Sesso all’aperto: il sondaggio globale di LELO

Read More

Oltre 10 mila persone da tutto il mondo hanno risposto al sondaggio condividendo le proprie preferenze quando si parla di sesso all’aria aperta. Gli italiani amano fare sesso in macchina (95%) e sulla spiaggia (72%).  

 

Parlare di sesso e numeri è sempre una combinazione vincente, la curiosità ci spinge a cercare paragoni con gli altri e a indagare le abitudini sessuali di tutto il mondo. Ora che – a poco a poco – si sta ricominciando a uscire di casa e a fare attività all’aperto LELO, brand leader nel settore dei sex toy e amante dei sondaggi, ha fatto qualche domanda a più di 10 mila persone per scoprire le loro abitudini quando si parla di sesso en plein air.

 

A livello globale, l’89% dei partecipanti ha dichiarato di avere avuto almeno un rapporto sessuale in macchina e il 23% di questi è di età compresa tra i 31 e i 40 anni. L’Italia si aggiudica il primo posto con il 95% di risposte affermative, seguita dagli Stati Uniti (93%), terzo posto del podio alla Francia con l’82%. 

 

Più della metà degli intervistati (56%) ha fatto sesso sulla spiaggia almeno una volta nella loro vita. Anche in questo caso gli italiani si aggiudicano il primato, con il 72% di amanti del sesso sulla spiaggia, seguiti dagli spagnoli (69%).

 

I partecipanti al sondaggio di LELO, ancora più del sesso sulla spiaggia preferiscono il sesso in piscina: il 70% di questi ha infatti provato l’esperienza del sesso in piscina, particolarmente apprezzato dai fan di LELO americani. 

 

All’interno del sondaggio non poteva mancare la domanda sul sesso nei parchi: il 54% dei partecipanti ha avuto un incontro piccante sul prato di un parco. In questo caso sono i Britannici a guidare la classifica con il 60%, seguiti dagli olandesi, americani e francesi.

 

La categoria più interessante e che ha rivelato più sorprese è quella degli amanti del sesso ad alta quota. A livello globale solo il 9,4% dei partecipanti ha fatto sesso in aereo ma quello che è interessante notare è che di questi, il 27% ha un’età compresa tra i 41 e i 50 anni e il 24% tra i 51 e i 60. A quanto pare i millennial sono meno avventurosi dei più agé. 

 

Quando si parla di sesso all’aperto la maggior parte dei rispondenti non si fa certo trovare impreparata portando sempre con sé preservativi e un telo da mettere a terra. Tra i Paesi intervistati, il Regno Unito è quello più spontaneo, il 29% dei britannici ha infatti dichiarato di essersi fatto spesso trasportare dal momento.

 

Altro risultato curioso è rappresentato dal fatto che oltre il 50% dei partecipanti non ha preferenze per quanto riguarda la stagione per fare sesso all’aperto e circa il 60% non ha preferenze per il momento della giornata – questo è quello che si dice vivere il momento! 

 

Infine, la domanda forse più importante tra tutte: perché piace così tanto fare sesso all’aperto? Secondo la maggioranza dei partecipanti è per una questione di emozioni e adrenalina, parere con cui concorda il 72% degli italiani. Ad ogni modo, se sei il tipo che si fa trasportare dal momento, assicurati di portare sempre una protezione con te. 

 

Scopri il mondo LELO su >> https://www.lelo.com/it

>> https://www.instagram.com/lelo_official/

>> https://www.facebook.com/LELO.Official/ 

 

Ecco alcune esperienze storiche in Svizzera

Read More

Castello degli Asburgo, regione Argovia © Aargau Tourismus / Michel Jaussi

Le origini della Svizzera risalgono al XIII secolo. La sua storia è varia e sorprendente. Questo vale anche per gli Asburgo, che hanno modellato la storia dell’Europa come nessun’altra famiglia nobile. In Svizzera, gli edifici feudali, come il loro castello principale degli Asburgo, ci ricordano il loro dominio. Molti altri castelli e palazzi con giardini romantici, bastioni ventosi e splendide sale per cavalieri ti invitano ad immergerti nella vita quotidiana di quel tempo.  

Sentiero degli Asburgo (Argovia)

La splendida ascesa degli Asburgo iniziò nella regione Argovia nel Medioevo – in seguito governarono un intero impero. Il suo quartier generale, il Castello degli Asburgo, è una fermata sulla via degli Asburgo. Il sentiero degli Asburgo conduce attraverso l’Aargau; Qui, gli ospiti possono conoscere meglio l’affascinante storia degli Asburgo in impressionanti luoghi originali. In tre fasi giornaliere, gli stand di informazioni situati sui cartelli raccontano storie emozionanti sui nobili Asburgo e sulla vita della gente comune a quel tempo. www.myswitzerland.com/de-de/erlebnisse/habsburger-weg-auf-den-spuren-der-habsburger-wandern/

Cattedrale di San Nicola (Regione di Friburgo)

La Cattedrale di San Nicola, costruita tra il 1283 e il 1490, è un capolavoro gotico. La torre della cattedrale di 74 metri domina il centro storico medievale di Friburgo. I visitatori coraggiosi possono salire i 365 gradini e vengono premiati con una vista panoramica sul centro storico medievale. La città di Friburgo si trova nel circuito della Saane ed è considerata una delle città medievali più belle d’Europa. Da quando è stata fondata dai Duchi di Zähringen nel 1157, qui tradizione e innovazione sono state opportunamente combinate. www.myswitzerland.com/de-de/erlebnisse/kathedrale-st-nicolas/

Campo delle legioni romane Vindonissa, Windisch (Argovia)

