creata per l’orgasmo prostatico più intenso e duraturo.

 

Anche queste festività LELO ti farà cantare di gioia! Lasciati tentare dalle offerte speciali! Solo su: www.lelo.com/it/holiday-promotion

 

Auguri vibranti da LELO.

 

Scopri il mondo LELO su >> https://www.lelo.com/it

>> https://www.instagram.com/lelo_official/

>> https://www.facebook.com/LELO.Official/

Come avere una casa pulita a prova di bambino!

Read More

 

Post in collaborazione con Philips

 

Ebbene sì: arriva il momento della vita della vostra prole in cui inizia ad esplorare casa. Parlo di gattonare o camminare. E insomma, anche se siamo amici del pulito non è mai davvero così pulito per terra (e negli angoli, e sotto posti che boh, ok che ci va il gatto ma mai avresti pensato che anche tuo figlio davvero non volesse andarci). Ma cosa fare per limitare un po’ i danni affinché il proprio piccolino non si muova in una nuvola di polvere?

 

Philips ha ideato un aiuto utile, leggero e maneggevole: la sua scopa elettrica senza fili ciclonica.

 

Davvero un prodotto da provare, le premesse sono molte, le caratteristiche lo rendono un valido alleato per la pulizia di casa. La batteria ha una durata di circa un’ora, così non devi preoccuparti che si scarichi e magari puoi approfittarne per caricarla direttamente di notte.
Le luci led sono il top, un particolare che arricchisce ulteriormente la tecnologia di questa scopa elettrica…. aiutano a vedere la polvere nascosta e addirittura polvere che credevo aver tolto lavando i pavimenti.
Con un click si trasforma in un utilissimo aspirabriciole (anche il vostro pupo è in fase sbriciolamento biscotti? Ecco.)
Pienamente soddisfatta di tutte le caratteristiche: ogni dettaglio è stato studiato per renderlo un aiuto nelle faccende quotidiane facilitandole senza spreco di tempo e di energia.

Per il resto un prodotto fantastico, innovativo, tecnologico, all’avanguardia!

 

Un occhio alle offerte internet casa: parliamo di Eolo

Read More

Fine anno è sempre con lo spettro delle rimodulazioni economiche: e non solo noi blogger sappiamo quanto sia difficile far quadrare il tutto tra qualità e buon prezzo.

 

Recentemente ho deciso di cambiare la mia offerta internet per spendere meno e avere una rete più affidabile.

 

In tempi di libero mercato e di concorrenza vi è ormai un’ampia scelta di offerte per collegarsi a Internet. Navigare sul web è ormai una necessità per cui quasi tutti ormai dispongono di una connessione in casa, per svolgere qualsiasi genere di attività. Come noto però la rete nel nostro Paese non è del tutto uniforme: vi sono infatti zone ancora coperte in maniera non del tutto efficiente.

 

Ci affanniamo quindi un po’ a cercare le migliori offerte internet casa, tra cui direi che in questo momento.Mentre cercavo una nuova offerta internet casa mi sono imbattuta in spicca EOLO, un operatore di telecomunicazioni specializzato in banda larga che utilizza la tecnologia via radio per portare internet ad alta velocità anche nelle zone più remote del Nord e Centro Italia, contrariamente agli altri operatori che si concentrano solo sulle grandi città.

 

Sul sito della compagnia è possibile inoltre trovare tutte le offerte internet casa e le informazioni necessarie e utili per attivare il servizio e verificare la copertura nella propria zona e attivare il servizio. Inoltre, e iI prezzi sono davvero molto interessanti e convenienti. Io sto considerando di passare ad EOLO, e voi?

LELO SONA festeggia il suo primo compleanno dal lancio sul mercato

Read More

 

Nell’ottobre 2017, questa originale “bomba di piacere” ha colto tutti di sorpresa. Sviluppato con l’inconfondibile stile elegante di LELO, SONA ha conquistato il cuore (e non solo!) delle donne di tutto il mondo. Festeggia il primo anniversario di SONA regalandoti un orgasmo senza precedenti… e questo mese è in super sconto!

 

Alimentato a batteria, ricaricabile tramite USB, impermeabile, in silicone e dotato di tecnologia Cruise Control, SONA e SONA Cruise sono i primi massaggiatori dalle linee sinuose che sfruttano le onde soniche, anziché le tradizionali vibrazioni. Nel mondo degli stimolatori clitoridei, LELO SONA si è distinto con grande successo, fin da lancio nell’ottobre del 2017, ottenendo in tutto il mondo un eco di OOO!

