48 ore a Inverness e Lockness

Read More

CHECK IN:

Eagle Brae(link is external) è un rifugio sulle Highlands e ospita sette lussuose casette eco-friendly costruite con tronchi d’albero e immerse in un paesaggio mozzafiato. Ogni casetta è stata costruita a mano nel 2013 da mastri artigiani con tronchi di cedro rosso occidentale. L’arrendamento interno rustico-chic include motivi classici scozzesi, soppalchi intagliati a mano e stufe a legna.

Di fronte all’Inverness Castle, sulla riva del River Ness, si trova l’hotel a tre stelle Best Western Inverness Palace Hotel(link is external), risalente agli anni Novanta del 1800. Le 89 camere sono eleganti e in stile contemporaneo e i servizi includono un club esclusivo con spa e piscina coperta.

Il Loch Ness Inn(link is external), nel villaggio di Drumnadrochit, poco distante da Loch Ness e da Urquart Castle, è una tipica locanda scozzese, costruita nel 1838. Oltre al bar e al ristorante, la locanda offre dodici stanze con dettagli confortevoli, come copriletti in tweed e opere di artigianato locali.

PRIMO GIORNO:

9:30 Alla ricerca del più famoso mostro scozzese

Secondo lago scozzese sia per estensione che per profondità, Loch Ness contiene più acqua dolce di tutti I laghi dell’Inghilterra e del Galles insieme. Tuttavia, questo esteso tratto d’acqua è celebre per altri motivi: in agguato al di sotto della sua superifcie scura, si dice si nasconda il famoso mostro di Loch Ness, affettuosamente ribattezzato Nessie. Avvistato sin dal VI secolo d.C. e un’apparso in un’immagine satellitare di Apple Maps nel 2014, questo mostro sfuggente è al centro del folklore e delle leggende scozzesi, così come di numerosi scherzi.

Se speri di passare alla storia avvistando la creatura ribattezzata Nessie, fai un giro in barca sul lago. Jacobite(link is external) organizza escursioni da Dochgarroch Lock fino a sud di Inverness, a bordo di una delle sue quattro barche, tra cui la nave ammiragia Jacobite Queen, un’imbarcazione regale costruita nel 1949. Da Fort Augustus, invece, partono piacevoli crociere panoramiche e corse adrenaliniche ad alta velocità a bordo di gommoni con carena rigida organizzate da Cruise Loch Ness(link is external).

11:30 Per conoscere meglio Nessie

Molti uniscono alla crociera su Loch Ness una visita a Urquhart Castle(link is external), le imponenti rovine della fortezza edificata nel XIII secolo sulle sponde del lago. Se vuoi saperne di più su Nessie, il vicino villaggio di Drumnadrochit ha ben due attrazioni turistiche legate al mostro. Loch Ness Centre & Exhibition(link is external), inaugurata dall’esploratore Sir Ranulph Fiennes, indaga a trecentossenssanta gradi miti e leggende associati a questo mostro. Tra le attrazioni, insignite di diversi premi, schermi multimediali, attrezzatura per ricerche storiche, filmati subacquei originali e i dettagli su scherzi e testimonianze affidabili di oltre mille avvistamenti. Nessieland(link is external), invece, è un’attrazione dedicata alle famiglie.

13:00 Gusta un piatto delle Highlands con ingredienti locali

A Drumnadrochit troverai anche il Loch Ness Inn(link is external), un’accogliente locanda con camere in stile vittoriano. Il menù, incentrato su pietanze a km 0, propone pesce scaricato a Mallaig, sulla costa occidentale della Scozia, gamberetti freschi da Applecross Bay e carne di manzo e agnello della Black Isle. Sono disponibili anche birre artigianali prodotte dalla Loch Ness Brewery, oltre a una raffinata selezione di whisky e gin scozzesi. Affacciato su un’area verde del villaggio, Fiddler’s(link is external) è un altro ristorante con camere consigliato ai visitatori delle Highlands.

14:30 Un bicchierino durante un tour di una distilleria di whisky

Nessun viaggio in Scozia può dirsi completo senza una visita a una distilleria di whisky ancora attiva per scoprire come viene disillato ogni singolo whisky al malto. A ovest di Inverness e Loch Ness si trova la Glen Ord Distillery(link is external), una delle più antiche distillerie scozzesi, fondata nel 1838. Nel processo di maltazione, Glen Ord utilizza il proprio orzo e sfrutta processi di lunga fermentazione e distillazione lenta tramandati per generazioni, al fine di distillare il whisky Singleton of Glen Ord, dal gusto dolce, fruttato e leggermente speziato. Il tour della distilleria dura 90 minuti e prevede una degustazione guidata di alcuni assaggi direttamente dalla botte. Presso il centro di informazioni turistiche potrai trovare anche una mostra informativa e un negozio ben rifornito.

16:30 Goditi il panorama da una nuova attrazione nel castello

Inverness Castle si staglia imponente al di sopra di Inverness e del River Ness: questo maestoso castello in mattoni rossi risale al 1836, sebbene già dall’XI secolo su questo sito particolarmente strategico sorgesse un castello. Una nuova piattaforma panoramica verrà aperta nel 2017 al fine di trasformare la North Tower, un tempo sede delle prigioni, in una zona in cui i turisti potranno approfondire la storia del castello e ammirare il paesaggio in lontananza.