Vindonissa era un importante accampamento di legioni romane. Nell’odierna Windisch in Argovia, i legionari si sono preparati per le missioni dell’imperatore a Roma circa 2000 anni fa. Situato alla confluenza dei fiumi Aare e Reuss, il campo della legione controllava importanti collegamenti stradali. Sul sentiero del legionario di Vindonissa, i visitatori si immergono nella storia dell’unico campo di legioni della Svizzera. La legione romana viene rianimata in un ambiente suggestivo. Oggi Vindonissa può essere sperimentato e visualizzato in modo interattivo in undici località originali. Il Museo Vindonissa di Brugg offre interessanti spunti sulla storia del campo della legione e le attuali ricerche su di esso. www.myswitzerland.com/de-ch/erlebnisse/legionaerspfad-der-roemer-erlebnispark/

Belle Epoque a Neuchâtel (Giura e Tre Laghi)

Nel tour della città “Neuchâtel à la Belle Epoque”, i visitatori si immergono a Neuchâtel all’inizio del XX secolo e imparano storie emozionanti sulla vita di Neuchâtel 100 anni fa. Il tour della città offre possibilità di sperimentazione interattiva, giocosa e didattica: un ugello trasuda raffinati aromi di cioccolato Suchard e il “Tramoscope”, un tram originale, mostra un’animazione ottica e acustica che riporta i visitatori a quello che un tempo era Neuchâtel. Per finire, si consiglia un viaggio sul piroscafo “Le Neuchâtel” dei primi anni del 20 ° secolo. www.myswitzerland.com/de-de/erlebnisse/neuenburg-zur-zeit-der-belle-epoque/

Città medievale di Gruyères (regione di Friburgo)

Gruyères è una città medievale di libri illustrati e si trova con il suo castello su una piccola collina sopra la Saane. La città storica ha conservato il suo paesaggio medievale e vi invita a passeggiare con i suoi pittoreschi ciottoli. Il castello del 13 ° secolo è ora un museo di otto secoli di architettura, storia e cultura regionali. Sotto il castello di Gruyères si trova il castello di Saint-Germain con un museo speciale, il Museo HR Giger. L’artista svizzero HR Giger (1940-2014) ha vinto l’Oscar per i migliori effetti visivi nel 1980 per aver lavorato al film “Alien”. Il museo è la più grande collezione di opere di HR Giger e comprende quadri, sculture, mobili e set cinematografici che consentono ai visitatori di immergersi nell’affascinante mondo dell’immaginazione. www.myswitzerland.com/de-ch/erlebnisse/mittelalterliche-stadt-gruyeres/

Parco archeologico di Tremona – Castello (Ticino)

A Tremona, un borgo storico sul versante meridionale del Monte San Giorgio, molto vicino a Mendrisio, un gruppo di archeologi ha scoperto i resti di un insediamento montano medievale. Gli scavi possono ora essere visti in un parco archeologico, dove i visitatori possono imparare come sono state costruite le case e in quali condizioni vivevano i sovrani e le persone. Sono disponibili occhiali 3D per scoprire il Parco Archeologico in modo ancora più intenso e realistico. Il parco è aperto fino alla fine di ottobre, dalle 10 alle 18 Il biglietto d’ingresso per gli adulti è di 12 franchi svizzeri (circa 12 euro). www.myswitzerland.com/de-de/erlebnisse/archaeologischer-park-in-tremona-castello/

What are nicotine pouches and why you should know more about them

Read More

Nicotine pouches are really common in Sweden, and basically I found only them. Even if some useful information and the way even to buy nicotine pouches online are avalaible on this site.

I tried my first nicotine pouches on a trip to Stockholm. I already knew that in Sweden smoking is a habit that has basically disappeared thanks to the popularity of snus. Walking through the streets of the capital is very rare to meet someone with a lit cigarette and it is impossible to find an ashtray, so it is almost natural to take nicotine in an alternative way, using snus, like a real Swede!

Once I went into the tobacconist’s shop I noticed that there were a lot of products with a very attractive design on the shelves that had slogans that made it clear that they did not contain tobacco but only nicotine. I bought a few packs of different brands and had the chance to try them out.

I have to admit that even after I came back to use them again because I realized that this type of product really brings many advantages, especially to those who, like me, do not smoke a lot and would like to minimize the use of tobacco.

The first thing I thought when I tried my first nicotine pouch was “burn!” Yes, the release of nicotine in contact with the gum causes a burning that, for beginners, may not be so pleasant. Having tried the nicotine pouch directly in the tobacconist’s shop there were several people present and my reaction provoked in all laughter (without me being offended, of course).

Luckily the Swedes are very friendly people, so much so that one of the customers present at the time in the store immediately reassured me by telling me that it was completely normal to experience that burning. He explained that when you’re not used to using snus or nicotine pouches that burning may seem annoying, but in fact, when you become a more experienced consumer, it’s that burning that is sought after by those who use them because it’s a sign that the nicotine is having an effect and people want to hear it loud and clear.

In reality, the panic has been short-lived. After a few minutes, the stinging decreased in intensity until it disappeared completely to give way to a very pleasant minty taste.

The incredible thing is that I felt really satisfied and had no desire to smoke. This effect lasted for several hours until I decided to take another bag.

Already from the second use the burning was much less traumatic, mainly because I already knew what was waiting for me and, in a way, I wanted to experience that feeling again. I know it sounds weird, but that’s how it is…

Anche la Garden Tomb riapre a Gerusalemme

Read More

 

Dopo il Santo Sepolcro, è ora la volta della riapertura della cosiddetta Tomba del Giardino, luogo incantevole e di grande devozione.

Riaperte anche tutte le chiese della diocesi di Gerusalemme

Il fascino è quello di un giardino raccolto; il significato è quello della devozione soprattutto per il mondo rifomato.

 

Anche la cosiddetta Garden Tomb riapre a Gerusalemme dopo il Santo Sepolcro.

