Rotterdam Rooftop Walk: camminare sui tetti e pensare a un futuro sostenibile e green

Read More

Moderna ed efficiente come poche al mondo, la fama di Rotterdam è legata al suo porto, il più grande d’Europa. Pochi sanno, però, che la città sul Nieuwe Maas dispone di oltre 18 km2 di tetti e terrazze, per lo più inutilizzati, record assoluto per i Paesi Bassi, dove nessuna città può contare su così tanto spazio “in alto”.

Nell’ambito dell’annuale Rotterdam Architecture Month 2022 (un mese di spettacoli ed eventi nel mese di giugno) si svolgeranno i Rotterdam Rooftop Days, durante il quale si potranno esplorare i più svariati tetti della città.

Il Rotterdam Rooftop Walk è un percorso che copre diversi tetti nel centro della città e collega edifici iconici sul Coolsingel: il progetto è frutto di una collaborazione con MVRDV Architects. I visitatori potranno attraversare un ponte aereo appositamente progettato che attraversa la strada più nota della città per un mese intero. L’esperienza è molto più ricca di una semplice passeggiata: camminando sui i tetti, si verrà in contatto con aziende e ONG che mostreranno le ultime innovazioni in materia di tetti ecologici, transizione energetica, riciclo dell’acqua, spazi ristrutturati restituiti alla fruizione del pubblico. Rotterdam Rooftop Walk  affronta molte delle grandi sfide che le città dovranno affrontare nel prossimo futuro, dal proteggere gli abitanti dagli effetti del cambiamento climatico alla creazione di spazi pubblici sicuri e vivaci in aree urbane sempre più affollate.

Il progetto di MVRDV è stato realizzato come intervento temporaneo durante “Rotterdam celebra la città!”, la manifestazione che commemora i 75 anni di ricostruzione dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

https://rotterdamsedakendagen.nl/en/

Aria di primavera per le città inglesi

Read More

Conosciuta come la stagione della nuova vita, giornate più soleggiate e una rinnovata identità, la primavera sta arrivando e segnerà anche un ritorno attivo per molte città della Gran Bretagna. Quest’anno, il numero di viaggiatori che decideranno di visitare la Gran Bretagna è destinato ad aumentare. Sono in arrivo una serie di nuove interessanti aperture e le tendenze innovative nel settore dell’ospitalità, sempre più evidenti; la prossima stagione sarà quella che supporterà il tanto atteso “bentornato” dei viaggiatori internazionali in Gran Bretagna.

 

Entro l’estate, si prevede che circa la metà del volume di visitatori inbound pre-COVID sarà tornato in Gran Bretagna, con l’inizio di febbraio che ha già segnato il momento migliore per le prenotazioni di voli inbound dall’inizio della pandemia. In linea con le previsioni positive, le pubblicazioni nazionali hanno pubblicato molte anticipazioni su hotel attesissimi, nuove esperienze coinvolgenti per i visitatori e annunci di progetti entusiasmanti, ciascuno a sostegno di una nuova ritrovata giovinezza dei viaggi in Gran Bretagna. Si parla, per esempio, dell’apertura del Raffles London at the OWO, il primo Raffles in assoluto in Gran Bretagna e in Europa. Oltre a questo, si racconta del tour ufficiale degli studi di Game of Thrones e dell’esperienza interattiva che si potrà vivere in Irlanda del Nord, oltre che del Castlefield Viaduct Highline Park di Manchester.

 

Tra gli eventi da ricordare, ci sono delle date imperdibili nel calendario 2022 della Gran Bretagna:  stiamo parlando del Queen’s Platinum Jubilee e tutte le celebrazioni correlate che si svolgeranno a giugno, i Commonwealth Games che si terranno a Birmingham alla fine dell’estate e UNBOXED che si mostrerà in varie sedi in tutta l’Inghilterra, Irlanda del Nord, Scozia, Galles e online da marzo a ottobre. Oltre al settore di viaggi e vacanze di piacere, anche il calendario dei viaggi d’affari tornerà al completo dopo essere stato duramente colpito dalle restrizioni. Il recente feedback positivo di eventi come l’Expo 2020 di Dubai ha aumentato la fiducia nei viaggi d’affari e ha contribuito a vittorie entusiasmanti come l’annuncio di Manchester che ospiterà One Young World.

 

Da quanto evidenziato, è chiaro che la ripresa delle città sia in pieno svolgimento e che la primavera e il sole, che ha appena iniziato a scaldare la Gran Bretagna, inviteranno i turisti a godere dei grandi spazi aperti. Il popolare festival annuale dei fiori Belgravia in Bloom tornerà nelle graziose strade di Londra. Il tema di quest’anno sarà “Splendidamente britannico” (Beautifully British) e trasformerà Belgravia con spettacolari esposizioni floreali, installazioni ed esperienze di vario genere. Più a nord, il nuovo The Locationist Tour a Manchester, Birmingham e Liverpool guiderà i visitatori in alcuni dei luoghi principali delle città, incluse location cinematografiche viste in Batman, Captain America e Mission Impossible. Infine, i viaggiatori più attivi potranno prendere d’assalto i corsi d’acqua delle città con lo stand up paddle boarding: ecco la sfida perfetta per vedere l’altro lato della Gran Bretagna. Original Wild a Bath accoglie persino i simpatici amici a quattro zampe.

 

La primavera porta anche una nuova ventata di creatività e quest’anno ci saranno molti eventi temporanei, mostre e gallerie pronte a spuntare come i fiori di campo per mostrare il lato fantasioso e innovativo della Gran Bretagna. Da fine marzo in poi, il primo museo dedicato LGBTQ+ della Gran Bretagna, Queer Britain, aprirà a Kings Cross con spazi esplorativi e celebrativi; International Slavery Museum di Liverpool avrà uno spazio pop up per condividere la propria risposta creativa con la città e per raccontare il suo ruolo nella storia della schiavitù; Infine, ci sarà l’apertura della BoxHall sul Welshback Waterfront di Bristol, piena di ristoranti indipendenti, chioschi di street food, musica dal vivo ed eventi.