Guardando indietro fino all’invenzione del primo vibratore alimentato a vapore (e decisamente poco estetico) nel 1880, è un dato positivo come l’atteggiamento della società si sia adeguato nel tempo, accettando progressivamente una sessualità sempre più libera e senza taboo; ma soprattutto che la masturbazione e gli orgasmi non sono trattamenti per le malattie, come si credeva, per l’isterismo femminile. Tuttavia, senza quel momento storico, oggi forse LELO non esisterebbe e sarebbe un vero peccato perché, chi meglio di LELO, comprende che il piacere non è solo raggiungere un orgasmo? L’autoerotismo è amare se stessi e partire verso un’esperienza completa che dovrebbe farti sentire sopra le nuvole. Così gli esperti di piacere di LELO hanno deciso di creare SONA, un massaggiatore clitorideo che avrebbe continuato la fruttuosa tradizione del brand di andare sempre un passo oltre. Solo che questa volta, invece di andare oltre, sono andati più in profondità!

 

Ecco come…

 

SONA ha “semplicemente” aperto un mondo sul piacere clitorideo. Ciò che distingue SONA dagli altri massaggiatori è il fatto che le onde sonore prodotte dal cuscinetto all’interno della sua “bocca” vanno più a fondo e stimolano l’intera rete di nervi nel clitoride, non soltanto la parte visibile. Con gli impulsi che riverberano in tutto il corpo  – come l’assolo del basso più selvaggio che tu abbia mai sentito – l’orgasmo è come se si scaturisse dalla parte più profonda di te. Ne hanno parlato in tutto il mondo, ogni donna che lo ha provato afferma di essersi sentita come disorientata dopo il primo orgasmo con SONA. Inizia come una vampata di calore che si diffonde come una fiamma, riscaldando ogni parte del tuo corpo fino a che non raggiungi l’apice di piacere. Indipendentemente da dove ti trovi (ricordi? È anche impermeabile!) SONA renderà questa esperienza indimenticabile.

 

Ti stuzzica, non è vero? Unisciti a LELO nell’augurare a SONA e SONA Cruise un buon primo compleanno!

 

Note agli editori

Per tutte le informazioni sui prodotti visita il sito www.lelo.com/it o per stuzzicare la tua fantasia

con piccanti ispirazioni e nuove idee visita Volonté, il blog di LELO su www.lelo.com/it/blog/

 

Scopri il mondo LELO su >> https://www.lelo.com/it

>> https://www.instagram.com/lelo_official/

>> https://www.facebook.com/LELO.Official/

 

 

‘Masterly The Hague’, i maestri del passato ispirano gli artisti di oggi

Read More

Famosi designer e scultori presentano a L’Aia le loro interpretazioni dei maestri olandesi

 

L’Olanda ha un nuovo evento culturale: Masterly The Hague. Un festival che d’ora in avanti si terrà ogni anno, dove gli storici capolavori olandesi incontrano il Dutch design contemporaneo. Nella città reale L’Aia, capitale amministrativa e politica, tre edifici monumentali affacciati sul centralissimo laghetto “Hofvijver” ospiteranno questo nuovo evento culturale dal 20 al 23 settembre.

“Prinsjesdag” in grande stile

Intorno alla data del Prinsjesdag, la tradizionale apertura del Parlamento il terzo martedì di settembre, questi edifici aprono le loro porte al pubblico e durante quattro giorni 25 delle loro splendide sale diventeranno il luogo dove celebrare la bellezza e l’artigianato. L’iniziatrice Nicole Uniquole ha invitato 55 tra designer contemporanei, fotografi e artisti a scegliere un’opera di un antico maestro come ispirazione per creare così un lavoro di design contemporaneo.

Quattro giorni di festa

L’evento non prevede solamente l’esposizione di queste nuove opere di designer contemporanei, fotografi e artisti poste accanto alle loro muse ispiratrici, ma anche l’opportunità di incontrare gli autori di queste opere. Ai visitatori viene offerta una prospettiva unica sulla bellezza e l’artigianato esplorando la visione moderna dei dipinti storici da parte di questi artisti contemporanei.

Nuovi maestri nel nuovo Secolo d’Oro

Questo pas de deux di antico e moderno genera alcune intuizioni sorprendenti sulla bellezza dell’arte. Per esempio, la haute couture dei fashion designer Viktor & Rolf crea un affascinante connubio con il quadro di Michiel van Mierevelt dove vennero dipinte l’armatura e lo splendido colletto di Frederik Hendrik prima che quest’ultimo diventasse Principe d’Orange nel 1625. I giganteschi fiori di metallo di Linda Nieuwstad paiono rispecchiarsi nelle rose del ritratto dipinto nel diciassettesimo secolo da Jurriaan Ovens di Lucia Wybrands, allora la donna più ricca di Amsterdam. La coppia di fotografi Petra e Erik Hesmerg presentano alcuni dei loro lavori accanto ad una bellissima natura morta di J. M. Sartory, artista di cui si sconoscono solo pochissime opere.

Grande magazzino culturale temporaneo

Quando il tappeto rosso si aprirà su Lange Vijverberg, al pubblico verrà presentata un’ampia gamma di opere artistiche e culturali tra cui dipinti inediti delle collezioni del Dr Abraham Bredius, della galleria Hoogsteder & Hoogsteder e dell’artista Cornelis Kruseman. Tutto il design olandese esposto in mostra è in vendita.

www.masterlythehague.com