 

“Si tratta di un luogo irrinunciabile per la devozione della cristianità tutta e la riapertua di esso è un altro esempio di grande attenzione verso lo spirito religioso che fa confluire il pellegrino di ogni parte del mondo nella meravigliosa Gerusalemme” ha dichiarano Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo.

 

 

Image

 

Gerusalemme, the Garden Tomb. Per le immagini crediti a Noam Chen

 

Anche la Garden Tomb si inserisce nel processo di riapertura di tutte le chiese della diocesi di Gerusalemme, ufficialmente comunicata da S.E. Pierbattista Pizzaballa, vescovo di Gerusalemme, durante la funzione celebrata lo scorso 31 maggio in occasione della festa della Pentecoste.

 

Il Vescovo Pizzaballa, come da tradizione, ha scelto di  celebrare la festa di Pentecoste all’interno della Basilica della Dormizione, ubicata a pochi metri dal Cenacolo che identifca il luogo di riunione dei discepoli al momento della nascita della festa di Pentecoste.

 

 

Image

 

La Basilica della Dormizione di Gerusalemme

Crediti a Nam Chen, Israel Ministry of Tourism

 

Per consultare il sito del Patriarcato Latino di Gerusalemme, clicca qui.

Why Nicotine Pouches are now really interesting

Read More

There is a really nice and suggesting thing coming from Sweden that I would share with you. There are a lots of useful informations about nicotine pouches on this site, but I will summarize you something to start.

Nicotine pouch could be quickly explained to other people as “nicotine bag”. They are sold inside boxes of different shapes, in most cases round, and within each package there are about twenty or so.

The nicotine pouches are sachets containing nicotine salts and aromas that are used by placing the sachet between the upper lip and the gum in that sort of compartment that we have under the nostrils, above the canines.

In this way the nicotine is absorbed through the gum and enters the circulation in a very different way compared to cigarettes. Just think that when you smoke a cigarette your body absorbs and gets all the nicotine into your bloodstream within 5 minutes of smoking. That’s why hardcore smokers need to light one cigarette after another, to keep the nicotine level in their bloodstream high.

In the case of nicotine pouches, on the other hand, nicotine is absorbed much more slowly but steadily for about 20 minutes, half an hour.

Nicotine pouches are products that come from Northern Europe but are now widely used in many other countries of our continent and are enjoying enormous success in the United States.

Initially, nicotine pouches were produced by companies specializing in the production of snus, located in Sweden, Norway or Denmark.

As for use: in this way you can use nicotine everywhere. It is very pleasant to enjoy the effect of nicotine during a train journey or after dinner without having to get up to leave the restaurant.

Another aspect of the product is the aroma. It is really nice to always have fresh breath and a pleasant minty aroma on the palate, it almost feels like you have just brushed your teeth every time you use it.

Musei e attrazioni si stanno aprendo in Norvegia

Read More

Borgund Stave Church. Foto: Sverre Hjørnevik – www.fjordnorway.com

Dal 15 giugno, i paesi nordici hanno deciso di riaprire i loro confini per consentire il viaggio tra i paesi. Ciò non si applica alla Svezia, ad eccezione dell’isola di Gotland. Ciò significa che la quarantena all’arrivo e le restrizioni di ingresso non si applicheranno più ai viaggi tra Norvegia e Danimarca, Finlandia, Islanda, Isole Faroe, Groenlandia, Åland e isola di Gotland in Svezia.

Poiché la situazione COVID-19 sta migliorando in Norvegia, si stanno gradualmente aprendo ristoranti, bar, hotel, piscine, ecc. Vediamo anche che sempre più attrazioni e musei in Norvegia si sono aperti o stanno pianificando di farlo.

Ecco un elenco di alcune delle attrazioni e della riapertura dei musei in Norvegia. Troverai anche di più su www.visitnorway.com , dove puoi anche trovare aggiornamenti sui consigli di viaggio attuali .

POLARIA , Tromsø (aperto il 6 giugno)

Polaria è un centro di esperienza artica per tutta la famiglia e uno dei due luoghi in Europa dove puoi vedere da vicino il sigillo barbuto da vicino. Guarda, senti, sperimenta e capisci perché la vita nel mare e la vita sulla terra dipendono interamente l’una dall’altra.

MUNCH , Oslo (aperto il 15 giugno)

Il nuovo MUNCH si aprirà nell’autunno 2020, ma puoi ancora sperimentare molte opere d’arte di Edvard Munch nel “vecchio” museo. Il 15 giugno il museo aprirà due nuove mostre, “Yonder – Edvard Munch and Nature”, e “The Experimental Self – Edvard Munch’s Photography”.

CATTEDRALE DI NIDAROS , Trondheim (aperto il 15 maggio)

La Cattedrale di Nidaros è la cattedrale medievale più settentrionale del mondo e il santuario della Norvegia.
La cattedrale è la tomba della chiesa di Sant’Olav, patrono della Norvegia. Inoltre, è una delle principali destinazioni storiche d’Europa e nella chiesa si svolgono incoronazioni e benedizioni reali.

NOBEL PEACE CENTRE , Oslo (aperto il 20 giugno)
Dal 20 giugno, i visitatori potranno rivivere l’emozionante storia di Alfred Nobel e dei vincitori del premio per la pace al Nobel Peace Canter. Con l’apertura, il centro introdurrà una nuova esperienza per tutta la famiglia: “The Nobel Mystery – The Hunt for Alfred Nobel’s Will”.

BIBLIOTECA DI DEICHMAN , Oslo (apertura 18 giugno)
Deichman Bjørvika è una nuova biblioteca che aprirà le sue porte il 18 giugno. È un edificio architettonicamente eccitante ed è la biblioteca principale di Oslo, situata in posizione centrale tra la stazione centrale di Oslo e il Teatro dell’Opera.
La biblioteca è aperta a tutti e troverai sei piani che contengono letteratura, aree di lettura e studio, palcoscenici, cinema e workshop, oltre a un ristorante di prim’ordine e un bar.