 

Infine, una recente ricerca sugli intenditori britannici ha dimostrato che i desideri più forti sono vivere le grandi città, oltre a vagare per tipologie di luoghi diverse (3). Ciò è sicuramente supportato da ottimi trasporti regionali e nuove iniziative come il nuovo sito Web internazionale di LNER, dove vengono raccontati in molto molto facile e comprensibile gli itinerari che coprono più città, oltre altre ricche esperienze da fare. Le diverse e dinamiche aperture della prossima stagione offriranno ai viaggiatori internazionali il meglio della Gran Bretagna.

La torre della luce diventa il Café Restaurant Eindhoven

Read More

Un birrificio, una torrefazione e un panificio dove domina la circolarità

Il Café Restaurant Eindhoven si trova nell’iconica Torre della luce, dove in passato la Philips produceva le sue lampadine, a pochi passi dal centro della città.          Il nuovo Café Restaurant Eindhoven consiste non solo in un nuovo caffè e ristorante ma racchiude anche 3 nuovi concetti:

Un birrificio, un panificio e una torrefazione

Queste realtà sono radicate a livello locale e sono sinonimo di artigianato e buona qualità che lavorano insieme al ristorante come un piccolo ecosistema, dove i prodotti si rafforzano a vicenda e vengono combinati tra loro. Pensiamo al pane alla birra, ai biscotti fatti dal mosto o alla birra al caffè o ancora la produzione di birra fatta con il pane raffermo della panetteria.

Birrificio

Nel microbirrificio cambia ogni mese il birraio che può decidere quale tipo di birra produrre in quel mese. Si tratta di piccoli lotti da 10 hL. La birra alla spina è invece di Bavaria e sui tavoli del locale degustazione si può spillare la birra direttamente dalla botte pagando per litro. Le birre vengono inoltre combinate con i piatti del ristorante.

Economia circolare

La torrefazione fa parte dell’ecosistema del Café Restaurant Eindhoven, insieme alla panetteria e al birrificio, in questo modo i residui vengono elaborati e riutilizzati il ​​più possibile. Durante il processo di tostatura viene utilizzata aria calda, la consegna degli ordini di caffè avviene esclusivamente in bicicletta  e i fondi di caffè vengono riutilizzati.

Un luogo dove si creano connessioni, un punto d’incontro dove tutti si sentono benvenuti. Qui vengono servito piatti gustosi, tradizionali e popolari, ma anche specialità originali e da gourmet. Un luogo accogliente per molte ore al giorno, dove consumare colazione o pranzo, brunch o cena. E dove visitare e fare acquisti nella panetteria, nella torrefazione o nel birrificio.

Al Café Restaurant Eindhoven, oltre alla caffetteria e al ristorante, sono collegati diversi mestieri. Uno di questi è la torrefazione del caffè di COFFEELAB. Ecco come funziona una torrefazione.

Prima di poter effettivamente fare il caffè, i chicchi di caffè devono prima essere tostati. Durante il processo di tostatura, i primi chicchi di caffè non tostati e di colore verde si trasformano in chicchi di colore marrone nocciola perché è impossibile fare il caffè dai chicchi verdi.. Al Café Restaurant Eindhoven lo spazio dedicato alla tostatura è di circa 12 mq, piccolo, ma è efficacissimo. Una volta tostato, il caffè viene confezionato in varie miscele: alla No School Blend (il genuino caffè in house di Coffeelab) e alla Old School Blend  si aggiungeranno presto altre miscele dai gusti unici. Miscele che possono essere degustate nel bar-ristorante o acquistate nella panetteria e gastronomia.

Al Café Restaurant Eindhoven le persone sono centrali, l’atmosfera positiva nel team rende piacevole lavorare e trae il meglio da ciascuno. Il lavoro è impegnativo e vario allo stesso tempo. Il Cafè Restaurant Eindhoven offre non solo un salario in linea con il mercato, ma aggiunge il 10% in più rispetto al contratto collettivo di lavoro della ristorazione. Inoltre, propone formazione sul posto di lavoro, in modo che il team possa imparare e crescere. Ecco perché al Café Restaurant Eindhoven il caffè viene servito sempre con un sorriso.

 

Café Restaurant Eindhoven

Lichttoren 6, Eindhoven

https://caferestauranteindhoven.nl

Heilige Boontjes, a Rotterdam il pub che ha preso il posto della stazione di polizia

Read More

Un caso di imprenditoria sociale di successo

Prima era una stazione di polizia, ora è un pub, nel pieno centro di Rotterdam, a Eendrachtsplein 3. Il bello è che al posto dei poliziotti e delle celle di rigore ora ci sono tavoli e sedie accoglienti, oltre a bricchi di caffè e botticelle di birra, e avventori entusiasti. Nulla di strano, visto che tutto ciò accade nella città portuale olandese, 650.000 abitanti appartenenti a quasi 200 nazionalità diverse.

La differenza sostanziale, rispetto a un qualsiasi locale di Rotterdam, è che il personale è quasi interamente formato da giovani che hanno avuto problemi con la giustizia. Nato come semplice caffetteria, Heilige Boontjes è diventato un ristorante a la carte per aprire più a lungo e quindi garantire più posti di lavoro: lavoro per quei giovani che i due fondatori (l’assistente sociale Rodney van den Hengel e l’agente di polizia Marco den Dunnen) vedevano comparire in tribunale per rispondere di rapine, furti e spaccio di droga nella loro zona a Delfshaven. Si chiama imprenditoria sociale, ma per Rodney e Marco è qualcosa di più: “Un luogo che accoglie tutti coloro che, per svariati motivi, abbiano perso la retta strada, ma sono convinti che – con l’impegno e la buona volontà – si possa riacquistare lavoro e dignità nella nostra società”.