19:30 Partecipa a un ceidlich… e non scordarti gli haggis

Immergiti nella cultura celtica partecipando a un ceidlich, un tradizionale raduno scozzese che riunisce musica folkloristica e balli. Hootananny’s(link is external), premiato pub con musica dal vivo, rivendica il ceidlich più lungo in Scozia. Sito nel cuore di Inverness, il pub ospita band rock, soul, blues e funk scozzesi e internazionali. Il suo rinomato ristorante offre pietanze tipiche scozzesi e abbondanti porzioni di lombata di angus di Aberdeen, eglefino del Mare del Nord con patatine, e haggis (frattaglie di pecora) con rape bianche e purè di patate. Altrettanto degno di nota, Gellions(link is external) è un tradizionale pub scozzese che ogni sabato ospita un popolare ceidlich.

SECONDO GIORNO:

10:00 Calpesta l’ulitmo campo di battaglia della Gran Bretagna

A est di Inverness si trova Culloden Moor, terreno dell’ultimo scontro corpo a corpo combattuto su suolo britannico. In base a quanto stabilito dall’Atto di disposizione del 1701, Carlo Edoardo Stuart, figlio del Re deposto Giacomo II e noto come il “giovane pretendente”, essendo cattolico romano non poteva aspirare al trono britannico. Nel 1745, i suoi seguaci tentarono invano di detronizzare il Re protestante Giorgio II, un evento che culminò con la sanguinosa battaglia di Culloden. Il terreno del Culloden Battlefield(link is external), oggi sotto la tutela del National Trust of Scotland, non è cambiato molto da qual fatidico giorno. Un nuovo centro visitatori con museo interattivo racconta la storia di questa battaglia che, pur essendo durata solo un’ora, ha notevolmente influenzato non solo le Highlands, ma tutta la Gran Bretagna.

11:30 Visita un’imponente fortezza

A seguito della sconfitta di Carlo Edoardo Stuart a Culloden, Re Giorgio II ricorse a un deterrente definitivo per scongiurare futuri tumulti e fece edificare la roccaforte di artiglieria di Fort George(link is external). Una delle più imponenti fortificazioni d’Europa, fu utilizzata dell’esercito britannico per quasi 250 anni da allora, e ospita tutt’oggi il British Army Infantry Battalion. I bastioni, gli alloggi originali per i soldati, la cappella del presidio e il cimitero per i cani dove venivano seppellite le mascotte dei reggimenti sono tutti posti sotto la tutela di Historic Scotland e offrono un’interessante panoramica sulla vita militare nel XVIII secolo. Il forte ospita anche l’Highlanders Museum(link is external), il più grande museo militare scozzese, secondo solo a quello di Edimburgo.

Oppure… un’attrazione meno legata al mondo militare è Cawdor Castle(link is external), fortezza risalente al tardo XIV secolo che vanta collegamenti letterari con la tragedia Macbeth di William Shakespeare. Questo castello e la magnifica tenuta circostante sono letteralmente immersi nella storia e sono aperti al pubblico d’estate.

13:30 Gusta un raffinato pranzo delle Highlands

Torna a Inverness e gusta un raffinato pranzo al Rocpool Restaurant.(link is external) Situato all’interno di un elegante boutique hotel, il ristorante propone un menù a base di raffinati sapori locali, come capesante atlantiche della costa occidentale raccolte a mano sott’acqua, granchio fresco dell’Isle of Skye, risotto con zucca violina e brie delle Highlands fuso, e cervo di Speyside arrosto con prosciutto crudo e haggis.

16:00 Osserva i delfini che saltano a Moray Firth

Moray firth è un’insenatura nel Mare del Nord che si estende a nord di Inverness ed è uno dei luoghi migliori in Gran Bretagna per osservare i delfini. Dolphin Spirit(link is external) offre escursioni naturalistiche in barca della durata di 90 minuti per quattro volte al giorno che, partendo da Inverness Marina, permettono di osservare i delfini naso a bottiglia, oltre ad altre specie faunistiche marine, come balene, foche e lontre.

19:30 Assaggia la birra e la pizza biologica di Black Isle

Black Isle Brewery è il più importante birrificio biologico in Gran Bretagna e deve il suo nome a Black Isle, una penisola che si estende oltre Moray Firth a nord di Inverness. Prova le birre artigianali biologiche, oltre a più di cento altre birre, fai tappa al Black Isle Bar(link is external), un bar rustico di tendenza con camere, situato nel cuore di Inverness. Il bar propone anche un menù a base di pizze cotte in forno a legna e preparata con infredienti biologici coltivati nella fattoria del Birrificio.

COME RAGGIUNGERLO:

Inverness si trova nelle Highlands scozzesi, a tre ore e 30 minuti di treno a nord di Edimburgo e Glasgow. All’aeroporto di Inverness atterrano voli da diverse città britanniche, tra cui Londra, Birmingham, Belfast e Manchester, e da altre città europee, tra cui Amsterdam e Ginevra.