MAIHAUGEN , Lillehammer (aperto il 12 giugno)

Dai un’occhiata alle case storiche! Al Museo all’aperto di Maihaugen ci sono più di 200 case histroric dal 13 ° secolo ad oggi, che mostrano come le persone hanno vissuto nel corso dei secoli. Il museo offre molte attività per i bambini e gli animali della fattoria vagano per i terreni.

FLØIBANEN FUNICULAR , Bergen (aperto il 20 aprile)
La funicolare Fløibanen a Bergen è una delle attrazioni più famose della Norvegia. Fløibanen si trova nel cuore di Bergen, a 150 metri dal mercato del pesce e dal molo di Bryggen. Il viaggio fino al Monte Fløyen (320 metri sul livello del mare) dura circa 5 – 8 minuti. Da Fløyen hai una fantastica vista su Bergen e sulla zona circostante.

LOFOTR VIKING MUSEUM , Borg in Lofoten (aperto il 1 giugno)
Incontra i Vichinghi! La casa più grande del mondo dei Vichinghi fu trovata e scavata a Borg nell’isola delle Lofoten. Una ricostruzione su vasta scala della longhouse e dei dintorni è stata costruita. Vieni ad annusare il catrame, assapora il cibo, senti la storia.

BORGUND STAVE CHURCH , Lærdal (aperto il 1 giugno)
Costruito intorno al 1180 e dedicato all’apostolo Andrea. La chiesa è eccezionalmente ben conservata ed è la chiesa a doghe più caratteristica in Norvegia. Alcune delle sue caratteristiche più belle sono i portali riccamente intagliati e le croci e le antiche sculture di teste di drago sui tetti. Ecco un elenco di tutte le chiese a doghe in Norvegia.

HURTIGRUTEN , Bergen – Kirkenes – Bergen (apertura il 16 giugno)

Hurtigruten naviga su e giù per la costa norvegese dal 1893. I fiordi iconici, la varietà della costa, con meraviglie naturali, villaggi affascinanti, natura selvaggia e storia affascinante, lasceranno tutti senza parole. Dal 16 giugno Hurtigruten riprenderà a navigare con 4 navi su una flotta di 11.

La Norvegia è il luogo dove sperimentare la magica aurora boreale e il sole di mezzanotte sopra il circolo polare artico; visitare i fiordi di fama mondiale circondati da spettacolari montagne e ghiacciai; e nel bel mezzo di paesaggi mozzafiato, goditi il ​​cibo e la cultura gourmet nelle città di Oslo, Trondheim, Stavanger, Bergen e Tromsø.

Per i migliori consigli sulla Norvegia, fare clic su www.visitnorway.com

Royal Ascot At Home

Read More

Royal Ascot At Home è il titolo dell’edizione del 2020 di Royal Ascot Race, che quest’anno si terrà a porte chiuse e trasmesso in televisione dal 16 al 20 giugno, per permettere agli appassionati di tutto il mondo di partecipare a questo immancabile appuntamento britannico, famoso non solo per l’equitazione ma anche per il dress code che da sempre caratterizza l’evento conferendogli quell’immancabile tocco di british glamour.

L’invito di quest’anno include anche un elemento di social media, cioè quello di indossare abiti dai colori vivaci ed eccentrici cappellini per le signore e eleganti outfit per i signori e partecipare a una delle tradizioni più glamour del festival da casa. Con l’hastag #StyledWithThanks gli spettatori sono invitati a condividere i loro eleganti scatti sui social media. Ai partecipanti è richiesta la donazione di £5 a post per aiutare chi combatte in prima linea contro il COVID-19 e per chi è stato colpito dalla pandemia.

Royal Ascot presenterà 36 gare in cinque giorni, aggiungendone altre sei al programma classico. Un’altra eccitante aggiunta al calendario di quest’anno è la gara di apertura, che vede il ritorno del Buckingham Palace Handicap dopo una pausa di cinque anni. La Regina ha acconsentito a una serie di nomi temporanei per le gare aggiuntive, tra cui la Copper Horse Handicap, intitolata alla statua che ritrae Re Giorgio III a cavallo che segna la fine della lunga passeggiata nel Windsor Great Park.

Nel Regno Unito, tutte le gare saranno trasmesse su Sky Sports Racing, insieme a un’ampia copertura su ITV. A livello globale, l’evento sarà trasmesso in circa 200 paesi e sarà disponibile per oltre 650 milioni di case.

Storia, Tradizioni e la Processione Reale

Le origini di questo sport in Gran Bretagna risalgono al 1100, quando gli stalloni arabi furono portati per la prima volta nel Paese dai cavalieri inglesi di ritorno dalle crociate. Nei secoli seguenti, queste eleganti creature furono allevate con cavalli autoctoni, creando i purosangue che vediamo oggi al galoppo negli ippodromi.

L’ippodromo di Ascot è stato istituito oltre 300 anni fa dalla super fan dei cavalli da corsa la Regina Anna, e da allora ha ricevuto il patrocinio di altri undici monarchi. Alle gare estive è stato assegnato il titolo Reale nel 1911 e da allora Royal Ascot è diventato uno degli eventi sportivi più attesi dell’anno, noto per aver mescolato l’eleganza sartoriale, la galanteria e la tradizione. Sebbene l’abituale pubblico di Ascot sarà assente quest’anno, è facile immaginare lo stand principale affollato – riqualificato tra il 2004 e il 2006 con una spesa di molti milioni di sterline per trasformarlo nel miglior ippodromo del mondo. Con cinque giorni di eventi di altissimo profilo, Royal Ascot è l’apice del calendario delle corse di cavalli britannico e la gara più ambita della nazione, con milioni di sterline di premi in palio.