Da Heilige Boontjes (tradotto significa “fagioli sacri”) puoi pranzare o cenare, fare colazione o consumare l’aperitivo, bere una birra alla spina e un caffè biologico: biologico sul serio, perché è certificato Max Havelaar/Fairtrade: per coltivarlo non sono stati utilizzati pesticidi e fertilizzanti chimici, e il contadino che l’ha seminato e poi colto ha ricevuto un prezzo equo per il proprio lavoro. Non basta, perché non solo carta e cartone vengono rigorosamente riciclati, ma anche i fondi di caffè non vanno perduti: inviati all’azienda specializzata SUEZ, diventano stoviglie, che a loro volta tornano sui tavoli del locale.

Una volta tanto, a misurare il successo di un locale non è il numero di coperti o quello degli scontrini, ma il numero delle persone che sono state assunte: un’ottantina, da quando opera, tra collaboratori esterni e interni. Un modello talmente apprezzato da aver conseguito il premio Hein Roethof, destinato al miglior progetto di prevenzione della criminalità, promosso dalla municipalità di Rotterdam: dal 2015 a oggi più di 120 giovani hanno trovato una seconda chance e un lavoro onesto e riconosciuto.

Non basta, visto che la stazione di polizia comprendeva anche 6 celle di detenzione, 4 di queste sono state convertite in B&B (la “Penthouse Prison”, prenotabile su Airbnb): arredate da Daan Bakker di Daf-architecten, una cella, ops, una camera dispone di un confortevole letto matrimoniale, le altre tre hanno letti singoli; poi ci sono spazi per TV, impianto stereo e libreria. Rimane qualche traccia del precedente utilizzo, ma anche questa contribuisce a rendere unica e indimenticabile l’atmosfera di Heilige Boontjes.

 

Heilige Boontjes

Eendrachtsplein 3, 3015 LA Rotterdam

https://www.heiligeboontjes.com/

Aspettando il Giubileo di Platino della Regina

Read More

La Gran Bretagna si sta preparando a celebrare un momento atteso da 70 anni: il Giubileo di Platino della Regina Elisabetta II. Per festeggiare l’importante anniversario, eventi e celebrazioni si stanno svolgendo in tutta la nazione, e i seguenti sono solo alcuni di quelli in programma.

Sono già in corso i lavori per creare un grande fiume floreale che girerà intorno al fossato della Torre di Londra. Ma il punto culminante dei festeggiamenti sarà il weekend del Giubileo. La cerimonia del Trooping the Colour segnerà ufficialmente il compleanno della monarca, accompagnata da un volo della Royal Air Force. Durante il weekend si terrà anche una grande festa nella residenza ufficiale della Regina a Londra e tutti sono invitati – un enorme concerto con artisti internazionali scuoterà Buckingham Palace e sarà trasmesso sui grandi schermi di tutte le nazioni. In programma uno speciale Platinum Jubilee Pageant e una serie di eventi in tutta la Gran Bretagna, compresi picnic, parate, mostre e altro ancora.

 

I preparativi

I preparativi per le celebrazioni d’inizio di giugno sono già iniziati. I visitatori possono ammirare la Regina in tutta la sua gloria dalla sua incoronazione nel 1952 ad oggi grazie a speciali display sui cartelloni pubblicitari a Londra Piccadilly. Sono stati piantati 20 milioni di semi nel fossato della Torre di Londra, che fioriranno giusto in tempo per l’inizio di giugno. Semine più piccole stanno avendo luogo anche in altri siti in tutta la Gran Bretagna.

Per scoprire cosa sta succedendo in tutta la Gran Bretagna, i visitatori possono guardare questa mappa interattiva degli eventi in continuo aggiornamento.

 

12-15 maggio

A Gallop Through History segnerà una serie di momenti della vita della Regina. I visitatori potranno vedere 500 cavalli e 1.000 performers esibirsi per 90 minuti nel parco del Castello di Windsor che vedrà attori e artisti, musicisti, esibizioni militari ed equestri internazionali.

 

1 giugno

I visitatori possono vedere il design dell’emblema vincitore del Platinum Jubilee al Victorian and Albert Museum di Londra.

 

2 giugno

Il Trooping the Colour tornerà sfarzosamente per commemorare il compleanno della Regina. Ci saranno circa 1.400 soldati, 200 cavalli e 400 musicisti, oltre a un grande sorvolo della RAF. La giornata vedrà anche 1.500 illuminazioni in tutta la Gran Bretagna, e nei territori d’oltremare e nelle nazioni del Commonwealth.

 

3 giugno

Per rendere omaggio al Regno della Regina si terrà una funzione privata di ringraziamento si terrà nella cattedrale di St. Paul.

 

4 giugno

Il Platinum Party at the Palace vedrà più di 5.000 artisti di strada, teatro, musica e artisti circensi celebrare i 70 anni di regno della Regina. Un concerto dal vivo a Buckingham Palace che sarà mostrato su grandi schermi in tutto il Paese, vedrà la partecipazione di alcuni dei migliori musicisti e artisti del mondo, tra cui George Ezra.

 

5 giugno

I visitatori saranno invitati a partecipare al Big Jubilee Lunch, con eventi che si svolgeranno in tutta la Gran Bretagna, in luoghi che vanno dai giardini dei villaggi a festival appositamente organizzati. Windsor sta progettando il tavolo da picnic più lungo del mondo (il minimo sarebbe un tavolo lungo 500 metri per ospitare circa 1.600 persone). Il lunghissimo tavolo andrà da Cambridge Gate, giù per il Long Walk verso il Copper Horse, una statua monumentale di Re Giorgio III.

Lustrini e pon pon sono pronti. Il Platinum Jubilee Pageant vedrà la partecipazione di circa 5000 persone provenienti dal Regno Unito e dal Commonwealth, portando una grande esplosione di colori e suoni per le strade di Londra.