 

Questo sarà il primo Royal Ascot a cui la Regina non parteciperà durante i suoi 68 anni di regno, in cui ogni giorno di gara è tradizionalmente iniziato in modo veramente regale, con Sua Altezza Reale e altri membri della Famiglia Reale che sfilano lungo la pista in carrozza. Questa Processione Reale ha segnato l’inizio della gara dal 1825, quando Re Giorgio IV vi si recò con quattro carrozze con i membri della Famiglia Reale.

Non solo Ascot

Le corse di cavalli non solo quelle di Ascot. Con ippodromi in tutto il Paese che offrono eventi Racing At Home per il 2020, i fan di questo sport possono aspettarsi un calendario fitto di eventi per divertirsi a porte chiuse. Per informazioni sui prossimi eventi, consultare The Jockey Club.

Luoghi da sogno della Royal London

Read More

Oggi tutti i fan dei Reali che sognano un viaggio in Gran Bretagna, possono avere un assaggio di alcuni dei luoghi regali della Capitale con la nostra illustrazione Royal London! I migliori sarti reali, il negozio di alimentari preferito della Regina e i creatori dell’anello di fidanzamento di Meghan Markle, la nostra mappa interattiva svela istituzioni e Fornitori Reali, rendendola, per ora virtualmente, il luogo perfetto da cui cominciare l’incursione regale.

London's Royal locations illustration. Credit: Nina Cosgrove

Kensington Palace Gardens

Immagina un vasto giardino allietato dal rilassante canto di centinaia di uccelli, una leggera brezza e il ricordo delle Regine britanniche che qui passeggiarono nel corso dei secoli! Abbelliti da aiuole ornamentali e graziose fontane, i Giardini di Kensington Palace furono commissionati dalla Regina Maria e trasformati nel grande parco che vediamo oggi nel 1700 dalla Regina Carolina. Fu a quel punto che il Serpentine Lake, la Broad Walk e lo stagno rotondo furono aggiunti al grande giardino di 242 acri. Invitiamo tutti a godersi un po’ di questa tranquillità reale di fare un tour virtuale di Hyde Park e dei vicini Kensington Palace Gardens.

 

Westminster Abbey

L’ambientazione di ogni incoronazione dal 1066, l’Abbazia di Westminster è uno degli edifici più iconici del Paese. Le sue mura hanno assistito a più di 1.000 anni di tradizione britannica. I fan dei Reali che vorrebbero indossare una corona e uno scettro scintillanti possono farlo virtualmente, mentre ammirano l’Alto Alter, usato come cornice delle incoronazioni, con questo tour online dell’Abbazia di Westminster.

 

St James’s Park

Questo splendido Parco Reale di 57 acri si trova nel cuore di Westminster e ospita The Mall e la Horse Guards Parade. Il Blue Bridge offre viste spettacolari sul parco e la possibilità di ammirare maestosi monumenti tra cui il Queen Victoria Memorial e la statua del Duca di York.

 

Dean Street Townhouse

Questa residenza georgiana fu costruita nel 1732 e divenne la dimora di diverse famiglie aristocratiche, e di Nell Gwynne, l’amante di Re Carlo II. Ora è un boutique hotel (parte dell’esclusivo Soho House Group) e offre ai suoi ospiti stile e comfort tradizionali britannici.

 

Cleave

Situato proprio dietro l’angolo di Buckingham Palace, questo prestigioso gioielliere ha realizzato l’enorme anello di fidanzamento con diamante di Meghan Markle. Gli artigiani di Cleave creano anche decorazioni e medaglie per gli uffici del palazzo, i capi di stato e le istituzioni militari di tutto il mondo.

 

Horse Guards Parade

Pensare a un’immagine che incarna la Londra Reale significa immaginare le Guardie della Regina in uniforme rossa! La Horse Guards Parade si trova appena fuori Whitehall ed è il sito di Trooping the Colour, la cerimonia che celebra il compleanno ufficiale della Regina. Il Museo della Cavalleria descrive in dettaglio la storia e i traguardi della cavalleria, fornendo allo stesso tempo uno sguardo unico dietro le quinte svelando le imprese della Guardia del corpo a cavallo della Regina. Il tour virtuale 3D del museo ti farà scoprire queste importanti tradizioni britanniche.

 

Fortnum & Mason

Con oltre 300 anni di storia incarnati da 12 monarchi britannici e dopo aver ricevuto due riconoscimenti come Royal Warrant, non c’è da meravigliarsi che Fortnum & Mason sia noto come il “droghiere della Regina”! Il grande magazzino è intriso di lusso regale, in ogni angolo del famoso store si gusta una fetta di vita Reale,con le migliori prelibatezze e i cestini di lusso. Si dice che la Regina Elisabetta goda del loro delicato mix Earl Grey ogni mattina! Perché non sfogliare l’intera gamma di prelibatezze di lusso per una Regina?

 

Lock & Co. Hatters

Situato in St James’s Street, Lock & Co.Hatters è il negozio di cappelli più antico del mondo. Famoso per la sua raffinata maestria e il design innovativo, questa azienda a conduzione familiare ha progettato cappelli per Sir Winston Churchill, Oscar Wilde e Jacqueline Kennedy Onassis. A parte chiedersi quale stile di cappello scegliere, perché non dare un’occhiata all’esterno del negozio per un assaggio visivo della tradizione della modisteria britannica.

 

Buckingham Palace

Il più grande dei Palazzi Reali, Buckingham Palace è la residenza Reale ufficiale londinese dei Sovrani del Regno Unito dal 1837. Oggi residenza della Regina Elisabetta II, dove diede alla luce i Principi Carlo e Andrea, Buckingham Palace è spesso al centro di grandi eventi Reali e nazionali. Le State Rooms, un insieme di sale splendidamente decorate, sono state create per intrattenere gli ospiti per visite di Stato, cerimonie e in altre importanti occasioni. In attesa di poterle visitare di nuovo dal vivo, sul sito ufficiale del Palazzo è possibile esplorarne diverse online a 360°, tra cui la Sala del Trono, la White Drawing Room e la Grand Staircase.