Inoltre l’apertura dei pub sarà prolungata fino all’1 di notte.

Anche Sandringham House e il Castello di Balmoral saranno aperti ai visitatori.

 

Altri eventi

Ci sono anche molti altri eventi che si svolgeranno in tutta la Gran Bretagna nel 2022. Il Palazzo di Holyroodhouse guarderà ai precedenti Giubilei di Sua Maestà, mettendo in mostra gli abiti, le gemme e i gioielli indossati in ciascuna delle celebrazioni d’argento, d’oro e di diamante.

Il Castello di Windsor ospiterà una mostra, che includerà l’abito originale dell’incoronazione e la veste di Stato indossata dalla Regina al momento della sua ascensione al trono. Ci sono volute 12 ricamatrici, utilizzando 18 diversi tipi di filo d’oro e più di 3.500 ore per completare solo il ricamo.

E a luglio saranno aperte le State Rooms di Buckingham Palace per vedere ritratti e diademi di diamanti, insieme ad altri oggetti reali. Inoltre si terranno tour privati nei giardini privati del palazzo, o per chi desidera fare qualcosa di veramente regale, con Windosr Carriage, si potrà fare un giro con una carrozza trainata da cavalli intorno al Windsor Great Park. E se si tratta di un brindisi alla Regina, l’ideale e’ uno champagne cocktail creato appositamente per il Giubileo presso The Goring, a pochi minuti da Buckingham Palace.

Il Comune di Eindhoven acquista la tenuta De Wielewaal

Read More

Ex proprietà della famiglia Philips

Il Comune di Eindhoven ha recentemente acquistato la tenuta De Wielewaal, che, per più di un secolo è stata di proprietà privata, tra gli altri, della famiglia Philips che la fece costruire nel 1934. La transazione ha avuto luogo per un controvalore di 29 milioni di euro, cifra considerevole, grazie alla quale però 142 ettari di foresta e flora, entrano nel patrimonio della città. De Wielewaal che si trova a 3 chilometri dal centro di Eindhoven, ha all’incirca le stesse dimensioni dell’Hyde Park di Londra ed è tre volte più grande del Vondelpark di Amsterdam. La tenuta, fatta costruire da Frits Philips nel 1934, rappresenta inoltre un importante valore storico per la città, che l’Amministrazione Comunale intende preservare per le generazioni future.  In questo modo gli abitanti di Eindhoven potranno presto passeggiare in questo luogo, vistare la villa e conoscere così una parte della loro storia a loro nascosta per così tanto tempo.

Con l’acquisto della tenuta, situata a nord ovest di Eindhoven, il Comune intende promuovere il collegamento tra parchi e spazi pubblici circostanti. Ad esempio, è prevista una grande City Forest, situata tra il Boschdijk, l’Anthony Fokkerweg, il Canale Beatrix e l’Elburglaan, con un collegamento al Parco Nazionale di Van Gogh. Le strutture esistenti all’interno dell’area come De Grote Beek, De Herdgang (PSV) e Philips Fruittuin sono già noti punti di riferimento, ma il Comune vuole migliorare i collegamenti per pedoni e ciclisti. Tutto quanto allo scopo di creare una grande area naturale e ricreativa, paragonabile a Genneper Parks e De Karpen, ma molto più grande. Con la densificazione urbana aumenta il bisogno di spazi verdi pubblici, di natura e acqua. Dopo tutto, il verde e la natura sono i presupposti per una crescita sana della città. Non vi è quindi alcuna intenzione di costruire abitazioni nella proprietà.

De Wielewaal sarà resa pubblica, ma gradualmente. Occorre prima elaborare un piano e stanziare nel bilancio comunale i finanziamenti a lungo termine per la gestione, la manutenzione e la sicurezza. L’immobile deve inoltre essere reso idoneo all’accesso del pubblico. L’attuale proprietario continuerà a occupare la tenuta per i prossimi tre anni, permettendo un graduale passaggio di consegne. Sono già molti i partner che hanno garantito il proprio contributo: Brabants Landschap, Natuurmonumenten, Coöperatie Brainport Park, VDL Groep e PSV.

Il cuore della rassegna annuale “Rotterdam Architecture Month” atterra sul tetto dell’Het Nieuwe Instituut

Read More

Un’imponente installazione a grande altezza progettata dagli architetti del rinomato studio MVRDV

Si tratta di un nuovo podio temporaneo da cui osservare la città, collocato all’ultimo piano dell’Het Nieuwe Instituut dal nome ’Het Podium’ dove si terranno eventi di architettura durante tutto il mese di giugno Si potrà raggiugere ‘Het Podium’ gratuitamente in ascensore oppure salendo la gigantesca scala color rosa neon lungo la facciata dell’istituto.

La nuova installazione rosa neon è stata progettata dagli architetti dello studio MVRDV e offre ai visitatori del RA Maand un’opportunità unica per vivere l’architettura, la città, il Museumpark e l’edificio che ospita l’Het Nieuwe Instituut da una prospettiva completamente nuova. Passato il mese di giugno ‘Het Podium’ rimarrà fino al 17 agosto per ospitare altre attività culturali.

Non è la prima volta che MRDV sposta la prospettiva verso l’alto: nel 2017 aveva posizionato una gigantesca scalinata sulla Stationsplein di Rotterdam, per celebrare i 75 anni di ricostruzione della città; nel 2022 la passeggiata panoramica Rotterdam Rooftop Walk, che corre sopra il centro di Rotterdam, è disegnata anch’essa da MVRDV.

 

Il Mese dell’architettura

RA Maand inizierà ufficialmente il 1 giugno 2022 con una cerimonia sull’Het Podium, centrata sulla conferenza di un architetto di fama internazionale. Il festival seguirà con un intenso programma di seminari, presentazioni, talk-show, film, tour e mostre sull’architettura. La mostra principale di RA Maand s’intitola ‘t Huis’ (a casa) e si colloca nella Galleria 1 del dell’Het Nieuwe Instituut.

Il mese dedicato all’architettura si svolge a giugno di ogni anno e sceglie ad ogni edizione un nuovo luogo per il cuore del Festival.  È il luogo dove il potere dell’architettura e del design si presentano e si rinnovano in relazione a questioni sociali urgenti. RA Month evidenzia il significato del potere del design in una città che cambia e incoraggia l’incontro e lo scambio di conoscenze tra i visitatori, le istituzioni educative e il settore del design. Oltre 80 partner hanno già aderito a RA Month. Rotterdam Architecture Month è un’iniziativa di AIR, Architecture Institute Rotterdam, Rotterdam Festivals e Rotterdam Partners.

Het Nieuwe Instituut è l’istituto nazionale olandese di architettura, design e cultura digitale: dispone di una varietà di spazi espositivi, uno shop, un caffè, una sala studio e una biblioteca, un auditorium, spazi educativi e un giardino. Contiene una delle più grandi collezioni architettoniche del mondo.

 

Het Nieuwe Instituut

Museumark 25

3015 CB Rotterdam

https://hetpodium.hetnieuweinstituut.nl/en

 

Rotterdam Architecture Month

https://rotterdamarchitectuurmaand.nl/en/

Brighton come non l’hai mai vista

Read More

Cose insolite da fare a Brigthon

Il Brighton Pavilion è imperdibile in tutti i sensi: questo sfarzoso e opulento palazzo di ispirazione indiana fu costruito nel 1700 da un giovane principe Giorgio – che in seguito divenne re – come rifugio per evadere dal suo stile di vita londinese. Oggi i visitatori si radunano nei suoi interni ricoperti d’oro e dipinti a mano, ma il suo giardino è altrettanto glorioso e molto più tranquillo, pieno di piante esotiche e follie architettoniche. The Mindful Garden, un nuovo audio tour, ti racconterà i dettagli nascosti che i visitatori raramente individuano e riporterà in vita la storia di questo idillio.

La torre panoramica British Airways i360  è un’icona del lungomare di Brighton. Si tratta di una piattaforma alta 162 metri con vista panoramica sulla costa e sulla campagna dei South Downs. La sua piattaforma di osservazione è spettacolare ma  Tower Top Climb ti porterà ancora più lontano: fino a un livello ulteriore all’aperto, proprio in cima alla struttura. Questa è una nuova opportunità da vivere a Brighton e i posti disponibili per viverla sono limitati quindi potrai essere tra le pochissime persone che si sono avventurate fino a questo punto! Nel frattempo, all’interno della capsula di osservazione, potrai vivere sessioni di yoga al tramonto e cene pop-up danno una nuova svolta a questo punto di riferimento.

Sempre sul lungomare, Sea Lanes aprirà a primavera, combinando insieme una piscina di 50 metri con sessioni di fitness all’aperto, un accogliente bar sulla spiaggia e lezioni di nuoto in acque libere. Ma non è l’unica aggiunta bizzarra che ti porterà verso il Brighton Palace Pier lungo la costa: sapevi che c’è anche una sauna sulla spiaggia? Inoltre, potrai approfittare di una zip line sull’acqua e persino lezioni di pattinaggio sul lungomare. Fuori dall’acqua, Lagoon Watersports offre emozionanti safari in moto d’acqua, mentre Channel Diving organizza escursioni subacquee per ammirare relitti al largo di Brighton Marina.

Simbolo di inclusione, Brighton è rinomata per la sua fiorente scena LGBTQ+, con una vivace vita notturna ed eventi Pride da non perdere in estate. Quest’anno segnerà il trentesimo anniversario del Brighton Pride, quindi aspetta con impazienza la Pride Parade che riempirà le strade di musica, balli e un arcobaleno di carri allegorici, prima di ascoltare musica dal vivo in abbondanza durante il festival Fabuloso (6–8 agosto). Anche in tempi lontani dalle celebrazioni del Pride, Brighton sa come fare festa, sia con i Silent Disco walking tours, che con un minigolf al buio o con un cocktail nelle grotte del Tempest InnThe Electric Arcade serve birre artigianali e porta il cabaret sul palco, mentre Brighton Food Tours ti porterà nei ristoranti indipendenti e in cerca di cibo di strada in città.

Ti piace andare in bicicletta? Esplora Brighton e i suoi dintorni usando la pista ciclabile Living Coast, con percorsi per tutte le abilità. Per chi cerca la solitudine, i giardini segreti e i laboratori artigianali di One Garden sono la scelta ottimale: tra le loro proposte ci sono anche sessioni per imparare a coltivare le verdure in casa. Oppure, se ti senti coraggioso, partecipa a un tour notturno delle Lanes per cercare fantasmi nei vicoli storici. Se sei appassionato di calcio e viaggerai a luglio, non perderti UEFA Women’s EURO 2022: Brighton ospiterà due partite della fase a gironi e una dei quarti di finale (11, 15 e 20 luglio).

La Rampion Wind Farm è un parco eolico ed è un tesoro nascosto in bella vista. Le sue enormi turbine off-shore sono visibili lungo tutta la costa di Brighton, ma poche persone si rendono conto di poterle ammirare durante una gita in barca. Le crociere di Brighton Diver si avventurano in questo maestoso paesaggio marino, una delizia sia per chi ama il vivere il mare che per gli appassionati di ingegneria. Di ritorno sulla terraferma, il centro visitatori, accanto alla torre della British Airways, ti racconterà l’impressionante tecnologia dietro questo parco eolico.