 

RHS Chelsea Flower Show

Il 2020 ha visto la Royal Horticultural Society ospitare uno spettacolo di fiori virtuali, celebrando tutte le cose fantasticamente floreali online. L’evento annuale di cinque giorni, famoso in tutto il mondo, ha riunito orticoltori di tutto il mondo per mostrare digitalmente le loro palme, i giardini e le delizie floreali. Per maggiori informazioni sul sito web della RHS.

e

The Crown Jewels at the Tower of London

Custoditi nell’inespugnabile Jewel House della Torre di Londra, il Crown Jewels è una straordinaria collezione di gioielli con 23.578 gemme. Ancora oggi utilizzata nelle Cerimonie Reali, la collezione include corone e decorazioni cerimoniali risalenti al 1600. Coloro che vogliono ammirare la dimora di questi favolosi gioielli storici possono fare il tour online della torre per approfondire il suo passato.

 

Gieves & Hawkes

Questo brand di lusso ha fornito alla famiglia reale i capi più raffinati dal 1809. Detiene tre Warrant e vanta una lunga storia di divise da lavoro per la Royal Navy e l’Esercito Britannico. Il flagship store Gieves & Hawkes si trova nella casa della sartoria su misura, Saville Row, una delle strade più eleganti di Londra.

Passeggiate da sogno lungo l’England Coast Path

Read More

Dalle suggestive scogliere a picco sul mare alle calette sabbiose e ai pittoreschi villaggi di pescatori, la costa inglese è un’oasi di tranquillità per chi sogna i grandi spazi aperti. Gli ambienti costieri e marini della nazione sono collegati dall’England Coast Path, che dà accesso a luoghi di spettacolare e incontaminata bellezza ideali per rilassarsi. Il sentiero, che aprirà nella sua interezza nel 2021 – designato come l’Anno della Costa Inglese – sarà il più lungo del mondo, circa 4.800 km. Diversi tratti dell’England Coast Path sono già aperti, pronti per catturare l’immaginazione degli appassionati di Trekking.

L’England Coast Path tocca alcuni dei luoghi più tranquilli d’Inghilterra, nei quali i camminatori ammireranno paesaggi mozzafiato, esploreranno antichi castelli, gusteranno deliziosi Fish&Chips e andranno a caccia di fossili lungo antiche scogliere. Queste sono solo alcune delle molte attività e meraviglie lungo l’England Coast Path che ha contribuito a far raggiungere all’Inghilterra il secondo posto nella classifica Best in Travel 2020 di Lonely Planet.

 

Northumberland

Imponenti castelli e isole che pullulano di fauna selvatica caratterizzano la costa del Northumberland, che vanta bellezze naturalistiche e storia in egual misura. Gli amanti di questi paesaggi, per il momento, possono solo sognarli e immaginare le viste mozzafiato dalle imponenti mura del Castello di Bamburgh, che si erge orgoglioso in quest’Area di straordinaria bellezza naturale, avvistare rufi e foche rare delle Farne Islands ed esplorare la storica Holy Island di Lindisfarne quando la marea è bassa.

 

Durham Heritage Coast

Un tratto costiero storico quello di Durham, legato alla storia normanna e ammantato di misticismo spirituale, che ospita selvagge scogliere e ampie anse in cui crescono diverse specie di fiori e vivono insetti e altri animali selvatici. Mentre i fiori sbocciano solo in primavera e in estate, tutto ciò che rende unica e magia questa costa, tra cui le suggestive formazioni rocciose costiere, le lunghe e affascianti spiagge intervallate da aspre scogliere, è bellissimo tutto l’anno.

 

North Yorkshire and Cleveland Heritage Coast

Il North Yorkshire e la Cleveland Heritage Coast, il tratto costiero che corre dal North York Moors National Park al Mare del Nord, ospitano spettacolari scogliere e tradizionali villaggi e città di pescatori. I buongustai possono aggiungere il pescato del giorno del porto della cittadina di Whitby alla lista dei desideri di ciò che desiderano fare in Gran Bretagna, e gli amanti di storia e leggende di salire i famosi 199 gradini che conducono alla sua abbazia, recarsi alla Baia di Robin Hood e conoscere il ricco passato minerario della regione.

 

Norfolk Coast

Dichiarata Area di Straordinaria Bellezza Naturale da oltre 50 anni, la costa del Norfolk ha tutti gli ingredienti che la rendono una meta da sogno: lunghe e romantiche spiagge e saline, tra cui quelle della Riserva Naturale Nazionale di Holkham e la magnifica Holkham Hall. Nell’attesa di poterla visitare invitiamo gli amanti di questi paesaggi ad immaginare una giornata alla ricerca di fossili e a costruire castelli di sabbia sullo sfondo delle magnifiche Hunstanton Cliffs, esplorare le molte località balneari, e assistere a uno spettacolo al Pavilion, sul molo di Cromer, il più remoto teatro europeo.

 

The Kent Coast

Il Kent, altrimenti detto il “giardino dell’Inghilterra”, ospita 560km di coste perfette con lunghe e alte scogliere di gesso e arenaria e spiagge sabbiose, diverse insignite con la Bandiera Blu, più che in qualsiasi altra parte del Paese. I viaggiatori che pregustano con impazienza la loro prossima visita possono immaginarsi mentre ammirano i faraglioni di gesso a Botany Bay o passeggiare sotto le famose White Cliffs a St Margaret at Cliffe, i buongustai assaporare la prospettiva di assaggiare la deliziosa cucina dei migliori chef di Whitstable, e i birdwatchers avvistare uccelli selvatici intorno a Romney Marsh e alla riserva di uccelli di Dungeness.