 

Luoghi insoliti dove dormire a Brighton

Gli amanti della musica spalanchino occhi e orecchie! Dalla sala rockabilly con il suo jukebox, alle suite a tema Dolly Parton e David Bowie, Hotel Pelirocco offre un soggiorno con una grande dose di rock-and-roll. Per una vacanza con un tocco seducente, dai un’occhiata ai suoi boudoir per soli adulti: ognuno prende il nome da una sexy pin-up. L’hotel è anche accessibile ai disabili.

Quando Artists Residence ha dato libero sfogo ai creativi locali per decorare le sue stanze, si sapeva che il risultato sarebbe stato unico. L’arte si manifesta in modo grandioso, con stampe, sculture e murales in edizione limitata in ogni angolo, mentre i mobili vintage e la calda accoglienza fanno sentire i viaggiatori più come a casa che dentro una galleria.

One Broad Street si trova a pochi passi dalla spiaggia di Brighton, con tanta luce che si riversa nelle sue camere e suite in stile loft di New York. Pensa alle pareti in mattoni rossi a vista, al legno di recupero e alle morbide poltrone in pelle, oltre ai mini-angoli cottura per fare colazione. Per una vista in prima fila sul mare, prenotate i Drakes of Brighton: le sue camere doppie “Yin Yang” hanno anche vasche da bagno con vista sulle onde.

 

Dove mangiare in luoghi insoliti a Brighton

Proud Cabaret non è solo un ristorante raffinato ma anche un ambientato in una sala da ballo glamour, dove artisti di burlesque, drag queen e acrobati ti lasceranno a bocca aperta. Vivrai una serata abbagliante e audace, con tanto di assaggio della pura essenza di Brighton: dall’atmosfera inclusiva agli ingredienti di provenienza locale nel tuo piatto.

Ottimo cibo, compagnia vivace e tante risate: questo è ciò che riserva il Komedia, il comedy club e ristorante di Brighton. Ogni venerdì e sabato ospita stand-up show e nuovi talenti, mentre i giorni feriali sono dedicati a musica dal vivo, spettacoli teatrali e alla narrazione, il tutto mentre assapori nachos, hamburger e Philly cheesesteak. Per altri spettacoli dal vivo e brunch senza fondo, dai un’occhiata a The Mesmerist, nascosto nei vicoli contorti delle Lanes.

“Gentile con l’ambiente e buono per l’anima”: questo è il motto di Kindling, il cui approvvigionamento stagionale di provenienza dal Sussex è valso il riconoscimento della Guida Michelin. Sebbene il menu cambi regolarmente, i piatti più gettonati includono carne di cervo alla brace, nasello della costa meridionale alla griglia e sedano rapa al sale con nocciole.

 

Come arrivare e come muoversi

Brighton è a soli 30 minuti di treno dall’aeroporto di Gatwick, il secondo hub aereo più trafficato della Gran Bretagna, che serve destinazioni nazionali e internazionali. Ci sono anche treni diretti da London Victoria (un’ora) e London Blackfriars (un’ora e 15 minuti) e collegamenti ferroviari regolari con le città lungo la costa meridionale dell’Inghilterra.

Grazie alle sue dimensioni ridotte, Brighton è facile da girare a piedi o in bicicletta, con BTN BikeShare che fornisce biciclette a noleggio in tutta la città. Per i viaggi più lunghi, la rete Brighton & Hove bus è ampia e accessibile alle persone su sedia a rotelle. Dalla stazione ferroviaria, ci vogliono solo 10-15 minuti per raggiungere a piedi il lungomare.

A causa del Covid-19 potrebbero essere in vigore alcune restrizioni sui viaggi da e verso la Gran Bretagna. Controlla sempre i singoli siti Web per le informazioni più aggiornate, poiché i dettagli sono soggetti a modifiche.

Liverpool come non l’hai mai vista

Read More

Come scoprire il lato insolito di Liverpool

Cose insolite da fare a Liverpool

Liverpool si presenta spesso attraverso la sua interessante storia: dai monumenti marittimi dell’Albert Dock, ai cimeli musicali del Cavern Quarter, dove i Beatles hanno suonato per la prima volta. C’è molto di più in questa città di quanto sembri a prima vista. I tour dei Mersey Tunnels ti porteranno in profondità nel sistema di trasporto sotterraneo di Liverpool, in un labirinto nascosto di passaggi in cui nemmeno la maggior parte della gente del posto ha messo piede. Inoltre, la Lutyens’ Crypt è uno spazio spirituale segreto: le origini misteriose di un grande luogo di culto incompiuto, un gioiello architettonico incastonato sotto la cattedrale metropolitana di Liverpool.

Liverpudlian sono conosciuti per il loro calore e arguzia, il che rende le loro visite guidate ancora più coinvolgenti. City Unscripted ti abbinerà a una persona del posto, che ti mostrerà i luoghi, i ristoranti e l’arte di strada che non avresti mai visto con una guida tradizionale. La città offre numerosi tour a piedi insoliti, dalle gite di caccia ai fantasmi con Shiverpool ai tour dedicati alla birra artigianale con Liverpool Brewery Tours. Per qualcosa di più energico, prova la Liverbirds 5km run: accumulerai miglia in un tour di jogging della città, fermandoti per conoscere frammenti di storia e fare foto lungo il percorso. Se hai voglia di qualcosa di più veloce, partecipa a un viaggio in bicicletta con Liverpool Cycle Tours o sfreccia attraverso i moli del Liverpool Watersports Centre. Oltre ai normali motoscafi, sali a bordo della Wheelyboat per un’esperienza accessibile alle persone su sedia a rotelle.

La tanto attesa Shakespeare North Playhouse aprirà a Prescot quest’estate, dando un nuovo spazio alle opere del Bardo con tecnologia all’avanguardia e attori di primo piano. Inoltre, non perderti il River of Light Trail 2022 (21 ottobre – 6 novembre), un percorso artistico illuminato sul lungomare di Liverpool, con display laser, sculture interattive e tunnel di luce abbagliante. Alla St George’s Hall, The History Whisperer è un nuovo tour coinvolgente, che combina la narrazione, musica e realtà aumentata: un modo all’avanguardia per esplorare una delle sale da concerto preferite della Regina Vittoria.