 

The Jurassic Coast

Lungo 52km dal Devon al Dorset si estende la Jurassic Coast, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, che racconta 185 milioni di anni di storia e l’incredibile potenza del mondo naturale. Con sorprese mozzafiato dietro ogni angolo, immagina di contemplare l’arco naturale di pietra calcarea di Durdle Door o impilare i ciottoli bianchi di Lulworth Cove, o di recarti a Lyme Regis, storico porto fatto di strade acciottolate e intriso di misticismo a caccia di fossili, o a Undercliff, una delle prime Riserve del National Trust, creata nel corso tempo da una serie di frane.

 

South Devon

Gli amanti dei promontori rocciosi, insenature nascoste e spiagge sabbiose non possono non aggiungere il Coast Path del South Devon alla lista dei desideri dei viaggi da fare in Gran Bretagna. Un tempo covo di contrabbandieri, oggi paradiso degli escursionisti con chilometri di percorsi che si snodano lungo le alte scogliere, che regalano panorami eccezionali e un’abbondanza di scatti instagrammabili. Incastonata nel cuore del South Devon, anch’essa dichiarata Area di Eccezionale Bellezza Naturale, la cittadina portuale di Salcombe e le sue acque cristalline hanno contribuito a plasmare la storia della zona – dal Salcombe Sand Bar che ha ispirato il poeta Alfred Lord Tennyson alle rovine del castello di Salcombe, risalenti al al regno di Enrico VIII.

 

North Cornwall

Preparati a lasciarti catturare dalle rovine del castello di Tintagel sulla costa nord della Cornovaglia, arroccato su un irto sperone roccioso e collegato per la prima volta dopo oltre 500 anni grazie a un rivoluzionario progetto di ponti della English Heritage. Un vero paradiso, ammantato dalla storia del mitico Re Artù, che ha visto nascere innumerevoli leggende nel corso dei secoli e che fa sognare tutti i fan della storia antica e del folklore britannico, che in attesa di poterlo visitare sono invitati a scoprirle leggendo o rileggendo uno o più dei tanti romanzi ambientati in questo magico tratto di costa.

 

Merseyside

Gli appassionati d’arte che non vedono l’ora di ritornare in la Gran Bretagna non possono non mettere nella loro lista dei desideri Crosby Beach. Situata a nord di Liverpool, la spiaggia offre chilometri di costa sabbiosa e un’incredibile installazione artistica, visibile al meglio con la bassa marea. Another Place, dello scultore Antony Gormley, è una collezione di 100 figure in ferro a grandezza naturale che dal mare si affacciano sulla spiaggia per più di 3km, particolarmente suggestiva al tramonto.

 

Cumbrian Coast

Con chilometri di silenziose coste battute dal vento e non distante dall’idilliaco Lake District, la Cumbrian Coast ha in serbo tantissime sorprese, tra cui le suggestive scogliere di arenaria rossa di St Bees Head Heritage Coast e la cittadina portuale di Whitehaven. Da non perdere un giro panoramico sulla Ravenglass e una corsa sulla Eskdale Railway, lungo un percorso costellato di antichi castelli e maestose rovine.

Stonehenge e il solstizio d’estate

Read More

Stonehenge, oltre ad essere uno dei monumenti preistorici più famosi ed enigmatici del mondo, è conosciuto anche per le celebrazioni per il solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno, quando folle di persone, di solito, si accalcano per vedere sorgere il sole da dietro la Heel Stone. Una giornata di grande importanza, in particolare per le comunità dei Druidi e dei Pagani, che quest’anno per la prima volta in assoluto, si festeggerà in streaming. La English Heritage, che si occupa del sito del Wiltshire, manderà in streaming sui suoi canali social l’alba di domenica 21 giugno da Stonehenge, dando la possibilità agli spettatori di tutto il mondo di ammirare questo incredibile spettacolo.

Con una storia lunga quasi cinque millenni, l’antico e mistico sito, insieme a un cerchio di pietre nella vicina Avebury, fa parte dei 6.500 acri di Stonehenge e Avebury, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Oltre a essere una meraviglia del mondo e un capolavoro di ingegneria, questi monumenti preistorici hanno un grande significato spirituale e culturale.

Il mistero che avvolge il sito e che riguarda, oltre al perché sia stato costruito, anche come, ha fatto sì che si sviluppassero tante teorie, molte decisamente creative e fantasiose. C’è chi ha attribuito la sua costruzione agli alieni, chi a giganti, ipotizzando che fosse usato come luogo di sepoltura, per fare musica, e persino che sia il risultato di un antico esercizio di team building. Unisciti a noi mentre ritorniamo nel passato ed esploriamo la storia di uno dei monumenti più famosi della Gran Bretagna.

Scavando nella storia

Quello che di certo sappiamo è che la costruzione di Stonehenge non è avvenuta in una sola volta. La prima struttura che fu costruita circa 5.000 anni fa fu un antico monumento, un henge, ossia un recinto circolare di terra, le cui pietre furono aggiunte durante il tardo neolitico – intorno al 2500 a.C. Questa è stata senza dubbio un’impresa mastodontica che ha coinvolto centinaia di persone, che avevano a disposizione solo strumenti primitivi.
Le pietre più grandi, le sarsen stone, – uno dei due tipi di pietra utilizzati per il monumento – erano disposte in due formazioni parallele, una a ferro di cavallo e un cerchio esterno. Queste pietre pesano mediamente 25 tonnellate e gli scienziati ritengono che provengano da cave a circa 20 miglia a nord del sito. I “bluestones”, che si pensa provengano dalle colline di Preseli a sud ovest del Galles, a circa 200 miglia da Stonehenge, furono eretti tra i due gruppi di sarsen per creare un doppio arco.

Così come sulle origini del monumento, esistono altrettante teorie per la sua costruzione, in particolare su come le pietre arrivarono al sito. Alcuni suggeriscono che i costruttori neolitici usarono slitte e tronchi d’albero per creare rulli sui quali farle scivolare, altri che le facessero galleggiare su chiatte lungo la costa gallese e poi lungo il vicino fiume Avon. Gli scienziati hanno anche ipotizzato che le enormi pietre si siano spostate dai ghiacciai e dalle vasche di ghiaccio durante le diverse ere glaciali. Per chi sogna di esplorare Stonehenge, in attesa che il sito riapra ai turisti internazionali, può farlo con un tour virtuale.

Stonehenge e il Paganesimo

Il Dottor William Stukeley collegò Stonehenge ai Druidi – seguaci di una tradizione spirituale celtica considerata simile al paganesimo moderno – nel 18° secolo, con una teoria secondo cui il sito fu costruito con la funzione di tempio. Sebbene non vi siano prove che i Druidi fossero vivi al momento della costruzione di Stonehenge, il sito rimane un luogo di importanza spirituale, principalmente per il modo in cui le pietre sono allineate sia per il solstizio d’estate che per quello invernale.

Il ruolo del sole

Sulla base di prove archeologiche, si ritiene che la Heel Stone – situata a nord-est del sito – possa avere avuto una pietra gemella per incorniciare l’alba in estate. Infatti, dal punto di osservazione più centrale all’interno del cerchio di pietre principale, si vede il sole sorgere a sinistra della pietra, facendo intuire la mancanza della seconda.
Numerosi tumuli e altri reperti archeologici della zona circostante risalgono all’età del bronzo, e la grande collina, a poco più di un miglio da Stonehenge, risale all’età del ferro. Ulteriori scavi archeologici hanno riportato alla luce numerosi oggetti risalenti all’epoca romana, anche nella regione, suggerendo che il sito abbia avuto una grande importanza rituale per tutta la dominazione romana in Gran Bretagna.
Per gli astronomi in erba desiderosi di approfondire il tema, English Heritage ha creato Skyscape – un’esperienza immersiva che mostra in dettaglio il cielo sopra l’iconico cerchio di pietre.

Le repliche delle Case neolitiche

Le repliche di cinque Case Neolitiche, complete di manufatti simili a quelli recuperati dagli scavi nel vicino insediamento di Durrington Walls, mostrano com’era la vita degli abitanti della regione al tempo della costruzione di Stonehenge. Anche comodamente seduti nel salotto di casa, è facile immaginare come vivessero, guardando le capanne circolari, costruite con un impasto di gesso e altri detriti con il tetto di paglia.

Principali siti nei dintorni

L’intera area intorno a Stonehenge è ricca di archeologia, con più di 350 monumenti antichi e tumuli scoperti fino ad oggi. Gli oggetti ritrovati includono un po’ di tutto; dalle punte di freccia alle asce di battaglia, corna di animali e martelli di selce. Ogni pezzo e ogni sito hanno un ruolo importantissimo nella comprensione della vita nel Neolitico e nell’età del bronzo in Gran Bretagna. I pezzi salienti della collezione di manufatti di Stonehenge sono sul sito Web English Heritage.

 

Stonehenge Avenue

La Stonehenge Avenue, che si trova nella piana di Salisbury e lunga poco meno di due miglia, collega il fiume Avon con Stonehenge, costituendo quella che potrebbe essere stata una via per le processioni verso il cerchio di pietre. Formata da due sponde equidistanti, fu scoperta per la prima volta nel XVIII secolo e corre a nord-est da Stonehenge per circa 550 metri prima di cambiare direzione più volte lungo il percorso verso il fiume.

 

Avebury

Parte di una vasta serie di siti cerimoniali del Neolitico e dell’Età del Bronzo – e parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO – ad Avebury si trova il più grande cerchio di pietre della Gran Bretagna. Costruito durante il Neolitico, tra il 2850 a.C. e il 2200 a.C., il sito include una vasta serie di dighe e una parte del villaggio di Avebury. Circa 100 pietre formavano il grande cerchio, con due ulteriori anelli al suo interno. L’archeologo Alexander Keiller ha scavato il sito negli anni ’30 e una serie di importanti reperti sono esposti nel museo del sito a lui intitolato. Recentemente gli archeologi che lavorano ad Avebury hanno scoperto un megalite quadrato sotterraneo all’interno dei confini del cerchio di pietre, sebbene il suo preciso scopo non sia ancora stato determinato.

 

Woodhenge

Un altro sito vicino a Stonehenge, Woodhenge risale al 2300 a.C. circa. La fotografia aerea ha svolto un ruolo chiave nel determinare che il sito includeva pali di legno che formavano sei cerchi concentrici, che potrebbero aver originariamente rafforzato un edificio a forma di anello, che inizialmente si pensava fosse un tumulo neolitico. Marcatori di cemento ora mostrano dove erano posizionati quei pali, e prove archeologiche suggeriscono che il sito rimase in uso fino al 1800 a.C. I successivi reperti risalenti all’età del ferro e dell’insediamento romano ritrovati nella regione indicano che il sito potrebbe avere avuto anche un’importanza difensiva.

Silbury Hill

Parte del Sito del Patrimonio Mondiale di Avebury è il più grande tumulo artificiale in Europa, Silbury Hill, che rivaleggia in altezza e grandezza con le piramidi d’Egitto! Il sito neolitico, sviluppato tra il 2470 a.C. e il 2350 a.C., non è stato utilizzato per le sepolture, quindi sia il suo uso che il suo significato rimangono un mistero. I numeri che lo caratterizzano sono sbalorditivi: il tumulo misura circa 160 metri di larghezza e 30 metri di altezza, e per crearlo sono servite ben quattro milioni di ore e mezzo milione di tonnellate di gesso e argilla!