In alternativa, esplora il forte legame di Liverpool con la cultura tra le rovine fatiscenti della chiesa di San Luca. Distrutta dalle bombe durante la Seconda Guerra mondiale, ora è stata trasformata in un teatro unico, che ospita cabaret, cinema, rappresentazioni teatrali e concerti in abbondanza. A nord, a circa 20 minuti di treno dalla città, si trova Crosby Beach, dove le sculture ” Another Place ” di Anthony Gormley si affacciano in modo toccante sul mare. Accanto a una gradita dose di fresca aria di mare, prova a fermarti al tramonto per una foto davvero degna di nota.

 

Posti insoliti dove dormire a Liverpool

Accogliente rifugio a conduzione familiare nel centro di Liverpool, 2 Blackburne Terrace ha solo quattro suite e sono tutte dei veri tesori. Pensa ai bagni con vasche importanti con vista sulla città, ai bei mobili antichi e alle fresche lenzuola in cotone egiziano. Meglio ancora, i tuoi padroni di casa Sarah e Glenn hanno una vasta conoscenza della città e sono sempre felici di condividere le loro informazioni.

Lock and Key  lascia spesso i propri clienti in estasi, grazie al suo stile intimo e all’arredamento accattivante e giocoso. Ognuna delle sue 14 camere è unica, ma tutte sono accomunate dalla loro carta da parati abbagliante, poltrone in velluto e bagni in marmo elegante. Alcuni hanno persino i propri carrelli per I drink. Al piano di sotto c’è un elegante ristorante in stile bistrot.

 

Dove mangiare in luoghi insoliti a Liverpool

Dal piccante pad Thai e hamburger che sanno farsi ricordare, al pollo fritto succoso e code di aragosta alla griglia, l’eclettico cibo di strada del Baltic Market è delizioso da leccarsi i baffi. Per quanto riguarda le bevande, pensa a granite al gin, birre artigianali e caffè (o martini espresso, se preferisci): un ottimo abbinamento con la sua musica dal vivo e le serate comiche.

Il menu tutto vegano del The Vibe Cafe può incuriosire anche l’onnivoro più devoto: pensa a colazioni vegetariane, abbondanti cene a base di arrosti e ciotole di nachos piene di guacamole, salsa e jackfruit [GM1] affumicato. È un locale accogliente a conduzione familiare: l’ideale se stai cenando con amici vegetariani o semplicemente vuoi provare qualcosa di fresco ed eccitante.

Barnacle, una nuova brasserie nel Duke Street Market, offre un tocco gastronomico a cinque stelle con I propri granchi, vongole, carni, formaggi e verdure provenienti dai produttori vicini. Per cocktail latini e tè pomeridiano a tema samba, dai un’occhiata ad Alma de Cuba: è ambientato in una bellissima chiesa sconsacrata. In alternativa, indossa il berretto e l’orologio da taschino e punta al Peaky Blinders pub: un “beermonger” in stile anni ’20 che si trova nel Cains Brewery Village. Ovviamente è ispirato alla serie TV di successo.

 

Come arrivare e come muoversi

Il John Lennon Airport di Liverpool è servito dalle principali compagnie aeree nazionali e internazionali.  I collegamenti ferroviari sono molti e ci sono treni veloci e regolari che collegano diverse città importanti. Da Londra, il servizio più veloce impiega solo due ore e 12 minuti, mentre Manchester è a meno di un’ora di distanza.

Prendere il Mersey Ferry è un modo per godere di fantastiche vedute della città. Liverpool ha una vasta rete di treni e autobus, con accesso per lo più senza gradini. CityBike offre opzioni di noleggio sia per bici elettriche che a pedali e ci sono piste ciclabili o corsie dedicate in tutta la città.

A causa del Covid-19 potrebbero essere in vigore alcune restrizioni sui viaggi da e verso la Gran Bretagna. Controlla sempre i singoli siti Web per le informazioni più aggiornate, poiché i dettagli sono soggetti a modifiche.

 

 

Cardiff come non l’hai mai vista

Read More

Cose uniche da fare a Cardiff

Mentre sarai alla ricerca di antichi servizi da tè, articoli vintage e gli eclettici cimeli da Jacob’s Market, prova a pensare che la maggior parte dei suoi tesori sia più vecchio della stessa Cardiff, intesa come capitale del Galles. La città ha assunto il ruolo istituzionale solo 67 anni fa e da allora non ha smesso di reinventarsi. In una stradina del centro città, Jacob’s occupa un vecchio isolato di mattoni rossi, una reliquia del passato industriale di Cardiff: dall’esterno, non diresti mai che è pieno di curiosità da acquistare, dalle spade dei samurai ai fumetti rari.

 

Cardiff vanta innumerevoli tesori nascosti, molti dei quali sono in bella vista. Tra i negozi di grandi marche si trovano le porte di sette gallerie commerciali vittoriane ed edoardiane, piene di boutique indipendenti, ristoranti e caffè. Entra e troverai un labirinto di spazi splendidamente restaurati, sede del negozio di dischi più antico del mondo, un emporio di abbigliamento retrò, una panetteria dove cercare le Welshcake e molto altro. E non si tratta solo di shopping: che tu stia imparando la latte art (ovvero come decorare un cappuccino con disegni vari) in un laboratorio di Waterloo Tea o giocando ai videogiochi della vecchia scuola presso The Arcade Vaults, ci sono molte cose bizzarre da fare. Nelle vicinanze, Depot occupa un magazzino dismesso e ospita mercati alimentari, musica dal vivo e divertenti serate di “Bingo Lingo”.

Vicino al Principality Stadium – casa del rugby gallese – i cui tour della si svolgono quasi tutti i giorni, troverai il Castello di Cardiff con le sue diverse migliaia di anni di storia da scoprire. Dai sontuosi interni vittoriani a un’alta torre dell’orologio, c’è così tanto da vedere, ma solo i suoi tour tematici ti porteranno in angoli raramente calpestati dai piedi dei visitatori. Forse affronterai una spettrale ghost walk, o esplorerai le sue numerose location cinematografiche, per vedere dove sono stati girati Doctor WhoSherlock e Torchwood.

Il castello è anche il punto d’incontro del Cosmopolitan Cardiff Food Tour, che ti porterà nelle migliori gastronomie, ristoranti e caffè indipendenti della città, il tutto in compagnia di un’amichevole guida locale. Imparerai anche un po’ di gallese lungo la strada. Se hai voglia di creare, partecipa a un corso di ceramica con i Cardiff Pottery Workshops. Per una scarica di adrenalina in più, prova il rafting al CIWW, che organizza anche lezioni di canoa, kayak e surf indoor.

Per decenni, Cardiff Bay è stata poco più di una grintosa banchina portuale ma, man mano che la città è cresciuta, anche il fascino di questa zona è aumentato. Ora è un hub per ristoranti, vita notturna e cultura, sede del Wales Millennium Centre e Techniquest, con il nuovo mercato del cibo di strada Teras che aprirà anche questo maggio. Ma poche persone si rendono conto che la baia ha anche una riserva naturale: un paradiso lussureggiante per uccelli e, allo stesso modo, cercatori di solitudine. È un posto tranquillo per passeggiare, ma una sessione di paddleboarding con SUP Cardiff ti porterà ancora più lontano. Oppure, esplora la costa con un tour in motoscafo con Bay Island Voyages, avventurandoti a Flat Holm, un’isola raramente visitata, ricca di fauna e storia.

Posti insoliti dove dormire a Cardiff

I proprietari del Lincoln House Hotel hanno trasformato la loro casa in un lussuoso B&B, offrendo pernottamento e colazione con standard elevatissimi. Aspettati letti a baldacchino, cibo di provenienza locale e arredi di ispirazione vittoriana, mentre i tuoi padroni di casa saranno lieti di organizzare tutto, dalle prenotazioni per la cena ai biglietti per il teatro.

Sebbene sia a sole sei miglia (10 km) dalla città, Lodge on the Lake è il posto giusto per godersi della sana solitudine. Questo gruppo di bungalow si trova sulle rive dei laghi Cefn Mably, una zona rinomata per la pesca, il ciclismo e le passeggiate, il tutto a breve distanza dalla Cefn Mably Farm. Dalla colazione sul balcone con vista lago, all’osservazione delle stelle dalla tua vasca idromassaggio privata, ogni giorno può portare una nuova avventura.

Con il suo mercato agricolo e gastronomico e le bellissime rovine del castello, Cowbridge è piena di fascino gallese. La particolare cittadina si trova a 35 minuti di autobus da Cardiff e il The Bear Hotel si trova proprio sulla sua vivace strada principale. Risalente al XII secolo, è ricco di caratteristiche originali, con accoglienti caminetti e soffitti con travi a vista, ma le camere sono moderne e luminose. Nelle vicinanze, Hensol Castle ospita una micro-distilleria, dove puoi persino miscelare e imbottigliare il tuo gin.

 

Dove cenare in modo insolito a Cardiff

La città ha vanta una generosa quantità di ingredienti a portata di mano, dal manzo biologico allevato nella Vale of Glamorgan, al granchio, all’aragosta e alle capesante appena pescati. Il cibo gallese viene servito con orgoglio in tutta Cardiff, sia come proposta di strada al Riverside Market, che si tiene di fronte al Principality Stadium ogni domenica, sia come cucina raffinata al ristorante Nook, consigliato dalla Guida Michelin.

Capace di rendere la cucina gourmet in un qualcosa capace di fare del bene, The Clink Restaurant fa parte di un pluripremiato programma di riabilitazione che coinvolge i prigionieri dell’HMP Cardiff. Il loro lavoro contribuisce alla formazione per le qualifiche nel settore della ristorazione e della cucina, producendo piatti e tè pomeridiani di alta qualità. Questo è molto più che una cena: è l’occasione per far parte di qualcosa che cambia la vita.

Per un drink serale, vai da Gin and Juice, che ha oltre 350 gin nel menu, il tutto abbinato ad acque toniche di alta qualità. Oltre alle note di degustazione nel menu, i mixologist hanno una conoscenza enciclopedica e possono consigliare una bevanda da provare. Nel frattempo, i cocktail di The Dead Canary sono ispirati ai draghi (le leggende gallesi ne sono piene), con liquori esotici e sapori infuocati in abbondanza.

 

Come arrivare e come muoversi

L’aeroporto di Cardiff è lo snodo dei viaggi internazionali del Galles ed è a soli 35 minuti di treno dal centro della città. Se viaggi da Londra, i servizi più veloci impiegano circa due ore (partendo dalla stazione di Paddington), sebbene anche i collegamenti ferroviari con Bristol, Bath e Birmingham siano rapidi e regolari. I servizi di autobus collegano anche Cardiff con varie città britanniche, inclusa Londra. Bristol è il principale aeroporto vicino a Cardiff da tener presente viaggiando dall’Italia.

La città è molto facile da percorrere a piedi, anche se ci vogliono circa 30-40 minuti per raggiungere Caridiff Bay a piedi dal, quindi potresti prendere in considerazione la possibilità di prendere il treno (4 minuti) o il Baycar busCardiff Boat Tours gestisce anche una regolare navetta in traghetto tra le due aree.

A causa del Covid-19 potrebbero essere in vigore alcune restrizioni sui viaggi da e verso la Gran Bretagna. Controlla sempre i singoli siti Web per le informazioni più aggiornate, poiché i dettagli sono soggetti a modifiche.